Aperitivo a Grado
facebook

cine20

Cine20 lo potete leggere tutti i venerdì ed è curata da un ragazzo cagliaritano ed uno genovese. Matteo “Weltall” Soi, dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com, e Mattia “Tob Waylan” Meirana, da tobwaylan.tumblr.com , mettono insieme la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazi da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Perché mettersi in due per gestire la rubrica? Semplicemente perché il “pensiero unico” è noioso e due voci, due opinioni, sia che convergano o che vadano in direzioni opposte, possono essere decisamente più interessanti e stimolanti per chi scrive e per chi legge. Detto questo, andiamo a cominciare.

.
Al cinema e non solo.

.
SUPER 8 di J.J. ABRAMS

C’era un tempo in cui il cinema ci faceva guardare allo spazio con occhi sognanti, immaginando universi pieni di vita e amichevoli visitatori alieni. C’era un tempo in cui il cinema era capace di raccontare storie di ragazzi comuni coinvolti in avventure fantastiche capaci di farti immedesimare a tal punto che lo stupore della scoperta diventava anche il nostro, sia che si trattasse di una nave pirata carica di tesori che di un cadavere abbandonato. C’era un tempo tempo in cui il cinema sapeva parlare, con un linguaggio universale, di sinceri legami d’amicizia, dell’ emozioni del primo amore o quelle del primo bacio. C’era un tempo e adesso non c’è più, perchè i tempi cambiano e il cinema pure. Ecco perché risulta impossibile non accogliere con gioia e tanta nostalgia questo Super 8 di J.J. Abrams che con immutata energia porta al pubblico di ieri e di oggi la magia di quel cinema. Un omaggio sentito che sfiora la dichiarazione d’amore verso una certa cinematografia nella quale sopratutto Spielberg, direttamente o indirettamente, ha fatto scuola e di cui E.T. e Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo rappresentano certamente gli esempi più illustri. Non è un caso infatti che il progetto di Abrams sia prodotto e supervisionato dallo stesso Spielberg, e tanto di suo si ritrova in Super 8 e nei suoi sei giovani protagonisti testimoni di un incredibile incidente ferroviario mentre la loro telecamera “cattura” la fuga di una creatura aliena da uno dei vagoni. Ma c’è molto anche di Abrams in questo film, una passione cinefila che in qualche modo si riflette nei giovani aspiranti cineasti e nel loro zombie-movie amatoriale (che possiamo ammirare durante i titoli di coda), ma anche la capacità di abbracciare la modernità pur rimanendo ancorato al passato. Apetto quest’ ultimo che grava su Super 8 come una lama a doppio taglio, rendendolo un film fuori (dal) tempo ma anche uno di quelli di cui si sentiva sinceramente il bisogno.
GRADIMENTO WELTALL 80%
GRADIMENTO TOB WAYLAN 60%

.
Brevemente in sala

.
CARNAGE di Roman Polansky

Due coppie di genitori si incontrano per chiarire nella maniera più civile possibile le dinamiche di una violenta rissa in cui sono rimasti coinvolti i loro rispettivi figli. Peccato che la civiltà sarà proprio l’ultima cosa che emergerà dal confronto. Stiamo parlando naturalmente dell’ ultimo film di Polansky, già di per se una garanzia, ma in questo caso accompagnato da un poker d’attori eccezionale: Jodie Foster, John C. Railly, Christoph Waltz e Kate Winslet.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 100%

.
CRAZY, STUPID, LOVE di John Requa e Glenn Ficarra

Un quarantenne, sposato e con due figli, scopre che la donna con cui sta da una vita, non solo lo cornifica ma vuole anche il divorzio. Oltre al danno pure la beffa per il povero Cal che per riprendersi dal colpaccio si affida ai consigli di un giovane donnaiolo. Se la sinossi in se non dice granché, forse il nutrito cast può aiutare a sollevare un po’ di curiosità su questa commedia. Tra i nomi, Emma Stone, Julienne Moore, Marisa Tomei, Kavin Bacon e Ryan Gosling.
ATTESA WELTALL 50%
ATTESA TOB WAYLAN 60%

.
IL DEBITO di John Madden

Nel 1966 tre agenti del Mossad parteciparono ad una missione sotto copertura per catturare un criminale nazista. La missione fu un successo o un insuccesso? A trent’anni di distanza la verità potrebbe finalmente venire a galla. A giudicare dal trailer, l’ ultimo film di John Madden sembra un onestissimo thriller costruito su due piani temporali.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 60%

.
.
.

