Aperitivo a Grado
Elezioni Comunali 2019

Cine20_1 Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.
.

Al cinema e non solo.

.

nymphomaniac_parte1NYMPHOMANIAC VOL. I di Lars Von Trier

.
Parlare di Nymphomaniac di Lars Von Trier non è facile per due motivi in particolare. Il primo dipende dal fatto che il film è stato diviso in due volumi, certamente più vendibili separati che in un unico blocco di oltre quattro ore. La divisione però costringe ad un giudizio monco in attesa di poter vedere la seconda parte e farsi un’ idea definitiva. Il secondo motivo risiede invece nei tagli che sono stati apportati al film, epurato di alcune scene di sesso per facilitarne la distribuzione, sforbiciamenti comunque non operati ed approvati da Von Trier. Al di là di questi fattori però, due ore abbondanti danno già un’ idea di che film ci si trova davanti e svelano subito il grande inganno operato dal regista danese e dalla memorabile campagna pubblicitaria: Nymphomaniac non è certo un porno e non c’è niente di quello mostrato da Von Trier che non si sia già visto o che sia stato rappresentato nel cinema in maniera sicuramente meno fredda e calcolata. Il fulcro narrativo del film risiede tutto nel confronto verbale tra la ninfomane Joe e l’ anziano Seligman, tra l’ ostinazione della prima nel voler dimostrare la correlazione tra la sua ossessione per il sesso ed il fatto che si senta un pessimo essere umano, e la razionalità anche un po’ pedante del secondo. Il tutto è inframezzato dai classici capitoli alla Von Trier, esageratamente discontinui per forma e contenuto tanto da non riuscire a dare quel senso di coesione e compiutezza che invece ha caratterizzato le opere precedenti del regista, Antichrist e Melancholia. Difficile insomma empatizzare con il dolore della protagonista nel capitolo “Delirium” dopo il grottesco ma ben più convincente Mrs H. (straordinaria Uma Thurman). Ed ancora più difficile trovare qualcosa di cui scandalizzarsi, per questa o quella scena di sesso “esplicita”, quando Nymphomaniac riesce ad essere davvero convincente nei momenti in cui strappa sincere risate pur raccontando una drammatica incapacità di amare. I dubbi (e forse anche qualcosa di più), insomma, ci stanno tutti ed è difficile immaginare come le restanti due ore di girato possano tirare tutte le somme tanto da ribaltare un giudizio non certo positivo.
GRADIMENTO WELTALL 40%

.

Brevemente in sala (a cura di Weltall).

.

grandbudapesthotelGRAND BUDAPEST HOTEL di Wes Andreson

.
Un leggendario concierge, il suo fidato fattorino, un dipinto da recuperare sullo sfondo di un’ Europa in bilico tra le due Guerre Mondiali, sono solo alcuni degli ingredienti miscelati insieme nel nuovo film di Wes Anderson che, dopo il quasi unanime consenso ricevuto all’ ultimo Festival di Berlino, si prepara a sbarcare anche in Italia. Da queste parti non si vede l’ ora e, chi vi scrive, vorrebbe essere seduto in sala proprio in questo momento.
ATTESA WELTALL 100%

Ok, io ti aspetto fuori che andiamo a farci una pizza dopo:  offro io, basta che non parliamo del film!!!
ATTESA KUSA 0%

.

unmatrimoniodafavolaUN MATRIMONIO DA FAVOLA di Carlo Vanzina

.
La commedia italiana non prova minimamente a fare passi avanti ma continua a girare su se stessa da tanti anni che sembra oramai impossibile uscire dalla buca che si è scavata da sola. Sembra confermare questa tesi l’ ultimo film di Carlo Vanzina, incentrato su di un gruppo di amici che si ritrovano dopo vent’anni per il matrimonio di uno di loro, tutto condito con equivoci, tradimenti ed il solito umorismo da due soldi. Per carità.
ATTESA WELTALL 0%

Ultimo film di Carlo Vanzina? Ma fosse vero!!!
ATTESA KUSA 0%

.

mistermorganMISTER MORGAN di Sandra Nettelbeck

.
Commedia romantica ambientata a Parigi e con protagonista un’ indomito Michael Caine, anziano professore di filosofia, in lutto da più di tre anni per la morte dell’ amata moglie. Troverà un po’ di pace e conforto dalla conoscenza di una giovane insegnante di danza. Una storia d’amore classica e allo stesso tempo peculiare, forse non per tutti i tipi di pubblico. Forse neanche per me.
ATTESA WELTALL 0%

Unico titolo della settimana verso cui abbia un minimo di interesse, questo Mister Morgan’s Last Love, come recita il titolo originale, ha quanto meno dalla sua un vecchio marpione come  Michael Caine, che non e’ poco. Altro punto a favore e’ che poco si sa del film e dello sviluppo della trama, che da quel che si legge in giro  sospetto riservi qualche sorpresa …
ATTESA KUSA 50%

