Aperitivo a Grado

Calcio Femminile: Graphistudio – Brescia 0 – 3

facebook

como Graphistudio

Niente da fare per la Graphistudio che, dopo la Supercoppa italiana, cede nuovamente al Brescia. Nel primo impatto in versione campionato le leonesse graffiano tre volte mentre, le idee del Tavagnacco si infrangono in un paio di occasioni sui legni dell’ex Marchitelli. Il successo delle ospiti, superiori sul piano corale e spietate nei momenti importanti, è comunque meritato. Con una partenza sprint le gialloblu cercano di sorprendere le campionesse d’Italia: già al 2’, infatti,Brumana scappa lungo la linea di fondo, ma conclude sull’esterno della rete. Replicaprontamente il Brescia, al 6’: destro diagonale di Girelli e pallone che sfiora il palo.Le ospiti adesso premono, la difesa gialloblu va spesso in affanno, ma è il Tavagnacco a farsi vivo al 23’: contropiede vertiginoso e conclusione di Brumana, neutralizzata da Marchitelli. Al 31’ il Brescia passa. Calcio di punizione battuto furbescamente da Cernoia, che innesca Girelli: delizioso il pallonetto a scavalcare Blancuzzi (la cui imbattibilità si interrompe a 219 minuti). Al 36’ provvidenziale intervento di Tuttino che “stoppa” Tarenzi lanciata a rete. Al 41’ il bis biancazzurro: Girelli riceve in area da Alborghetti e scarica un rasoterra imprendibile per Blancuzzi. Nella ripresa entra Sardu per Mantoani e, al 3’, il Tavagnacco sfiora ilbersaglio. Tuttino “pesca” Parisi, la quale prolunga per Brumana: il sinistro del “sette” finisce sul palo. Al 7’ miracolo di Blancuzzi, che si oppone a Cernoia, lasciata inspiegabilmente sola in area. Un minuto dopo dopo tocca, invece, a Pochero salvare su Tarenzi. Al 10’ altro clamoroso palo del Tavagnacco: il destro a giro di Camporeserimbalza sul montante e torna in campo. Il Brescia non perdona al 21’: Cernoia pennella, Tarenzi si avventa ma Blancuzzi, che respinge la prima conclusone, nulla può sul tap in di testa dello stesso attaccante. Il Tavagnacco non ci sta a subirepassivamente e, al 25’, Camporese alza di pochi centimetri un cross di Zuliani.Nuova chance gialloblu al 27’: Frizza indirizza di testa sotto la traversa, ma l’ex Marchitelli si inarca, alzando in corner. Al 37’ Brumana, innescata da Parisi, arriva stanca sul pallone e spedisce sul fondo.

Graphistudio – Brescia 0 – 3

Reti: 30pt e 41 pt Girelli, 20st Tarenzi

GRAPHISTUDIO: Blancuzzi, Bissoli (24st Peressotti), Pochero, Martinelli, Frizza, Mantoani (1st Sardu), Parisi, Tuttino, Camporese, Zuliani (33st Lauriola), Brumana. Allenatore: Sara Di Filippo. A disposizione: Copetti, Nobile, Cecotti, Veritti.

BRESCIA: Marchitelli, Zizioli (17st Linari), D’Adda, Karlsson, Costi, Cernoia (35st Piovani), Alborghetti (43st Martani), Nasuti, Rosucci, Tarenzi, Girelli. Allenatore: Milena Bertolini. A disposizione: Caesar, Zanoletti, Piovani, Martani, Boattin.

Arbitro: Bodini di Verona (collaboratori: Pittelli di Tolmezzo e Forgione di Monfalcone)
Ammonite: Tuttino, Brumana, Nasuti.
Note: Cielo sereno, terreno in buone condizioni, spettatori 200.

La classifica dopo la quarta giornata di andata: Res Roma, Firenze e Brescia 10 punti, Mozzanica 9, Verona 8, Torres 7, Tavagnacco e Riviera di Romagna 6, Pordenone 4, San Zaccaria, Pink Sport Time e Cuneo 3, Anima e Corpo Orobica 1, Como 0.

341