Aperitivo a Grado
facebook

cine20

Cine20 lo potete leggere tutti i venerdì ed è curata da un ragazzo cagliaritano ed uno genovese. Matteo “Weltall” Soi, dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com, e Mattia “Tob Waylan” Meirana, da tobwaylan.tumblr.com , mettono insieme la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazi da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Perché mettersi in due per gestire la rubrica? Semplicemente perché il “pensiero unico” è noioso e due voci, due opinioni, sia che convergano o che vadano in direzioni opposte, possono essere decisamente più interessanti e stimolanti per chi scrive e per chi legge. Detto questo, andiamo a cominciare.

.
Al cinema e non solo.

Non essendo riusciti, per svariati motivi, ad inserire in settimana la recensione di A Dangerous Method di Cronenberg e L’ Amore che Resta di Van Sant, approfittiamo dell’ uscita in sala di Arrietty per proporvi quella di Pom Poko, film della Ghibli uscito sul mercato home video qualche mese fa grazie alla Lucky Red. Alla prossima.

.
pompokoPOM POKO di Isao Takahata
(HOME VIDEO)

A volte ci si dimentica che quello dello Ghibli è uno “Studio” e pertanto, anche se le opere più note e belle sono quelle del suo fondatore Hayao Miyazaki, al suo interno sono presenti altri autori/collaboratori validissimi che hanno realizzato progetti davvero importanti. Alcuni di tenore diverso, basti pensare all’ inteso dramma a sfondo bellico di Una Tomba per le Lucciole, ma alcuni altri in perfetta sintonia con le opere del Maestro, come se ci fosse un pensiero forte e unico su alcune tematiche ricorrenti, soprattutto quella ecologica ed il rapporto conflittuale tra uomo e natura. Pom Poko di Isao Takahata ne è un’ esempio lampante: la rappresentazione della natura ad esempio, incarnata in una foresta rigogliosa immersa in un’ atmosfera carica di misticismo e superstizioni, ricorda quella del capolavoro Tonari No Totoro. In questa foresta vivono i Tanuki, creature della mitologia giapponese abili nel trasformismo e nella metamorfosi, che si vedono progressivamente minacciati dal sempre più aggressivo sviluppo urbano di Tokyo. Ne nasce uno scontro con gli umani, anche violento e sanguinoso, per proteggere quella che da secoli è la loro casa. Pom Poko non è un film che si dimostra immediatamente accogliente ad un pubblico occidentale, tanto è carico di riferimenti più o meno diretti alla sfera leggendaria e mitologica giapponese, ma che sa essere molto chiaro nei suoi messaggi: al di là di quello fortemente ecologico, la lotta tra gli uomini e i Tanuki rappresenta uno scontro tra futuro e passato: il progresso inarrestabile e forse necessario, ha reso gli uomini più impermeabili a quelle suggestioni, al timore ed al rispetto per quelle leggende che, non servono solo a spaventare ma, facendo parte del bagaglio culturale di un’ intero popolo, anche ad insegnare, ad esempio, il rispetto e la convivenza con ciò che ci circonda. Anche se era difficile aspettarsi di meno dallo Studio Ghibli, Pom Poko è un film davvero bello, profondo, divertente, adulto, capace di rappresentare la natura come un link diretto alle nostre radici, in maniera tanto magica quanto commovente.
GRADIMENTO WELTALL 85%

.
Brevemente in sala.

.
AMICI DI LETTO di Will Gluck

Protagonisti di questa commedia americana sono i cosi detti “friends with benefits” (che è anche il titolo originale del film), una coppia di amici che decide di intraprendere una relazione basata unicamente sul sesso senza alcun coinvolgimento emotivo. E se poi quello arriva comunque? Sulla carta non sembra che il film possa riservarci particolari sorprese ma Will Gluck potrebbe regalarci un gioiellino come con il precedente Easy Girl. Poi c’è Mila Kunis e se non sapete chi è forse è il caso che vi recuperate il bel “Il Cigno Nero” di Aronofsky.
ATTESA WELTALL 50%
ATTESA TOB WAYLAN 70%

