Aperitivo a Grado

Certificata la prima bottiglia friulana di Prosecco Doc

facebook

Il 2 dicembre è stata certificata dalla Camera di Commercio di Udine la prima partita di Prosecco a Doc del Friuli Venezia Giulia. L’Ufficio agricoltura dell’Ente Camerale ha saputo trovarsi pronto nella delicata fase di avvio della nuova Denominazione d’origine controllata, riconosciuta nel luglio scorso, affiancando efficacemente le aziende nel complesso iter di certificazione del prodotto, richiesta dalla legge.
Subito dopo l’istanza aziendale, in tempi ridottissimi, è stata garantita l’iscrizione dei vigneti agli Albi a Doc (in collaborazione con la Direzione centrale risorse agricole e i Centri di Assistenza Agricoli), il prelievo dei campioni, l’analisi chimico-fisica, la conformità da parte dell’organismo di controllo e la certificazione di idoneità organolettica da parte della Commissione di degustazione.
«Si dimostra ancora una volta – sottolinea con soddisfazione Giovanni Da Pozzo, presidente della Camera di Commercio di Udine – come l’esperienza del nostro personale e l’impianto informatico camerale siano in grado di fornire servizi eccellenti alle imprese agricole e sostenerle adeguatamente nel loro percorso verso l’eccellenza».
Il primo Prosecco certificato esce dalle cantine dei Livon, l’azienda con sede a Dolegnano di San Giovanni al Natisone, ma presenti anche in Toscana e in Umbria. La Livon, in Friuli Venezia Giulia, dispone di circa un centinaio di ettari di vigneto tra le zone Doc Collio, Colli Orientali del Friuli e Friuli Grave e produce una vasta gamma di vini internazionali e autoctoni (600.000 bottiglie l’anno), tra cui l’ultimo nato è, appunto, il Prosecco.
La nuova zona a Doc (protetta secondo le nuove norme europee), riconosciuta con decreto ministeriale 17 luglio 2009, si estende dall’omonima frazione di Trieste, da cui trae il nome, all’intero territorio della regione Friuli Venezia Giulia e alle province venete di Treviso, Vicenza, Belluno, Padova e Venezia.
In regione sono coltivati circa 320 ettari a Prosecco (il nome della varietà dalla quale si origina il vino è in realtà Glera), di cui circa il 60 % ricade nella provincia di Udine. Viene prodotto da circa un’ottantina di aziende viticole. Nella maggior parte dei casi, tuttavia, la fase di spumantizzazione viene effettuata conto terzi a opera di aziende fuori regione (Treviso in particolare), in quanto necessita di grandi recipienti sotto pressione (autoclavi), strutture presenti in numerose realtà aziendali venete dove la produzione di vini frizzanti e spumanti è consolidata ormai da tempo.

502