Aperitivo a Grado

Casa Moderna: le novità del 2015

facebook

casa moderna 2015
Alcune tra le novita? e anteprime di Casa Moderna…
Non e? facile rispondere alla domanda, legittima e scontata…“quali sono le novita? di Casa Moderna quest’anno…?”. Non e? facile perche? molto spesso si tratta di novita? “invisibili”, celate dall’aspetto piu? o meno solito – tendenze di colore e di stile a parte – che puo? avere una cucina, un soggiorno o una camera da letto. L’innovazione, il piu? delle volte, si nasconde nei materiali che costituiscono i vari elementi di una casa o, ancor di piu?, nei processi di lavorazione che hanno portato alla nascita e all’uso di quel materiale e di quella funzione. Quindi, andiamo per ordine…
Tendenze casa 2015 – 2016 per arredamento e colori, in testa alla classifica c’e? la gamma dei rossi, fino ad arrivare al bordeaux, ma il colore dell’anno per l’interior design e? il “marsala”. Per chi deve rinnovare, ristrutturare o proprio costruire da zero la propria casa, i colori in voga di quest’anno sono quasi tutti dei “sempreverdi“, tonalita? calde che si rifanno ai 4 elementi terreni (terra, fuoco aria, acqua).
Materiali: e? la natura ad ispirare i materiali utilizzati per i rivestimenti e le piastrelle di casa, creati a seconda delle esigenze e realizzati con pietre naturali. Prese le distanze dal bianco e nero che da (troppo) tempo ormai abitano le nostre case, guadagnano spazio i colori caldi ed elementi, meglio se nostrani, come legno, granito, quarzo e marmo.
Tessuti: accomodarsi su divani e poltrone e? ancora piu? piacevole perche? i tessuti sono morbidi, i colori naturali, utilizzati anche per letti e complementi d’arredo. L’ispiratrice e?, ancora una volta, la natura con le sfumature dell’autunno e delle spezie orientali: marrone chiaro, marrone scuro, cachi, ocra e arancio sono le tonalita? must di quest’anno. Cotone, seta e lana cotta sono le fibre adatte per i cuscini, per il rivestimento delle sedie e per le tende.

Minimal, “Less is more” ossia “Meno e? di piu?”. Questa espressione acquista sempre piu? spazio e in casa diventa legge: minimal e? la regola. Quindi spazi aperti, pochi mobili, quelli indispensabili e non troppo grandi, e tanta luce naturale. Pulizia anche nell’uso dei sopramobili, bando a quelli inutili e a tutte quelle cose troppo ingombranti che rendono la stanza piu? piccola per non dire “soffocante”.
Caminetto: chi, specialmente in una Regione come la nostra, non ha mai pensato di avere in casa un caminetto davanti al quale rilassarsi su una comoda poltrona bevendo un buon bicchiere di vino o leggendo un bel libro? Questa tendenza e? rivolta piu? che altro a coloro che stanno costruendo o restaurando la loro casa e alle persone che sanno quanto vale il calore del fuoco acceso. Anche per il focolare, nel rivestimento le pietre naturali si contendono la partita con le cornici in bianco e nero.

Mobili: le forme dure e squadrate dei mobili ultra moderni lasciano il passo a mobili dalle forme morbide e arrotondate. In una casa che vuole essere accogliente, non e? bene accostare colori tenui e caldi a mobili freddi… quasi “futuristici”. A dare il benvenuto sono divani soft, la poltrona che torna di moda, la cucina della nonna con tanto dicredenzae anche una camera da letto calda ed elegante, con tanto di moquette per terra. Accogliente si?, ma senza troppi fronzoli!

E sin qui le tendenze e le mode del momento che caratterizzano e condizionano il primo approccio estetico e sensoriale di chi le guarda. Ma accanto a questi elementi impattanti ci sono elementi e condizioni altrettanto importanti e con un forte impatto sul modo di stare in casa, sulla qualita? della vita fra le mura domestiche, sui consumi energetici e sul modo di salvaguardare l’ambiente e le risorse che ci circondano. Tra gli stand delle aziende presenti a Casa Moderna 2015 sono esposte diverse proposte finalizzate ad una sempre maggior funzionalita? dell’ambiente casa, all’utilizzo ottimale dello spazio a disposizione, all’ergonomicita?, al comfort e al risparmio energetico.
La luce ha un ruolo fondamentale in casa e nel nostro modo di vivere. Le grandi superfici a vetrata sono ormai il trend nelle moderne costruzioni e, di conseguenza, il settore delle schermature e dei frangisole ha escogitato nuove gamme di prodotti e soluzioni per dare alla luce una nuova dimensione. HERO e? una linea di veneziane frangisole per esterni con un design delle lamelle non solo moderno, ma anche attraente: garantiscono ottima oscurita?, funzionamento silenzioso e alta resistenza al vento. La scelta dei colori per le lamelle consente 10 varianti, 8 per il cassonetto che puo? restare visibile oppure a scomparsa.