.

noahNOAH di Darren Aronofsky

.
Bisogna dare merito ad Aronofsky di sapersi prendere i suoi rischi. Dopo l’ ottimo Il Cigno Nero, il buon Darren pareva indirizzato verso la regia del nuovo film dedicato a Wolverine, progetto poi abbandonato per dedicarsi a questo: la trasposizione tutta effetti speciali e grandi nomi del racconto biblico di Noè, inclusa Arca, animali e alluvione. Il risultato pare decisamente dubbio, non di certo i motivi che hanno portano Aronofsky ad imbarcarsi (è proprio il caso di dirlo) in questo progetto. Qualcuno ha detto “i soldi”? Eccoli li, sempre a pensar male!
ATTESA WELTALL 0%

Vista la scelta di Russell Crowe come protagonista, per me l’unico motivo  per vedere la pellicola di Aronofsky potrebbe esser la presenza contemporanea di Emma Watson e Logan Lorman, curiosamente riuniti in questa pellicola dopo l’exploit del notevole Noi Siamo Infinito. Anche se l’accoglienza della critica USA non e’ poi cosi’ male non mi fido comunque, visto che oltretutto  il genere filmone biblico – catastrofico non mi ha mai attirato granche’.
ATTESA KUSA 0%

.

spacebattleshipyamatoSPACE BATTLESHIP YAMATO di Takashi Yamazaki
(solo il 15/4 e il 16/4  in alcuni cinema selezionati)

.
Versione live-action dell’anime del 1974 StarBlazers di Leji Matsumoto, Space Battleship Yamato e’ ambientato nel 2199 e racconta della strenua difesa del pianeta Terra da parte dell’ultima nave spaziale da guerra e del suo eroico equipaggio, la Yamato del titolo appunto, contro la forza aliena dei Gamilonesi. Ricordo che anche allora Starblazers non era proprio il mio anime preferito, ma il grande schermo e il tuffo nel passato potrebbero giocare un ruolo  essenziale. E poi e’ una settimana decisamente scarsa, soprattutto se non si e’ appassionati di Wes Anderson.
ATTESA KUSA 70%

Terzo appuntamento con le proposte della Nexo Digital che, dopo i due lungometraggi di Ghost in The Shell e l’ inedito Ghost in the Shell Arise, si allontana brevemente dall’ anime per proporci la spettacolare (almeno dal trailer) trasposizione live-action di Battleship Yamato. Operazione nostalgia non da poco, sopratutto per i trentenni/quarantenni di oggi.
ATTESA WELTALL 75%

.

oculusOCULUS di Mike Flanagan

.
Torna, dopo qualche mese d’ assenza, l’ horror americano che tanto va di moda negli ultimi anni, tutto spaventi facili e presenza demoniache. Questa volta il male sembra provenire da un vecchio specchio che ha causato dolore e tragedie a tutti i suoi possessori, inclusa la famiglia protagonista devastata da una tragedia profonda che l’ ha colpita. Non so voi ma questi film, proprio in caso di mancanza d’ altro, ce li guardiamo tranquillamente a casa.
ATTESA WELTALL 0%

Condivido il tuo giudizio, caro collega. Per me l’unico motivo d’interesse potrebbe esser la presenza di Karen Gillan, ovvero Amelia Pond, recente companion del Doctor Who, (in attesa di vederla senza i suo capelli rossi in Guardians of The Galaxy)  ma non e’ certo motivo sufficiente per spingermi al cinema, anzi. Come “horror sugli specchi”  mi tengo caro il ricordo di Candyman, e mi basta e avanza.
ATTESA KUSA 0%

.

Consigli per gli acquisti.

.

HobbitSmaugLO HOBBIT – LA DESOLAZIONE DI SMAUG
(DVD e BD già disponibili dal 09/04/14)

.
Davvero poco da dire su questa uscita, in linea con la precedente “Un Viaggio Inaspettato” e quelle di qualche anno fa per Il Signore degli Anelli. Naturalmente qui si parla della versione cinematografica, quindi niente scene aggiuntive, e anche gli extra più corposi saranno sicuramente inclusi nell’edizione estesa che arriverà a fine anno. Per il resto, audio/video/sottotitoli, sembra tutto perfettamente nella norma.
* DVD * VIDEO: 2.40:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita non udenti / Ing non udenti – EXTRA: Peter Jackson ti invita sul set, Video della produzione, Nuova Zelanda, casa della Terra di Mezzo – Parte 2 – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Fra / Man Dolby Digital 5.1, Fra DTS HD 5.1, Ing DTS HD 7.1 – SOTT: Ita non udenti / Ing non udenti / Fra / Ola / Man – EXTRA: Peter Jackson ti invita sul set, Video della produzione, Nuova Zelanda, casa della Terra di Mezzo – Parte 2 – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
627