Aperitivo a Grado

40 vacche in malga Montasio, la stagione in quota entra nel vivo

facebook

Sono arrivate le vacche in malga Montasio che così si può dire pronta ad abbracciare le migliaia di turisti che ogni anno sbarcano in quota arrivandoci in auto, a piedi e sempre più spesso anche in bicicletta, grazie al traino del Giro d’Italia che a distanza di 6 anni dall’arrivo sull’altopiano – il primo in malga nella storia della corsa rosa – quest’anno vi farà ritorno il 13 luglio spinto dalle gambe delle donne. Avviata a inizio giugno la stagione entra ora nel vivo con l’arrivo delle vacche, 240 quest’anno, pezzate rosse, frisone, brune, provenienti da 32 allevamenti di 23 diversi comuni della regione. Uno spettacolo che coniugato alle maestose catene del Canin e del Montasio a fargli da quinte e al fischio delle marmotte fa di questo angolo di Friuli, appena sopra Sella Nevea, un piccolo  paradiso. A 1.500 metri d’altezza, la malga si estende su 1.064 ettari dedicati per la metà al pascolo, ospita una latteria, un punto vendita di prodotti lattiero caseari e un ristoro agrituristico gestiti dall’Associazione allevatori del Friuli Venezia Giulia che è impegnata nella gestione e promozione della malga, simbolo del più importante formaggio Fvg cui dà il nome, la Dop Montasio, dal lontano 1960. Un impegno crescente per l’associazione che negli anni ha strutturato la malga prima con il ristoro poi con le camere, regolarmente sold out, prenotate addirittura da una stagione all’altra. 

A costellare la stagione c’è come ogni anno un ricco programma di eventi messo a punto dall’AAFvg tra ottimo cibo (dalla carne al formaggio prodotti dai soci) passando per passeggiate e appuntamenti sportivi. Su tutti, il 13 e 14 luglio, “Montasio in Rosa”, con l’arrivo in quota della tappa sabato alle 16 e un pomeriggio in musica domenica, a cura del gruppo “Disco Stajare street band”, accompagnato da mercatini enogastronomici e degustazioni. Il 28 luglio saranno ospiti in malga i sapori austriaci: wiener schnitzel, wurstel, patate, strudel e birra per tutti dalle 11 del mattino. L’11 agosto si torna ai sapori di casa nostra. Dalle 12 sarà possibile degustare la polenta e il formaggio di malga Montasio accompagnati dai vini dell’azienda agricola La Fattoria di Pavia di Udine (evento organizzato in collaborazione con il gruppo tutela antica polenta di Fauglis). 

Il primo settembre sarà la volta dei funghi, con una mostra organizzata, sempre a partire dalle 12, dal gruppo micologico di Gemona del Friuli. Gran finale l’8 di settembre con la 5° edizione della Festa della transumanza con degustazione dei prodotti tipici della montagna dalle 9 del mattino. In collaborazione con la cooperativa dei Malghesi di Carnia e Valcanale si scenderà dalla malga fino a Sella Nevea, con l’accompagnamento musicale dei “Doganirs” di Camporosso e delle prime vacche che faranno ritorno agli allevamento di pianura. 

Da segnalare infine l’appuntamento con il No Borders music festival. L’altopiano quest’anno ospiterà di nuovo la grande musica: il 2 agosto, dalle 14, si esibirà in quota Vinicio Capossela, cantautore, polistrumentista e scrittore italiano. 

336