Mettendo insieme alluminio e legno, nasce una finestra “camaleontica” (Alulen Kamaleontik Cover) personalizzabile, che consente un maggior ingresso di luce naturale e con profili “minimal” sia all’interno che all’esterno. L’insieme delle innovazioni tecnologiche apportate a questa finestra consentono ottimi livelli di isolamento termico anche delle case cosiddette “passive”.
L’alluminio e il legno sono presenti anche nel settore delle schermature solari per la realizzazione di nuove persiane scorrevoli e pieghevoli con diverse tipologie di movimentazione, manuali e motorizzate. Queste persiane hanno un telaio perimetrale in alluminio e innumerevoli tamponamenti frontali a vista con doghe in alluminio, legno, tessuto fino all’utilizzo del materiale di facciata dell’edificio.
Nella settore delle stufe sono esposte anche le ultime novita? del genere a pallet e a legna: tra le prime, quelle battezzate “P943”, a ventilazione forzata per volumi riscaldabili fino a 290 mq, possono raggiungere una potenza del focolare di 11,1 kw e sono caratterizzate da un design essenziale e da forme semplici con rivestimento in maiolica. Dotate di telecomando multifunzione e da cronotermostato con programmazione giornaliera, queste stufe custodiscono al loro interno un esclusivo sistema di ventilazione che oltre a garantire uniformita? di temperatura nell’ambiente, consente di canalizzare il calore anche in altri locali posti su piani diversi. La gamma si arricchisce con le stufe a pellet che alimentano l’impianto di riscaldamento e con l’innovazione delle stufe a legna a controllo elettronico, codificate come E929 BCS con focolare ermetico e gestione elettronica dell’aria comburente, capaci di riscaldare sino a 215 mq.
Nel cuore caldo della casa si fa spazio un altro gioiello tecnologico dal design innovativo: anche qui il nome e? un codice, SCAN 66, e ha ottenuto dalla giuria britannica di Build it Awards il premio di eccellenza per alte prestazioni, stile, riscaldamento sostenibile e comfort ottimale. Di origine danese, questa stufa a legna ha un sistema con 4 ingressi d’aria che rendono efficiente e pulita la combustione garantendo bassissimi consumi: 1 kg di legna all’ora essendo in grado di scaldare fino a 240 mq. Disponibile sia nella versione con piedistallo che da appendere al muro come fosse un quadro.
La tradizione austriaca in fatto di stufe non e? da meno con la “RIKA TroniK4” che ha rivoluzionato il mondo delle biomasse creando la prima stufa a legna che si accenda da sola grazie al sistema di accensione elettronica programmabile. Italiane, invece le stufe “intelligenti” con sistema automatico di pulizia del braciere, zero manutenzione giornaliera, zero rumore perche? a convezione naturale che significa zero spostamento di polvere.

Si chiama DIAMOND il progetto cucina dalle forme evolute che nascono dall’esperienza di utilizzare al meglio l’ambiente e lo spazio e disposizione garantendo il massimo di ergonomia e funzionalita?. L’ampia modularita? unita alla scelta di nuovi materiali come il multistrato per le finiture in legno, il cemento e una vasta gamma di colori, possono soddisfare svariate esigenze di stile ed economiche.
In cucina ci sono le pentole e sempre piu? spesso sono pentole in vera pietra lavica refrattaria e in vera terracotta toscana. Entrambe le produzioni montano un disco di acciaio, adatto a tutti i tipi di fuoco, induzione compresa. Oltre a non necessitare di condimenti durante la cottura, non temono graffi di coltelli e forchette e lavorano a risparmio energetico.
Adatto agli spazi abitativi di metratura ridotta, ma ideale anche per spazi residenziali piu? ampi o ad uso commerciale e industriale, “Kilhavisto” e? un innovativo sistema di aspirazione centralizzato con tubo a scomparsa di facile inserimento anche all’interno di un armadio. Flessibile e maneggevole, questo tubo lungo 15 mt scompare in un attimo (basta tappare il buco con un mano), aspirato come per magia nella sua sede “nascosta” di alloggio.
Cosa fare davanti al distacco di intonaci e pitture? Solitamente di fronte alla presenza di efflorescenze si rifanno gli intonaci credendo di risolvere il problema che, in realta?, va ricercato e risolto piu? in profondita?, nelle fondazioni della casa scoprendo che e? a diretto contatto con il terreno e che quindi si imbibisce di acqua che nella sua risalita porta con se? i sali, causa del degrado e del distacco dell’intonaco. Oggi sono proposti sul mercato dei prodotti ad alto contenuto tecnologico, altamente professionali, ma semplici da utilizzare anche nella formula “fai da te” senza l’obbligo di ricorrere ad attrezzature professionali. “RISANAMURO” e? il prodotto della ricerca per risolvere questo problema: e? un idrofobizzante in gel di ultima generazione a base di silano monomero, confezionato in cartucce, che tramite il tubicino in dotazione viene iniettato all’interno della muratura creando una barriera che blocca l’acqua in risalita e quindi i sali senza compromettere la traspirabilita? della muratura.

