Aperitivo a Grado

Capodanno 2017: a Pordenone si balla coi Bluebeaters

thebluebeaters2016Sarà un capodanno tutto a ritmo ska quello di Pordenone, coronato dai fuochi d’artificio, dopo il brindisi di mezzanotte e gli auguri ufficiali con il sindaco e l’amministrazione. A salire sul palco di piazza XX Settembre alle 23, ben introdotti dal dj Lino Lodi (dalle 22 con la più bella musica che ha fatto la storia) saranno infatti The Bluebeaters, sul finire del tour di “Everybody knows”” quinto album di studio che ha visto il ritorno alla voce di Pat Cosmo – straordinaria voce soul che ha incantato il mondo con la hit internazionale “After The Rain” di Fedo Mora e Camurri, ma anche tastierista con Casino Royale e Neffa – dopo l’addio di Giuliano Palma nel 2012. Sul palco di Pordenone saliranno sette elementi comprensivi della sezione fiati, dove agli storici componenti, Cato Senatore alla chitarra, De Angelo Parpaglione al sassofono, Count Ferdi alla batteria e Pat Cosmo alla voce, si aggiungono Davide Enphy Cuccu al pianoforte, Count Ricky Dabirè al basso, Henry Allavena al trombone e Richy Gibertini alla tromba e trombone. La storica Ska band italiana con oltre venti anni di onorata carriera alle spalle quest’anno ha partecipato anche al Festival di Sanremo, dove ha accompagnato Neffa. Oltre ai brani dell’ultimo album “Everybody Knows” – che ha raccolto i consensi di personaggi del calibro di Craig Charles (BBC Radio), David Rodigan e Gaz Mayall ed è entrato nelle classifiche di vendita di Tower Records in Giappone – sono pronti a mettere in campo un mix esplosivo in salsa “Blue Beat” di classici della band e nuovi pezzi ri-arrangiati per l’occasione. Il loro sound affonda le radici nella musica giamaicana. Nel repertorio oltre ai brani dell’ultimo lavoro, compreso “When Love Takes Over” (pubblicato in digitale) The Bluebeaters presenteranno “Tempo”, primo brano originale scritto da Diego Mancino e Stefano Brandoni , “Terra Mia”, un omaggio a Domenico Modugno e “Sono Qui”, di Patrick Benifei, nella Bluebeaters version. Non mancheranno citazioni di Casino Royale (“Jungle Jubilee”, strumentale d’apertura e “Suona Ancora”) oltre ad alcuni grandi classici come “There’s a Reward For Me” o “Stop Making Love”. Zoccolo duro del loro repertorio rimane il bagaglio ska/rock steady anni 60-70, Rythm&Blues e Soul. La band è già al lavoro su un nuovo album – in uscita ad aprile 2017,  periodo in cui riprenderanno i live (il 13 maggio si esibirà  a Londra, nello storico The 100 Club) – che conterrà brani originali nati da nuove collaborazioni con giovani artisti e autori vicini alla band, che ha collaborato con Max Casacci (Subsonica), Bianco, Boom Da Bash, Lo Stato Sociale e Diego Mancino. Per tutta la serata, nella piazza animata da giochi di luce, saranno aperte le Casette, con le specialità enogastronomiche del territorio.

 

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
1.988