Aperitivo a Grado

A lezione da Paolo Rossi

facebook

Ai muggesani, e non solo, fino al 4 novembre viene offerta una grande opportunità: vedere un grande attore e uno dei maggiori comici italiani, Paolo Rossi, impegnato in lezioni-spettacolo aperte al pubblico ogni pomeriggio dalle 17 alle 20, con la partecipazione degli attori della Baby Gang e del Pupkin Kabarett, notissimo in città per i suoi esilaranti spettacoli del lunedì sera al Teatro Miela.

Sarà un grande esempio di recitazione e una dimostrazione comprensibile a tutti, anche ai non addetti ai lavori, della costruzione di uno spettacolo di teatro popolare realizzato sulle ali dell’improvvisazione, recitando ad esempio “a soggetto” con l’enfasi dei grandi classici prendendo spunto dalla cronaca cittadina. E apprezzare dal “dietro le quinte” il meccanismo dell’effetto comico, attraverso un “coro”, come nella drammaturgia classica, pronto a far scattare la risata. A chi vorrà assistere alle divertenti lezioni-spettacolo, si presenterà un Paolo Rossi nell’inedita veste di insegnante, serissimo e concentrato ma allo stesso tempo pronto a sciogliersi nelle battute che da sempre ne hanno contraddistinto la straordinaria carriera televisiva e teatrale, che dirige i suoi “allievi” con la sua caratteristica verve e la solita corrosiva comicità.

Ma come detto, per i presenti ci sarà anche la possibilità di essere coinvolti direttamente, interagendo in prima persona con il grande comico. Un divertimento assicurato per tutti, quindi, e un’occasione imperdibile per i molti attori della compagnie amatoriali per carpire tutti i segreti della recitazione, dalla drammaturgia classica alla gag giocate tutte sull’improvvisazione.

Il Laboratorio, ospitato fino al 4 novembre dal Teatro Verdi di Muggia (via San Giovanni, 4), costituisce la seconda parte del progetto “Per una nuova forma di teatro popolare” organizzato da Bonawentura/Teatro Miela in collaborazione con il Comune di Muggia e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato alle attività produttive.

Le lezioni saranno gestite, oltre che da Paolo Rossi, da Giampaolo Spinato, professore all’Università Statale di Milano. Il suo apporto di scrittore consisterà in un lavoro di reinvenzione della lingua italiana, la ricerca di una nuova forma di “linguaggio universale”, un nuovo codice di comunicazione al pubblico. A loro si aggiungerà dalla giornata di venerdì il musicista Emanuele Dell’Aquila, chitarrista della band che ha accompagnato Paolo Rossi negli spettacoli, tra gli altri, “Chiamatemi Kowalski” e “Chiamatemi Kowalski. Il ritorno”.

L’idea del progetto è nata in seguito alla positiva esperienza della Confraternita dei Precari che ha visto la fusione di due compagnie teatrali: quella del Pupkin Kabarett e la milanese Baby Gang sotto la direzione del popolare attore comico, il quale ha portato un progetto teatrale (che ha debuttato sotto forma di studio al Mittelfest 2006) trasformatosi in uno spettacolo, “I Giocatori” di Dostoevskij, che ha appena concluso con successo una tournee al Piccolo Teatro di Milano.

Si deve alla volontà della compagnia e soprattutto del suo geniale capocomico il fatto di proseguire in questo percorso, condividendo l’esperienza anche con altri attori che operano sul territorio regionale e pure nella vicina Slovenia. Gli ideatori hanno pensato di affrontare questo tema perché ritengono che si siano persi memoria, attenzione e strumenti critici del teatro popolare. Mentre oggi, in un momento di crisi, è una forma che potrebbe recuperare il rapporto con un pubblico, specialmente quello giovane, che attualmente può essere meno attento al teatro.

Il progetto si concluderà con un convegno in programma dal 3 al 9 dicembre con grandi ospiti di fama nazionale. La sfida e’ quella di gettare le basi per la nascita di una nuova forma di teatro popolare.

Il laboratorio è aperto al pubblico ogni giorno dalle ore 17 alle 20. Per informazioni sulle modalità di accesso è possibile contattare telefonicamente il Teatro Miela (Piazza Duca degli Abruzzi, 3 – Trieste), allo 040365119, dalle 9 alle 13.

308