.
ARRIETTY – IL MONDO SEGRETO SOTTO IL PAVIMENTO
di Hiromasa Yonebayashi

Se siete ancora tra quelli che credono che lo Studio Ghibli ruoti tutto intorno, solo ed esclusivamente, ad Hayao Miyazaki, forse Arrietty può aiutare e ricredervi. Miyazaki ha certamente messo la firma sui più grandi capolavori dello Studio, ma al suo interno sono presenti tantissimi talenti tra i quali anche il troppo sottovalutato figlio del Maestro. E poi c’è Hiromasa Yonebayashi, qui al suo esordio alla regia, che porta sul grande schermo una storia scritta dallo stesso Miyazaki basata sui racconti dell’ autrice inglese Mary Norton, con protagonista una ragazzina alta poco più di 10 centimetri che vive con la sua famiglia sotto le assi del pavimento, nascosta agli occhi degli umani. Almeno fino a quando non incontra il giovane Shu e tra i due nasce qualcosa. Io sono già pronto a farmi incantare.
ATTESA WELTALL 100%
ATTESA TOB WAYLAN 80%

.
COWBOYS & ALIENS di Jon Favreau

E’ il primo film tamarro della settimana e c’è Daniel Craig che, con al polso uno strano bracciale, arriva nella cittadina di Absolution dove non viene accolto nel migliore dei modi. I cittadini e il colonnello Dolarhyde (Harrison Ford), che governa la città, non amano particolarmente gli stranieri ma quando arrivano gli alieni a mettere tutto a ferro e fuoco, Craig ed il suo bracciale si rivelano l’ unica possibilità di salvezza. Al timone della regia c’è Jon Favreau che con i due Iron Man se l’è cavata quindi un pochino ci crediamo.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 50%

.
.

THIS MUST BE THE PLACE di Paolo Sorrentino

Il nuovo film di Paolo Sorrentino, dopo l’ottimo Il Divo, è anche il suo primo in lingua inglese ed ha come protagonista Cheyenne, un’ ex rock star ormai cinquantenne che trascorre le sue giornate tutte uguali nella sua casa di Dublino. Quando viene a sapere della morte del padre, con il quale è sempre stato molto distante, Cheyenne decide di intraprendere un viaggio attraverso gli Stati Uniti per portare a compimento l’ ossessiva ricerca di un ex criminale nazista che il padre non è mai riuscito a trovare. Sean Penn conciato come un Robert Smith sfatto, cerone, rossetto e capelli impazziti, vale da solo la visione del film.
ATTESA WELTALL 80%
ATTESA TOB WAYLAN 100%

.
I TRE MOSCHETTIERI 3D di Paul W.S. Anderson

Ed il secondo film tamarro della settimana non poteva essere che questo, l’ ennesima rivisitazione de I Tre Moschettieri ad opera di un regista zozzone, uno di quelli deriso da chi ha la puzza sotto il naso ma al quale, in fondo in fondo, non puoi che voler bene: Paul W.S. Anderson. Quest’ uomo nel suo curriculun ha soprattutto trasposizioni cinematografiche di famosi videogiochi ed è proprio dai suoi Resident Evil che porta anche in questo suo nuovo film Milla Jovovich. Se avete voglia di spendere qualche minuto per dare un’ occhiata al trailer, vi renderete subito conto che solo un regista di questa caratura poteva portare in sala un film così. Da vedere? Se non avete nessuna pretesa, perchè no? Ma evitate il 3D.
ATTESA WELTALL 40%
ATTESA TOB WAYLAN 0%

.
Consigli per gli acquisti.

.
HABEMUS PAPAM (DVD e BD già disponibili dal 13/10/2011)

habemuspapamSicuramente uno dei film italiani più importanti dell’ anno ma non solo. In occasione di titoli così rilevanti, anche a livello internazionale, è sempre un piacere vedere le case di distribuzione mettere in commercio un prodotto finalmente esportabile. Si, si avete capito bene, un prodotto italiano esportabile e non il contrario. E questo grazie semplicemente all’ inserimento di una traccia sottotitolata in lingua inglese e francese. Applausi.
* DVD * VIDEO: 1.85:1 anamorfico – AUDIO: Ita Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita non udenti / Fra / Ing – EXTRA: Backstage, A Cannes, Fuori scena, Il cast, Ciak, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita DTSHD 5.1 – SOTT: Ita non udenti / Fra / Ing – EXTRA: Backstage, A Cannes, Fuori scena, Il cast, Ciak, Trailer – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.

554