Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1 Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.
.

Al cinema e non solo.

.
La povertà delle uscite “pasquali” ci ha fatto desistere dal recarci in sala. Recuperiamo alla grande settimana prossima. O almeno ci proviamo.

.

Brevemente in sala.

.

theamazingspiderman2THE AMAZING SPIDER MAN 2: IL POTERE DI ELECTRO di Marc Webb (dal 23/4)

.
Quanto ci piace Emma Stone? Un botto, non lo nascondiamo. Così come non nascondiamo che forse è lei e solo lei l’unico elemento (o quasi) salvabile del reboot di Spider-man. Dopo un villain così-così, l’ arrampicamuri si trova ad affrontare Electro, Rhino e “rullo-di-tamburi” Harry Osborn nei panni del Green Goblin. Ci piacerebbe dare un voto di fiducia ma i limiti del primo film frenano non poco.
ATTESA WELTALL 40%

Vero, i molti dubbi della vigilia su questo reboot dell’arrampicamuri, arrivato in sala a pochissimi anni di distanza dalla trilogia di Raimi, non sono certo stati dissipati dal primo capitolo, anzi. Ma come già sottolineato dal mio sagace collega, il principale difetto del primo  era un villain non sicuramente all’altezza della coppia Garfield-Stone, su cui per la verità era puntata tutta l’attenzione, e per più di una buona ragione. Voglio dire, Emma Stone. In questo secondo capitolo, per rimpolpare la pietanza di cattivi ce ne hanno messi tre, anche se nel titolo ce n’è uno solo. E anche se aumentare il numero dei cattivi solitamente diminuisce la qualità dei cinecomics (Spiderman 3 docet) da queste parti invece abbiamo fiducia. E non solo in Emma Stone.
ATTES KUSA 70%

.

ilcentenariochesaltodallafinestraescomparveIL CENTENARIO CHE SALTO’ DALLA FINESTRA E SCOMPARVE di Felix Herngren

.
Un’ alternativa al ragno di Webb e alla ninfomane di Von Trier, potrebbe essere rappresentata dalla storia di Allan Karlsson, centenario che dopo aver trascorso una vita intensissima, testimone e protagonista di alcuni degli avvenimenti fondamentali del secolo scorso, decide di fuggire dalla casa di riposo e dalla sua interminabile routine.Una commedia da tenere d’ occhio.
ATTESA WELTALL 60%

Alternativa sicuramente, ma che a differenza dell’arrampicamuri ci si può gustare tranquillamente anche sul divano di casa però.
ATTESA KUSA 0%

.

innominesatanIN NOMINE SATAN di Emanuele Cerman

.
Primo film italiano della settimana e finalmente da mesi ci allontaniamo dalla commedia per approdare nel thriller. Il film di Cerman infatti, ispirandosi a fatti realmente accaduti, affronta un tema che a tenuto banco qualche anno fa, quello degli omicidi a sfondo satanico. Fin qui, insomma, potrebbe pure andare bene. Poi guardi il trailer e non riesci neanche a finirlo perché ti prende lo sconforto.
ATTESA WELTALL 0%

Ecco, se prende lo sconforto a te collega, io manco mi ci metto…
ATTESA KUSA 0%

.

nymphomaniac_parte2NYMPHOMANIAC – VOL II di Lars Von Trier

.
Seconda ed ultima parte del nuovo film di Lars Von Trier diviso in due volumi e tagliuzzato per discutibili scelte distributive. Visto quanto poco ci ha convinto la prima parte, ci sembra davvero difficile che queste rimanenti due ore possano correggere il tiro o perlomeno far quadrare il cerchio.
ATTESA WELTALL 40%

Visto che la prima parte non mi attirava per nulla, sicuramente non andrò a vedere la seconda. E poi ad esser sincero queste operazioni al cinema mi lasciano un po’ perplesso, anche perchè per le opere più lunghe di tre ore (saghe fantasy o young adult a parte, quello è un altro discorso) esiste la serialità, che ha una sua precisa e illustre collocazione, ovvero la televisione, che ha dimostrato da decenni di non esser più una sorella minore del grande schermo, anzi. A mio modesto avviso se si spezza in due un film perchè non si può o non si vuole farlo rientrare nei tempi canonici da sala sarebbe poi il caso di ridurre o addirittura dimezzare il biglietto di ingresso.
ATTESA KUSA 0%

.

lasediadellafelicitaLA SEDIA DELLA FELICITA’ di Carlo Mazzacurati

.
Secondo film italiano della settimana e siamo nuovamente in zona commedia anche se diversa rispetto a quelle che invadono puntualmente le nostre sale. Al centro di tutta la vicenda c’è una sedia collegata in qualche modo ad una gigantesca fortuna sulla quale i protagonisti vogliono mettere le mani per uscire da una situazione finanziaria disastrosa. Caccia al tesoro ai tempi della crisi.
ATTESA WELTALL 50%

Mazzacurati é uno di quei pochi registi italiani a cui ho sempre dato fiducia, anche se non vedo un suo film da anni. E poi anche se é Pasqua e non Natale ci sentiamo comunque più buoni, probabilmente addolciti dalle uova e dalle colombe.
ATTESA KUSA 60%

.

Consigli per gli acquisti.

.
Anche il mercato home video si è assopito nel lungo weekend di ponti e feste comandate. Niente da segnalare a questo giro.
.
.
.

498