Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

rickiandtheflashDOVE ERAVAMO RIMASTI di Jonathan Demme

.
Meryl Streep ci ha preso gusto, e dopo le doti canore mostrate prima in Mamma Mia!  e poi in Into The Woods, eccola protagonista nei panni della rocker Ricki, leader del gruppo Ricki and The Flash (titolo originale del film), che torna al paese d’origine per riconciliarsi con la famiglia abbandonata a suo tempo per seguire la passione per la musica. Pellicola del regista Jonathan Demme con la sceneggiatura di Diablo Cody, ben nota per Juno e Young Adult, ispirata dalla storia di sua suocera, rocker del New Jersey. E ovviamente con il valore aggiunto della Streep, capace di rinnovare la sua gia’ luminosa carriera con sfide sempre nuove.
ATTESA KUSA 60%

Trovo particolarmente intrigante l’accoppiata Demme – Cody, con un particolare occhio di riguardo per la sceneggiatrice che ha già dimostrato ocn i suoi passati lavori di che pasta è fatta.
ATTESA WELTALL 50%

.

thefantasticfourFANTASTIC 4 di Josh Trank

.
Il filone dei cinecomics si sta indubbiamente un po’ ipertrofizzando, e a parte i progetti originali della Marvel (e forse quelli della DC) il rischio e’ di cadere nello stesso problema dei film tratti da romanzi young adult, ovvero troppi cloni e troppa poca fantasia. Massacrato dalla critica, questo inutile reboot di uno dei gruppi piu’ fiacchi di tutto l’universo Marvel arriva da noi con un pubblico gia’ disilluso e in attesa di un eventuale passaggio televisivo… Peccato per Miles Teller e Kate Mara che meritano senz’altro attenzione, magari al prossimo loro progetto pero’.
ATTESA KUSA 0%

Osteggiato e criticato fin dalle prime news sul casting, il reboot dei Fantastici Quattro ad opera di Josh Trank verrà tristemente ricordato per i dissidi interni alla produzione venuti a galla immediatamente dopo le prime devastanti bocciature della critica. Ed è un peccato che nessuno riesca a tirar fuori qualcosa di buono dal più classico dei super gruppi partoriti da Lee e Kirby.
ATTESA WELTALL 40%

.

colpodistatoNO ESCAPE – COLPO DI STATO di John Erick Dowdle

.
Owen Wilson e Pierce Brosnan nella fuga disperata di una coppia occidentale coinvolta in un colpo di stato di un paese del Sud Est asiatico. Non sto nella pelle.
ATTESA KUSA 0%

Un thriller che non riesce a generare una minima scintilla d’interesse neanche a volerla scatenare di proposito. Sarà anche perchè è difficile immaginare Owen Wilson nei panni di un padre e marito che fa di tutto per mettere in salvo la sua famiglia durante un sanguinario colpo di stato.
ATTESA WELTALL 0%

.

nonesserecattivoNON ESSERE CATTIVO di Claudio Caligari

.
Primo dei due titoli italiani in uscita questa settimana provenienti  dal Festival di Venezia, racconto di provincia di due amici coinvolti in giri di droga, spaccio e malavita. Non il mio genere.
ATTESA KUSA 0%

Film postumo dell’apprezzato Claudio Caligari, terminato da Valerio Mastandrea e presentato in questi giorni, con un’ottima accoglienza, al Festival di Venezia. Abbiamo la prima sorpresa italiana della stagione?
ATTESA WELTALL 60%

.

sanguedelmiosangueSANGUE DEL MIO SANGUE di Marco Bellocchio

.
Bellocchio prosegue il suo personale percorso registico raccontando una storia sospesa tra passato e presente, dai tempi dell’Inquisizione ad oggi, e ambientando il tutto nella sua terra d’origine. Magari a qualcuno puo’ interessare, a me no.
ATTESA KUSA 0%

Anche il film di Bellocchio, come quello di Caligari, è fresco di presentazione al Festival di Venezia ma, a differenza di Non Essere Cattivi, Sangue del mio Sangue sembra aver sollevato qualche perplessità lasciando la critica non completamente convinta.
ATTESA WELTALL 0%

.

selflessSELF/LESS di Tarsem Singh

.
Ryan Reynolds, Matthew Goode e Ben Kingsley in una storia di fantascienza diretta da Tarsem Singh, che ci aveva fatto strabiliare dal punto di vista visivo con The Fall, un talento che ha poi messo al servizio di produzioni mainstream come l’epico/fumettistico Immortals e il Biancaneve con Julia Roberts con risultati altalenanti. Qui almeno dal provino la messa in scena sembra molto ordinaria, ma gli interpreti (in un piccolo ruolo c’e’ pure Michelle Dockery, la  Lady Mary di Downton Abbey) e la trama mi intrigano abbastanza da entrare in sala, malgrado i commenti siano finora tutt’altro che promettenti.
ATTESA KUSA 70%

La paura sembra essere divenuta una quasi certezza: Tarsem Singh ce lo siamo persi dopo il bellissimo The Fall e non si sa se lo ritroveremo mai più. Tutta la potenza visiva delle sue immagini qui sembra completamente assente ed il film appare quanto mai anonimo e poco interessante.
ATTESA WELTALL 0%

.

amyAMY – THE GIRL BEHIND THE NAME  di Asif Kapadia

.
Documentario che racconta la breve e tormentata vita della star inglese Amy Winehouse, cantante soul e jazz prematuramente scomparsa all’eta’ di 27 anni,  tanto dotata quanto fragile psicologicamente, travolta dal successo e dall’abuso di droghe ed alcool che ne hanno fatalmente minato la salute. La pellicola di Asif Kapadia ripercorre cronologicamente le tappe della sua vita, partendo dai filmini in famiglia fino al giorno della morte, senza risparmiare nulla, per cercare di raccontare la persona dietro al mito. Doloroso ma interessante.
ATTESA KUSA 70%
.
.
.

876