Aperitivo a Grado

A Udine apre il Panathlon Udine Nord Tiepolo

facebook

Il Centro Solidarietà Giovani Giovanni Micesio di don Davide Larice ha tenuto a battesimo oggi nella sua sede professionale di via Martignacco, la nascita di un nuovo club service del quale si arricchisce la città di Udine. Si chiama Panathlon Udine Nord Tiepolo, ed è nato per volontà di 15 udinesi legati attualmente o in epoche passate al mondo dello sport.
Ma la peculiarità di questa nuova associazione cittadina, che fa parte di un’organizzazione qual’è appunto il Panathlon International, è che oltre a promuovere attraverso le più svariate forme lo sport e i suoi ideali, intende impegnarsi anche nel sociale e nel culturale. Ed è in questo senso che si inquadra l’abbinamento al Centro Solidarietà Giovani, del quale intende incentivare e sostenere le attività attraverso un rapporto privilegiato e permanente, per la prevenzione della tossicodipendenza e il recupero delle sue vittime. Così come si spiega l’accostamento dei Tiepolo, pittori che sintetizzano uno dei momenti culturali più alti della nostra città.

Alla cerimonia, presieduta dal primo presidente del club, ingegner Domenico Di Raimondo, hanno preso parte numerosi presidenti dei Panathlon club regionali e del Triveneto, oltre al segretario generale del Panathlon International, Sergio Allegrini, al governatore dell’Area triveneta Massimo Rosa, mentre tra le autorità locali erano presenti l’assessore allo sport del Comune di Udine, Kristian Franzil, i’assessore provinciale Mario Virgili, il vicario generale della diocesi, monsignor Giulio Gherbezza, Giuliano Gemo, e numerosi altri.

Dopo il saluto alle bandiere, con l’ascolto degli inni italiano ed europeo, si è proceduto alla consegna dei distintivi ai 15 soci fondatori, che hanno sottoscritto ufficialmente l’atto costitutivo del club, per concludere questa prima parte con la benedizione del labaro. Successivamente è stata la volta dei saluti portati dalle autorità presenti, al termine dei quali il presidente Di Raimondo ha illustrato brevemente le finalità istituzionali del Panathlon International, le stesse perseguite dal Club Udine Nord Tiepolo, ovvero l’affermazione dell’ideale sportivo e dei suoi valori morali e culturali quale strumento di formazione ed elevazione della persona, e di solidarietà tra gli uomini e i popoli. Ha concluso la serie di interventi don Davide Larice rivolgendo l’apprezzamento e il ringraziamento ai fondatori del nuovo club per avere scelto il suo centro di recupero quale mezzo per affermare i principi che ispirano il Panathlon International. La manifestazione si è conclusa con un gradevole buffet, al termine della quale, in onore all’intestazione del nuovo club udinese, è stata effettuata una visita guidata ai musei della diocesi udinese che propone, tra le altre, una serie di opere del Tiepolo.

529