Aperitivo a Grado

Castelli Aperti FVG: sabato 1 e domenica 2 aprile

facebook

Castello_diArcano(UD)

Un “tuffo nel passato” alla scoperta delle più belle dimore storiche regionali
Aprono ai visitatori 18 castelli che custodiscono la storia del Friuli Venezia Giulia

Con l’arrivo della primavera, torna anche una nuova edizione di Castelli Aperti FVG, sabato 1 e domenica 2 aprile, con ben 18 dimore che apriranno ad appassionati e curiosi. Arrivato alla 29^ edizione, il Consorzio per la Salvaguardia dei Caselli Storici del Friuli Venezia Giulia continua ad offrire un vero e proprio viaggio nel tempo, un weekend immerso nell’arte, nella cultura e nella tradizione regionale. Un’occasione unica per poter visitare dimore e meravigliosi giardini, raccolti tra bellezze e curiosi segreti, normalmente non accessibili al pubblico.

I castelli aprono in tutta la regione

uno in provincia di Trieste: il Castello di Muggia;
tre in provincia di Gorizia: il Castello di San Floriano del Collio, il Castello di Spessa di Capriva e Palazzo Lantieri;
tre in provincia di Pordenone: Palazzo Panigai Ovio (Pravisdomini), Palazzo d’Attimis Maniago e il Castello di Cordovado;
undici in provincia di Udine con il Castello di Flambruzzo (Rivignano Teor), il Castello di Villalta (Villalta di Fagagna), Casaforte La Brunelde (Fagagna), Palazzo Romano (Case di Manzano), Palazzo Steffaneo Roncato (Crauglio di S. Vito al Torre), Villa Elodia (Trivignano Udinese), Villa Kechler de Asarta (Fraforeano di Ronchis), Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco), il Castello di Cassacco, il Castello di Arcano (Rive D’Arcano) e la Centa di Joannis (Aiello del Friuli)

Attività particolari
Il Castello Formentini di San Floriano del Collio organizza una vera esperienza medioevale per le famiglie grazie alla collaborazione con le associazioni Arma Antica di Gorizia e Giullambro Spilimbergo e oltre 20 figuranti in abiti d’epoca: nella corte del castello sarà allestito un vero campo medievale in cui gli armigeri si sfideranno all’arma bianca, il giullare si esibirà in numeri di giocoleria e sputafuoco e lo stesso padrone di casa accoglierà gli ospiti in armatura trecentesca. Adulti e bambini potranno assistere all’investitura di nuovi cavalieri e ad un vero processo medievale in cui il condannato a morte sarà giudicato dalla Corte Feudale prima di essere portato al cospetto del boia.

Prima o dopo la visita al Castello di Arcano Superiore, sarà possibile salire a bordo di due carrozze d’epoca che attenderanno i partecipanti alle porte della rocca. Il cocchiere condurrà gli ospiti in un’esperienza originale e d’altri tempi, attraverso campagne e vigneti per riscoprire i ritmi lenti ormai lontani dal vivere quotidiano. La durata del tour è di circa 20 minuti; ciascuna carrozza può ospitare fino a un massimo di 6 persone.

Aperture straordinarie
Castello di Arcano – sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Castello di Flambruzzo – sabato dalle 15 alle 18 e domenica dalle ore 10 alle 18
Palazzo Steffaneo Roncato – sabato dalle 15 alle 18 e ore 20, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18

Centa di Joannis – sabato dalle15 alle 18 e ore 20, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Castello di Cordovado – sabato e domenica dalle ore 10 alle 18
Palazzo Lantieri – domenica dalle ore 10 alle 18

Le visite guidate partiranno all’inizio di ogni ora nei giorni indicati all’interno del dépliant. L’ingresso ad ogni singolo Castello è di 7 euro (bambini dai 7 ai 12 anni, 3,5 euro). Non è necessaria la prenotazione.
Sul sito del Consorzio www.consorziocastelli.it è possibile verificare orari e aperture delle singole dimore e scaricare il programma completo delle due giornate.
Si può inoltre contattare la segreteria per prenotare per gruppi superiori a 20 persone.

1.987