Aperitivo a Grado

Bolibruck alle Aquile FVG

facebook

kevin-bolibruck_02.jpgLe Generali Aquile FVG che saranno ai blocchi di partenza per la prossima stagione, si preannunciano una formazione in puro Canadian Style Hockey. A infoltire ulteriormente la già nutrita pattuglia biancorossa d’oltreoceano, infatti, giungerà anche Kevin Bolibruck difensore di stecca sinistra che può contare su una grande esperienza sul ghiaccio europeo.

Nato a Peterborough, in Ontario, l’8 febbraio 1977, Bolibruck è quello che si definisce un difensore di peso, sia per le sua caratteristiche fisiche – è alto 185 centimetri per 91 chilogrammi, numeri che lo rendono il giocatore con la maggiore stazza del roster friulano – sia per la grinta e la poca voglia di risparmiarsi quando c’è da lottare su ogni puck.

Nel suo palmarès, può vantare un titolo OHL vinto nella stagione 1995/1996 con la formazione della sua città natale con cui aveva iniziato a giocare l’anno precedente, titolo che gli consentì di essere draftato per la NHL come 89a scelta dagli Ottawa Senators. Kevin rimane però con i Peterborough Petes ancora in OHL, lega che lascerà nel 1997 dopo aver collezionato 215 partite, 92 punti (19 gol e 73 assist), ben 330 minuti di penalità ed essere nuovamente scelto da una formazione NHL, questa volta gli Edmonton Oilers.

Anche in questo caso, però, l’esordio tra i professionisti americani non arriva e Bolibruck passa all’American Hockey League non prima, però, di aver giocato un intero anno con il Team Canada. L’esordio in AHL avviene nella stagione 1998/1999 quando indossa la maglia degli Hamilton Bulldogs dove giocherà due stagioni, quindi fa registrare presenze nei Rocester Americans, negli Houston Aeros e nei Bridgeport Sound Tigers per un totale di 366 partite, 59 punti (12 reti e 47 assist) e 311 minuti di penalità.

Nel 2003 la svolta: Kevin decide di provare l’avventura europea. I primi a metterlo sotto contratto sono gli inglesi dello Sheffield Steelers (Elite Uk), quindi il trasferimento in Danimarca tra le fila dell’Herning IK (Danish League) che – all’inizio della stagione 2005/2006 – lo cederà ai finlandesi dell’Ilves Tampere salvo poi inserirlo nuovamente nel proprio roster a campionato iniziato. Viste le sue capacità difensive, alcune squadre della Deutschen Eishockey Liga mettono gli occhi su questo giocatore capace di proteggere bene il proprio goalie. A spuntarla è il team degli Augsburger Panther che, nonostante l’apporto del canadese, non si qualifica per i play-off. Nella stagione da poco conclusa, Bolibruck decide di cambiare nuovamente e va a giocare nell’Eliteserien norvegese con la formazione del Valarenga eliminata in semifinale scudetto.

Durante le sue cinque stagioni europee, Bolibruck ha messo a referto 252 partite, 117 punti (38 reti e 79 assist) e 536 minuti di penalità.

Si completa così, con questo ultimo acquisto, il roster delle Generali Aquile FVG per quanto riguarda i transfert stranieri. Le porte della formazione di Pontebba, però, si riapriranno a dicembre quando Anthony Aquino – come da regolamento – maturerà i 24 mesi consecutivi in “quota stranieri” necessari per diventare un giocatore italiano a tutti gli effetti. A quel punto si libererà un posto e il Pontebba potrà tornare sul mercato per tesserare un ulteriore giocatore straniero.

544