Aperitivo a Grado

Archeologia, al via la missione in Calabria

locri-epizefiri-lo-scavo-dellofficina-siderurgica.jpgGli archeologi del dipartimento di Storia e tutela dei beni culturali dell’Università di Udine hanno dato il via a una missione in Calabria sul sito dell’antica città greca di Locri Epizefirii (Reggio Calabria), fondata sulla costa ionica nel 700 a.C.. Le prime attività sono state dedicate prevalentemente al rilievo completo delle strutture. I lavori si sono svolti nell’area dell’importante santuario di contrada Marasà, probabilmente dedicato ad Afrodite e famoso per il grande tempio in stile ionico costruitovi nel V secolo. a.C.. Ai margini del tempio è stata scoperta un’officina per la lavorazione del ferro, con un forno per la riduzione del metallo e varie strutture legate alle attività di forgia. Parte delle scorie di ferro rinvenute sono state già analizzate in collaborazione con il dipartimento di Chimica dell’Università di Venezia Ca’ Foscari.

La missione è diretta da Marina Rubinich, docente di Archeologia classica presso l’Ateneo friulano. L’iniziativa rientra nell’ambito di una convenzione quinquennale stipulata dal dipartimento di Storia e tutela dei beni culturali con la Soprintendenza per i beni archeologici della Calabria.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
287