Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

foxcatcher__spanFOXCATCHER – UNA STORIA AMERICANA di Bennet Miller

Anni ’80: Mark e David Schultz sono due fratelli campioni olimpionici di lotta libera, che malgrado la fama delle vittorie si trovano ad avere non pochi problemi di soldi, soprattutto il più giovane, Mark . Perciò quando gli arriva l’invito dell’eccentrico miliardario John DuPont che si offre di sponsorizzare la partecipazione di entrambi ai mondiali e alle olimpiadi successive,  a patto di andare ad allenarsi nella sua tenuta insieme al fratello e a un altro gruppo di atleti, per il ragazzo sembra un sogno che diventa realtà. Apparentemente nobile e filantropo nelle intenzioni, DuPont nasconde in realtà scopi oscuri e personali e rivela manie di grandezza dettate da un intrinseco senso di inferiorita’ nei confronti della madre. Un cocktail fatale destinato a sfociare in tragedia per i due fratelli.
Bennet Miller, dopo il Capote con il compianto Seymour Hoffman e L’arte di vincere con Brad Pitt, porta in scena un’altra storia vera, quella del rapporto tra il miliardario DuPont e i fratelli Schultz, dagli esiti tristemente noti  in USA, dove alla fine degli anni ’80 riempi’ le pagine di cronaca nera. Nella mani di Miller la vicenda si trasforma in una parabola sulla tentazione della ricchezza e sul potere che esercita sulle vite delle persone meno abbienti, ma anche sulla devastante infuenza dei cattivi maestri e dei falsi miti. Ma e’ anche una riflessione su cio’ che il denaro non puo’ comprare, come il tenero affetto che lega nel profondo  i fratelli Schultz, contrapposto alla dorata ma disperata solitudine di DuPont, segnato da un infanzia senza affetti quanto quella del Citizen Kane di Quarto Potere e succube della madre quanto il Norman Bates di Psycho.  Gareggiano in bravura tutti e tre i protagonisti,  e se per Mark Ruffalo è solo una conferma delle sue doti, le vere sorprese sono Channing Tatum nella parte di Mark, ma soprattutto Steve Carell, che nei panni del miliardario con ambizioni da allenatore tira fuori un ritratto di un perdente subdolo e manipolatore,  dalla maschera imperturbabile, ma con una cupezza e un rancore di fondo sottilmente inquietanti.
GRADIMENTO KUSA 75%

.

Brevemente in sala.

.

cominghomeLETTERE DI UNO SCONOSCIUTO di Zhang Yimou

.
Il nuovo film del regista cinese Zhang Yimou racconta di Feng, una donna costretta a separarsi dall’ uomo che ama quando lui viene arrestato e mandato in un campo di lavoro durante la Rivoluzione Culturale. Quando l’uomo, finalmente libero dopo tanti anni, torna a casa, scopre che la sua amata ha subito un grave trauma dimenticando tutti i ricordi che lo legavano a lui.
ATTESA WELTALL 60%

Dopo una serie di titoli dedicati al genere wuxia,  ambientati nella Cina medievale, il grande regista cinese Zhang Yimou torna a raccontare il recente passato del suo paese con questa storia d’amore e politica, e ritrova la sua musa ispiratrice, la bella Gong Li. Per me il film della settimana, anche se dubito che troverà una distribuzione degna di questo nome.
ATTESA KUSA 65%

.

frankFRANK di Lenny Abrahamson

.
Leader di una band di musica all’avanguardia, geniale e folle allo stesso tempo, Frank ha un vezzo d’artista inconfondibile, quello di indossare sempre una grossa maschera di cartapesta. Per Jon, giovane musicista emergente, unirsi a Frank e alla sua band potrebbe rappresentare il passo decisivo della sua carriera. O il contrario? Presentato all’ ultimo Sundance, Frank appare una bizzarra commedia a sfondo musicale dove dietro la vistosa facciona di cartapesta indossata dal protagonista, si nasconde Michael Fassbender.
ATTESA WELTALL 70%

Partiamo proprio da Fassbender, che pare faccia meraviglie malgrado il testone di cartapesta addosso tutto il tempo: non gli è da meno una sempre affidabile Maggie Gyllenhaal nella parte della compagnia e “protettrice” di Frank. La vicenda e’ liberamente ispirata al personaggio di Frank Sidebottom, alter-ego del comico e musicista britannico Chris Sievey, che durante le sue performance indossava appunto un testone di cartapesta. Ma probabilmente la conferma del film e’ Domhnall Gleeson, che dopo i trascorsi potteriani (era Bill Weasley) si e’ fatto notare sia in un episodio della serie UK di culto Black Mirror che nel recente e sottovalutato Questione di Tempo e nel prossimo Calvary.
ATTESA KUSA 70%

