Aperitivo a Grado

Artegna: mostra antologica di Sandro Comini

comini
La visione sul percorso di una vita nella sintesi di un titolo: Ci Sono. Una suggestione che si concretizzerà nella mostra antologica di Sandro Comini che s’inaugurerà sabato 26 aprile alle 16.00 al Castello Savorgnan di Artegna.
In cinque sezioni, per la prima volta, Comini presenterà una sintesi di un lavoro iniziato negli anni Settanta e che, oggi, continua con coerente intensità. Dalle visioni oniriche e satiriche dei Quadernini Neri si passa alle tele dedicate a Il Mio Paese, ispirate ad Artegna. Le prospettive si ampliano nei Paesaggi che incorniciano ampie panoramiche friulane e toscane per poi arricchirsi nel Paintelling di storie personali e umane di grande intensità emotiva, sorrette da una coinvolgente pittura narrativa. A chiudere il percorso della mostra il Bestiario, dedicato al vivido rapporto con la natura che caratterizza l’intimità dell’autore.
Nato ad Artegna ma naturalizzato udinese, Sandro Comini è un artista polimediale e poliedrico, capace di amplificare l’essenza del suo messaggio attraverso l’unione di più strumenti artistici: pittura, parola, poesia, musica. Cofondatore dell’inossidabile gruppo musicale Frizzi, Comini, Tonazzi, da sempre pittore, ha coltivato la sua vena creativa anche dando forma a campagne pubblicitarie di riconosciuto successo tramite l’agenzia pubblicitaria Unidea di cui oggi è il presidente.
“Il titolo della mostra – precisa Sandro Comini – ha una doppia lettura: la prima è personale, e sta a confermare la consapevolezza dei rapporti con il mondo che si concretizza attraverso i miei lavori ma anche attraverso le relazioni con il paese natale nel quale sono tornato a vivere. La seconda, ancora più intima, è dedicata a tutte quelle persone che sarebbero state felici di vedere una mia mostra finalmente nel mio paese. Un “ci sono” plurale, familiare, rivolto ad anime e presenti”.
Come anticipato la vernice della mostra si terrà sabato 26 marzo alle ore 16.00. La mostra resterà aperta dal 26 marzo al 1° maggio, il sabato, la domenica e i festivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00 con ingresso libero.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
955