Aperitivo a Grado

Ambulanti tra oriente e occidente – Far East Film 09

AMBULANTI TRA ORIENTE E OCCIDENTE
LA MOSTRA DI LUCIA PESCADOR AL VISIONARIO

Lo spazio espositivo del Visionario ospiterà una mostra, promossa dal Centro per le Arti Visive, dell’artista milanese Lucia Pescador. Ambulanti tra Occidente e Oriente, titolo dell’esposizione, rappresenta un tema sul quale la Pescador lavora da anni, confrontando elementi visivi delle due culture – europea e asiatica. Le sue opere, realizzate su grandissimi teli di carta cerata, avvolgeranno le pareti creando un piccola foresta fatta di elementi naturali e architettonici, cinesi, europei e fantastici.
Lucia Pescador è nata a Voghera il 9 febbraio del 1943. Si diploma all’Accademia di Brera di Milano dove insegnerà al Liceo Artistico. Ha sempre privilegiato il disegno su svariate carte.
Il suo lavoro si svolge attorno a temi riguardanti l’Arte, la Natura e la Cultura.
Dagli anni ’90 ha iniziato la raccolta di immagini intitolata: “INVENTARIO DEL
NOVECENTO CON LA MANO SINISTRA”, allestendo pareti con disegni, foto, lavagne ed
oggetti chiamati “crocevia”. L’inventario procede per voci: ARTE – NATURA – VASI – AFRICA
– HOTEL DU NORD
– HOTEL MEUBLÈ BERLIN – TOKYO – INTERNI- BAUHAUS.

Dal 2000 lavora sul tema “AMBULANTI FRA OCCIDENTE E ORIENTE”.
Ha esposto in gallerie private, fiere e musei a partire dal 1965, con esposizioni collettive e
un’ottantina di personali in: Italia, Francia, Belgio, Olanda, Austria, Inghilterra, Germania,
Stati Uniti, Egitto, India e Cina.
Lavora da molti anni su questo tema, confrontando elementi visivi delle due culture – l’europea e l’asiatica – e nello specifico, quella cinese. Nel 2008, dopo un viaggio in Cina, ha iniziato una serie di disegni sul paesaggio, confrontando e “mischiando” immagini di classici disegni cinesi intorno al grande tema “monti alberi e fiumi”, con immagini di paesaggi europei, intesi come “senso della natura”.
I disegni sono eseguiti con pastelli ad olio su strisce di vecchia carta cerata, lucida come la
porcellana e intelata su garze bianche come antichi rotoli. La composizione scorre come un fiume, riempiendo tutta la superficie dei tre metri per ventuno del VISIONARIO, trascinando montagne, alberi, laghi, fiumi, ponti (che uniscono), uccelli, fiori, elementi decorativi, foto di architetture e promemorie d’arte, sigilli e altro; il tutto dentro ad una luce di colore che va dall’arancio, al blu, al nero.
LA MOSTRA
AMBULANTI TRA ORIENTE E OCCIDENTE
Allestimento di disegni nello spazio di tre metri per ventuno

LUCIA PESCADOR
Dal 18 aprile al 3 maggio 2009
Presso il VISIONARIO
, Centro Arti Visive , Via Asquini 33, Udine
In collaborazione con: C.E.C. – Centro Espressioni Cinematografiche.
In occasione di Udine FAR EAST Film, festival del cinema popolare asiatico.
Ingresso gratuito

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
221