.

lafamigliabelierLA FAMIGLIA BELIER di Eric Lartigau

.
La nuova commedia francese, che i nostri distributori tentano di vendere al pubblico sfruttando il lungo strascico di consensi arrivato qualche anno fa con Quasi Amici, ha come protagonisti una famiglia dove tutti sono sordomuti tranne la primogenita sedicenne. Motivo per cui la ragazza diventa il collante di questa famiglia creando qualche scompenso quando decide di seguire la sua vocazione e frequentare una scuola di canto.
ATTESA WELTALL 0%

Lo spunto è interessante, ma noi non ci facciamo trarre in inganno, sempre commedia francese è, e quindi la ignoriamo e attendiamo il remake italiano per ignorare pure quello…
ATTESA KUSA 0%

.

frenchconnectionFRENCH CONNECTION di Cedric Jimenez

.
Se ci leggete da un po’ saprete ormai a memoria quanto poco simpatiche ci stiano le commedie francesi, ma ancora di più la brutta attitudine della distribuzione italiana di utilizzarle come riempitivo a discapito di altre pellicole che vengono posticipate o ignorate completamente. Questa antipatia non si applica ai polar francesi, i polizieschi come questo French Connection. Protagonista un magistrato deciso a smantellare un’organizzazione mafiosa.
ATTESA WELTALL 60%

Sicuramente i polaaarrrrrr (notare la mia magnifica pronuncia francese… )  son meglio delle commedie, ma lo stesso io mi sbilancio poco poco…
ATTESA KUSA 30%

.

homeacasaHOME – A CASA di Tim Johnson

.
Il nuovo film d’animazione della DreamWorks vede protagonista una razza aliena, i Boov, che invade la terra rapendo tutti gli esseri umani. Solo l’alleanza tra una ragazzina terrestre ed un Boov reietto porteranno alla luce i veri motivi dietro l’invasione. Se siete affamati di animazione e non potete aspettare il prossimo film Pixar (le aspettative per il quale sono già alle stelle), questa è la pellicola che fa per voi. O per i vostri figli.
ATTESA WELTALL 0%

Anche io come il mio saggio collega sono #TeamPixar tutta la vita,  a parte la felice eccezione della serie di Dragon Trainer.  Qui poi l’unica attrattiva della pellicola sarebbe (come spesso accade nei film d’animazione d’oltreoceano, quelli DreamWorks in particolare)  nel cast delle voci originali, perchè l’alieno ha la voce (arcinota in USA)  di Jim Parsons, alias Sheldon della serie The Big Bang Theory  e la ragazzina quella della cantante Rihanna, e poi ci sono pure Steve Martin e Jennifer Lopez. Ma con il doppiaggio ovviamente si perde pure quello, perciò non mi resta che  mettermi anch’io in fila  ad aspettare  Inside Out, il nuovo geniale Pixar con le “vocine di dentro”.
ATTESA KUSA 0%

.

lultimolupoL’ULTIMO LUPO di Jean-Jacques Annaud

.
Giovane studente di Pechino si trasferisce in una remota regione della Mongolia per insegnare ad una tribù nomade di pastori. Qui rimane affascinato dal rapporto degli abitanti con l’ambiente ma soprattutto con i lupi che popolano quelle terre. Ed è proprio con un piccolo lupo che il ragazzo instaurerà un profondo legame affettivo che proverà a difendere anche quando il governo ordinerà l’abbattimento di tutti i cuccioli della regione.
ATTESA WELTALL 50%

Il filone “naturalistico” del cinema di Annaud, a cui appartengono titoli come  L’orso, Due fratelli e, in una certa misura anche uno dei suoi primi successi, ovvero La Guerra del Fuoco , è affascinante ma sinceramente gli preferisco un bel documentario.
ATTESA KUSA 0%

.

Consigli per gli acquisti.

.

principessa splendenteLA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE
(DVD e BD disponibili dal 26/03/15)

.
In assoluto uno dei film più belli dello Studio Ghibli nonchè il titolo che forse più di qualunque altro candidato avrebbe meritato la statuetta quale Miglior pellicola d’ Animazione agli ultimi Oscar, La Storia della Principessa Splendente esce finalmente in DVD e Bluray in edizioni dai contenuti canonici ma completi. Speriamo siano anche prive di evitabili difetti rispetto a quanto successo recentemente con Si Alza il Vento.
* DVD * VIDEO: 1.85:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Gia Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Spot tv, Conferenza Stampa di fine lavorazioni – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO CON RISERVA
* BLURAY * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Gia DTS HD 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Lo Storyboard, Conferenza Stampa di fine lavorazioni, Spot TV- ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.
.

745