Aperitivo a Grado

Alpini Pordenone: 25 mila Alpini hanno già prenotato

facebook

udine6
Sono già quasi 25 mila gli Alpini che hanno prenotato un soggiorno in Friuli Venezia Giulia in occasione dell’Adunata nazionale in programma a Pordenone dal 9 all’11 maggio. I dati sono stati resi noti nel corso dell’ultima riunione del Comitato organizzatore svoltosi in Municipio alla presenza del vicepresidente della Regione Sergio Bolzonello. Tra gli argomenti trattati c’è quello relativo all’ospitalità delle penne nere che soggiorneranno nel nostro territorio nell’arco delle tre giornate della manifestazione.

Numeri alla mano, le richieste sono in linea con le previsioni e con quanto accaduto in occasione delle precedenti adunate. In particolare sono circa 4 mila coloro che, fino ad ora, si sono rivolti all’agenzia Delizia Viaggi incaricata da Turismo Fvg nella gestione delle prenotazioni. Praticamente tutta esaurita la capacità ricettiva di Pordenone e provincia – con qualche disponibilità ancora nelle zone montane – le richieste interessano anche alberghi, bed&breakfast nonché ostelli dell’intera regione. In modo particolare moltissimi alloggeranno in provincia di Udine e disponibilità c’è anche nel goriziano e triestino. In questi giorni pure le località balneari rientrano nelle mete degli alpini, che stanno già prenotando i loro soggiorni a Lignano, Grado e Marano. Infine molti risiederanno anche nel vicino veneto tra le province di Treviso e Venezia: si sta andando verso il tutto esaurito a Conegliano, Vittorio Veneto e Oderzo, con disponibilità anche a Bibione e Caorle.

Ma se questi sono i numeri riguardanti gli alberghi, un’altra parte molto consistente di penne nere soggiornerà invece nei campi attrezzati e attendamenti predisposti in città e nella prima periferia. Come spiegato dal presidente dell’Ana di Pordenone Giovanni Gasparet nel corso della riunione del Coa, sono quasi esauriti i posti messi a disposizione in Fiera. Qui alloggeranno 4 mila 500 alpini ai quali si aggiunge il personale del Son e della Protezione civile dell’Ana. Nei parcheggi esterni del quartiere fieristico troveranno posto anche 550 mezzi e 58 pullmann. Negli altri 20 campi attrezzati, la cui capacità complessiva è pari a circa 17 mila posti, al momento sono state sistemate 7 mila 800 persone. Altrettante, invece, risultano aver trovato posto in maniera indipendente in strutture sportive e comunali, non gestite quindi dal COA. A questi complessivi 25 mila, si aggiungono poi quanti hanno prenotato senza passare attraverso l’agenzia viaggi e il comitato organizzatore. Per quanto riguarda infine gli autocaravan, è ormai esaurita la prima area di sosta localizzata in Fiera (280 posti per 740 persone) così come la seconda all’Ex Dogana di Viale Venezia (60 posti per 250 persone). Ancora stalli disponibili invece al Villaggio del Fanciullo.

«Tenendo conto che l’adunata si svolgerà a maggio – spiega il presidente del Coa Nino Geronazzo – possiamo dire che i numeri sono positivi e in linea con le aspettative. C’è quindi ancora tempo per prenotare il soggiorno nelle strutture ricettive del Friuli Venezia Giulia e Veneto; da febbraio in poi, il numero andrà sempre più aumentando. Questi dati tengono conto solo di coloro che si fermeranno all’Adunata per più giorni; ad essi si dovranno aggiungere tutti quelli – e saranno molti – che decideranno di partecipare alla sola giornata di sfilata. Stando alle esperienze passate, giovedì ci dovremmo attestare sulle 50 mila presenze in città, che raddoppieranno il venerdì. Ma il vero clou lo registreremo sabato e soprattutto domenica, quando dovremmo raggiungere quota 350 mila».

342