THE EAGLE di Kevin MacDonald

Quello di MacDonald è un film già vecchio. Primo perchè è uscito un po’ ovunque e a noi ce lo rifilano in un periodo particolarmente ricco di uscite cinematografiche importanti; secondo, francamente non so che ce ne facciamo di un film tutto centurioni, barbari, onore, saluti romani e cose così. Però se vi accontentate di poco può essere pure che vi piace.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 10%

.
.
.

GLEE : THE 3D CONCERT MOVIE di Kevin Tancharoen

Il 3D sta facendo solo danni. Qualsiasi valore aggiunto potesse dare al cinema è andato perduto nella logica del guadagno facile che permea ogni cosa. E così tutto si “ripassa” in stereoscopia per aumentare i prezzi dei biglietti e nulla più. Anche il film sulla tournée dei protagonisti del fortunato serial Glee può vantare il suo bel 3D pubblicitario in locandina perchè, siamo seri, difficilmente si andrà oltre quello. I fan della serie (che già dalla seconda stagione inizia ad essere ripetitiva) non se lo faranno scappare, immagino.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 0%

.
I PUFFI di Raja Gosnell

Gosnell è uno che deve avere, per forza di cose, ricordi distorti dell’ immaginario fantastico della sua infanzia tanto che, da grande, ha deciso di fare il regista per rovinare anche quello delle nuove generazioni. Solo così si spiega il suo Scooby Doo, ibrido tra live action e computer grafica. Non contento, dopo essersi esercitato sui Chihuahua, ci riprova con i Puffi…e il bambino dentro ognuno di noi muore un po’ alla volta.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 0%

.
.
Consigli per gli acquisti.

.
Questa è una di quelle settimane in cui si dovrebbe parlare di un’ uscita e di un’ uscita soltanto perchè arriva nei negozi il tanto atteso Star Wars : La Saga Completa, cofanetto contenente ben 9 Bluray. Ma sapete cosa? Noi non ne parliamo perchè l’ atteggiamento di George Lucas, quel suo “Star Wars è mio e ci faccio quello che voglio” che lo porta a rimettere mano ai suoi film ogni volta che c’è una nuova edizione all’ orizzonte, ha francamente stancato anche perchè dimostra soltanto di fregarsene altamente dei fan che hanno fatto la fortuna sua e della sua creatura. Pertanto, finchè non proporrà la trilogia classica in versione originale ed in formato widescreen anamorfico, ogni novità su Star Wars verrà deliberatamente ignorata.

.
BORIS : IL FILM (DVD e BD già disponibili dal 14/09/2011)

borisilfilmL’ abbiamo detto e lo ripetiamo ancora fino alla nausea: il film di Boris è l’ evoluzione inevitabile di una delle migliori (fuori) serie prodotte in Italia negli ultimi dieci anni (e forse è pure poco). Dopo averci fatto ridere, ma sempre con un retrogusto amaro, sul modo in cui si fanno fiction in Italia, era normale che si finisse a parlare anche del nostro cinema. DVD o Bluray? Ma, direi che il DVD in questo caso è più che sufficiente.
* DVD * VIDEO: 1.85:1 anamorfico – AUDIO: Ita Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita non udenti – EXTRA: Backstage, Scene tagliate, Citazioni, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita Dolby Digital HD – SOTT: Ita non udenti – EXTRA: Backstage, Scene tagliate, Citazioni, Trailer – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO CON RISERVA

.
THE WARD (DVD e BD già disponibili dal 14/09/2011)

thewardSul fatto che The Ward sappia di “già visto” siamo un po’ tutti d’accordo. Ma è altrettanto vero che se non ci fosse stato Carpenter dietro la macchina da presa ci saremo trovati davanti ad un film davvero inguardabile. Invece il Maestro e riuscito a tirarne fuori una onestissima pellicola di genere che forse non è bastata a soddisfare le aspettative che ruotavano intorno alla sua nuova regia ma almeno ci fa ben sperare per il futuro (forse un western?). Il Bluray, che forse il collezionista non vorrà lasciarsi sfuggire, non si differenzia molto dal DVD per contenuti accessori anche se sarà certamente superiore sul versante video e audio.
* DVD * VIDEO: 2.35:1 anamorfico – AUDIO: Ing Dolby Digital Stereo 2.0, Ita Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Interviste, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.35:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Ing DTSHD 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Interviste, Trailer, B roll – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.

498