Aperitivo a Grado

Antonella Ruggiero ne: La processione di Barbana – 7 mar

facebook

antonella_ruggiero_1.jpgSabato 7 Marzo 2009  –  20.30

UDINE
Auditorium del Palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia, via Sabbadini 31.

Spettacolo presentazione in occasione della grande mostra su Giuseppe Zigaina.
Lo spettacolo, ideato allo stesso Goldin che ne ha scritto anche il testo e ne cura la regia, rievoca una tradizione mariana da sempre molto sentita in terra friulana e giuliana, il pellegrinaggio annuale al Santuario della Madonna di Barbana nella Laguna di Grado. Ad essere rivissuto è il viaggio in barca che conduce un giovanissimo Giuseppe Zigaina (l’ambientazione è fissata alla fine degli anni Venti), prima sulle acque del fiume di casa poi quelle della Laguna, verso la sacra meta. Con lui sono il padre e la madre, un gruppo di donne e uomini che cantano, mentre un personaggio che al maestro è stato ed è molto caro, Pier Paolo Pasolini, si manifesta nello spettacolo inviando una lettera da Roma all’amico. A dare corpo e voce al gruppo che, tra sogno e storia, scivola verso l’isola di Barbana per ottemperare ad una pia devozione mariana, sono Gilberto Colla (Giuseppe Zigaina), Loriano Della Rocca (il padre), Carla Chiarelli (la madre), Sandro Buzzatti (Pier Paolo Pasolini). Sullo sfondo di una magnifica opera del Maestro, in scena entrano anche altri protagonisti: Piero Salvatori, al violoncello, e Renzo Ruggieri, alla fisarmonica. Accompagnano l’azione brani scritti per questa messa in scena da Piero Salvatori. Poi c’è la voce straordinaria di una grandissima interprete come Antonella Ruggiero. In questo magico spettacolo, Antonella Ruggiero porgerà come lei sola sa fare quattro brani, tre notissimi, il quarto scritto per l’occasione. Si tratta dell'”Ave Maria” di Gounod, dell’inno “Panis Angelicus”, penultima strofa di quel “Sacris solemniis”, composto da San Tommaso d’Aquino, e “Ai preat la biele stele”, canto di un’epoca e di un momento, quello della Grande Guerra, vicinissimo al racconto di Zigaina. Il quarto ed ultimo brano, sempre cantato da Antonella Ruggiero, si intitola “Navigando”, parole di Marco Goldin messe in musica da Roberto Colombo.
Lo spettacolo sarà preceduto dal saluto di Roberto Molinaro, Assessore alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia, e di Enzo Cainero, Commissario straordinario dell’Azienda Speciale Villa Manin. Sarà quindi la volta di Marco Goldin che, con immagini, offrirà una anteprima della grande mostra che sarà allestita a Villa Manin dal 21 marzo al 30 agosto prossimi. Chiuderà la serata un saluto del maestro Zigaina di cui, con questo omaggio udinese e con la mostra a Villa Manin, si festeggia pubblicamente l’ottantacinquesimo compleanno.
L’ingresso alla serata è libero sino ad esaurimento dei posti.

451