4° posto a Uniud (1° fra italiani) in gara internazionale velivoli radiocomandati

4 AeroUd

5 da sinistra Flora, Siega Brusattin, Pagnacco, Demarchi, Lorenzon, Casarsa, Vacchiano, Di Lenarda, Burella

6 AeroUd

Il gruppo AeroUd dell’Università di Udine, formato da otto studenti e dottorandi in ingegneria, ha conquistato il quarto posto (primi fra gli italiani) nella gara internazionale a squadre di aerei radiocomandati “Air Cargo Challenge 2017” (http://www.acc2017.com/), svoltasi recentemente a Zagabria. Il team del Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura (Dpia) si conferma ai vertici mondiali della specialità grazie al prototipo di velivolo FB2 progettato e realizzato dagli studenti, coordinati dal docente Luca Casarsa. È la terza volta consecutiva infatti che il gruppo dell’Ateneo friulano sfiora il podio in una competizione internazionale. Un risultato già raggiunto a Dallas, nel 2013, al Sae Aerodesign, e a Stoccarda nel 2015, alla penultima edizione dell’Air Cargo Challenge.

Quest’anno, alla manifestazione promossa dall’Associazione europea degli studenti del campo aerospaziale (Euroavia), i primi tre posti sono stati monopolizzati dalle squadre tedesche. La vittoria è andata all’Università di Stoccarda, mentre al secondo e terzo posto si sono piazzate due squadre del politecnico di Monaco di Baviera (Tum).

Alla sfida di Zagabria hanno partecipato 35 squadre (di cui 28 classificate) di 12 Paesi di Europa, Africa, Asia e Sud America (Belgio, Brasile, Cina, Egitto, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Spagna, Turchia). Air Cargo Challenge, nata nel 2003, si svolge ogni due anni ed è riservata a studenti, dottorandi o assegnisti di ricerca di università tutto il mondo. Vince la gara il prototipo che trasporta il carico maggiore nel minor tempo. L’aeromodello dell’Ateneo friulano, in particolare, è risultato primo nelle prove statiche, cioè nella valutazione del design e della presentazione tecnica.

Il gruppo AeroUd è formato dai dottorandi in Ingegneria industriale e dell’informazione, Andrea Lorenzon e Fabio Pagnacco, e dagli studenti di Ingegneria meccanica, Lucrezia Vacchiano e Cristian Demarchi della laurea triennale, e Fabio Di Lenarda, Gianluca Flora, Michele Burella e Riccardo Siega Brusattin della laurea magistrale.

Il rettore dell’Università di Udine, Alberto Felice De Toni, ha incontrato gli studenti del team AeroUd e il professor Casarsa per complimentarsi con loro per l’«eccellente risultato raggiunto in una competizione tecnologica internazionale ad alto tasso di innovatività». De Toni ha anche annunciato il sostegno dell’Ateneo al gruppo AeroUd alla prossima edizione di Air Cargo Challenge. All’incontro erano presenti anche il direttore del dipartimento, Marco Petti, il coordinatore del corso di studi in Ingegneria meccanica, Luca Casarsa, il direttore generale dell’ateneo, Massimo Di Silverio, e la responsabile dell’Area servizi per gli studenti, Manuela Croatto.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1,395