Il prosciugamento naturale definitivo delle murature ha un altro alleato con tecnologia innovativa e bio- compatibile: si chiama BIODRY ed e? adatto anche per le residenze storiche con affreschi. E’ un sistema che funziona senza corrente elettrica, senza sostanze chimiche, senza campi magnetici e senza ricorrere a opere edili invasive. E’ un piccolo dispositivo applicato negli ambienti colpiti dall’umidita? e che la capacita? di invertire il flusso delle molecole d’acqua verso il terreno, trasportando cosi? verso il basso anche l’umidita?.
A casa ci si sente bene anche quando sappiamo che la nostra casa e? sicura e protetta da un sistema di videosorveglianza che oltre ad essere innovativo e anche economico nella prevenzione di furti e danni. La nuova “fototrappola” si chiama “LTL ACORN 5310 MMS GPRS” e permette di sorvegliare anche da remoto la proprieta? (non solo case, ma anche uffici, magazzini, parcheggi, terreni e boschi…) grazie ad una semplice APP sullo smartphone. Installazione fai da te, senza fili semplice veloce, funziona a batterie stilo che consentono mesi di autonomia. Appena il sistema rileva un’anomalia o un movimento scatta video e foto agli infrarossi, quindi efficace anche di notte, e li invia al cellulare sul quale va inserita una semplice sim card.
Particolarmente studiato per proteggere l’esterno degli edifici come terrazzi, tettoie, giardini, parcheggi anche in presenza di animali, e? il rilevatore di movimento MAX-E DT a doppio infrarosso e/o a doppia tecnologia antimascheramento.
Qualita? della vita e dell’abitare, eco-sostenibilita? e risparmio energetico sono questioni particolarmente sostenute e concretamente trattate negli stand delle aziende presenti al padiglione 8 di Casa Biologica, dove dei bollini colorati indentificano un prodotto/materiale “Bio” o un prodotto/processo “Energeticamente efficiente” o entrambe i casi con doppio bollino.
Edilizia e architettura sostenibili stanno diventando una realta? sempre piu? concreta anche in Italia dove aumentano le case costruite in legno e che nel 2015 saranno il 50% in piu?. E’ quanto emerge dal XXI Rapporto CRESME (Centro Ricerche Economiche Sociali di Mercato per l’Edilizia e il Territorio) che per quanto riguarda il settore delle costruzioni indica una crescita degli edifici progettati e realizzati secondo le norme di eco-architettura in Italia. In particolare, come conferma anche l’OISE (Osservatorio Innovazione e Sostenibilita? del settore Edile) e? l’uso del legno ad essere sempre piu? utilizzato nelle nuove costruzioni.

A testimoniare questa tendenza contribuisce anche l’esempio, presentato in Casa Biologica, della realizzazione a Pagnacco di una villa bifamigliare in legno (tricamere biservizi) costruita con le piu? moderne tecnologie dell’edilizia sostenibile: strutture portanti in legno, due livelli di abitazione con un’architettura tipica della zona (collinare e di interesse paesaggistico e naturalistico). I sistemi costruttivi adottati sono di eccellenza: parete Building, tetto Visio, solaio Max. Inoltre il tetto ventilato con travi a vista, l’impianto di riscaldamento a pavimento, l’impianto solare termico e l’impianto fotovoltaico evidenziano ulteriormente la funzione “bio” della realizzazione dell’edificio classificato in classe A dove il comfort abitativo e? un tutt’uno con il piu? efficiente risparmio energetico.

692