Aperitivo a Grado

5 Marzo: Carnevale Centrifugo Nico Pepe

facebook

nico2.jpg


Si alza il sipario del Palamostre di Udine, nell’ambito della stagione di ScenAperta, per il nuovo spettacolo di Commedia dell’Arte della Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe. Sarà, infatti, il palco del teatro di piazzale Dicono a tenere a battesimo, domani (5 marzo alle 21), il debutto ufficiale della divertente produzione su canovaccio originale realizzata per l’edizione 2008 del Carnevale Centrifugo.
Ricco di novità l’appuntamento di quest’anno, a cominciare dal respiro internazionale voluto per “Lungo le ali del destino”, questo il titolo della pièce per la regia e la drammaturgia di Claudio de Maglio e Giuliano Bonanni. La nuovissima produzione di Commedia dell’Arte della Pepe, infatti, accoglierà per l’edizione 2008 quattro graditi ospiti: due allievi della “Paolo Grassi” di Milano (rispettivamente del corso di regia e di drammaturgia), impegnati nell’allestimento della messinscena, e due giovani attori dell’Académie Internationale des Arts du Spectacle di Parigi, sul palco insieme ai “colleghi” italiani a dare, così, il via ufficiale al programma di scambio tra le due scuole di recitazione avviato qualche settimana fa.
E se la ventata portata dai giovani attori d’Oltralpe non dovesse bastare, ecco che, in coincidenza della festa della donna, quest’anno, sarà proprio il gentil sesso il protagonista della scena, a cominciare dalla maschera di Pantalone, ruolo tradizionalmente interpretato da un uomo, ma che il regista ha voluto, invece, fosse affidato a una giovane allieva. Scelta quanto mai indicata, se si considera che la replica dello spettacolo andrà in scena proprio l’8 marzo all’Auditorium Menossi (ore 17) per la tappa realizzata in collaborazione con la sesta Circoscrizione udinese.
Lo spettacolo di Commedia dell’Arte rappresenta una delicata quanto importante occasione per gli allievi attori, che proprio con questo genere, giocato tra parodie della vita quotidiana portate volutamente al limite, colpi di scena, travestimenti ed acrobazie, sperimentano un vero e proprio passaggio rituale utile e indispensabile per affrontare in modo competente lo straordinario territorio della recitazione. E questo anche nell’ultimo “canovaccio” originale proposto dalla “Pepe”, in cui Pantalone (una donna di nome Calpurnia), è un’arricchita che ha sposato in seconde nozze il vecchio e ricco mercante. Rimasta poi vedova e sola con i due figliastri, Attanasio e Vanesia, e bramosa di realizzare i suoi sogni e deliri di potenza, decide di “sbarazzarsi” di questi in quanto ostacolano i suoi oscuri piani. Cercherà, dunque, di affidare il primo alla sua avvenente cameriera filippina e la seconda ad un discutibile precettore che dovrebbe convincerla sulla via monacale. Calpurnia, nel frattempo, sta per prendere l’appalto per la ristrutturazione del Palazzo Ducale di Venezia e per “ammorbidire” il rappresentante del Consiglio del Dieci, che dovrebbe ratificare l’appalto, decide di fargli rapire la figlia da un oscuro capitano napoletano, fingendo poi di liberare la fanciulla per apparire lei, agli occhi del politico, la liberatrice. A intorbidire le acque, comparirà poi un misterioso stregone, che soltanto alla fine, scoprirà il suo legame con uno dei protagonisti di un canovaccio ricco di colpi di scena tra i quali si fa riferimento a un fatto storico realmente accaduto: l’incendio di Palazzo Ducale del 20 dicembre 1578.
Sul palco gli allievi del secondo anno di corso: Sara Allevi, Nicola Borghesi, Luca Damiani, Anna De Franceschi, Edoardo De Piccoli, Oscar Ferrari, Cristina Gianni, Valeria Rinaldi, insieme agli allevi “parigini” Ciro Cesarano e Audry Saad. I canti sono a cura di Marco Toller, mentre le maschere di Stefano Perocco di Meduna.

L’ingresso agli spettacoli è libero fino ad esaurimento posti. Per questo motivo è preferibile prenotarsi contattando la Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” di Udine (telefono 0432 504340, mail accademiateatrale@nicopepe.it) o la biglietteria di ScenAperta per la serata del 05 marzo (Teatro Palamostre tel. 0432506925 info@scenapertaudine.com) o la 6a Circoscrizione per la replica dell’8 (tel 0432 271701 circoscrizione6@comune.udine.it).

489