Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV e da questa settimana si inaugura Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente.
Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

crimsonpeakCRIMSON PEAK di Guillermo Del Toro

.
Dopo il secondo capitolo cinematografico di Hellboy, abbiamo assistito ad un curioso rimbalzare di Guillermo Del Toro da progetto a progetto, lasciando dietro di sè una scia di incompiuti, partendo dal suo 3993, chiusura della trilogia sulla Guerra Civile spagnola, fino alla regia della trilogia de Lo Hobbit. Lo ritroviamo alla guida di un progetto completo solo con Pacific Rim e, qualche hanno più tardi (sorvolando la serie tv The Strain) con questo Crimson Peak. L’ultima fatica del regista messicano parte subito con un netto svantaggio considerato che il reparto marketing del film ha pensato bene di vendercelo unicamente come un canonico horror, di cui sfrutta alcuni abusatissimi elementi, ma dove in realtà si cela una storia che parla d’amore, sincero, sofferto, doloroso e malato. Il tutto è immerso in una straordinaria atmosfera gotica, che rimanda ai romanzi di Mary Shelley (autrice della quale la protagonista vorrebbe seguire le orme) o un racconto di Edgar Allan Poe, merito di un reparto scenografico e di costumi vero fiore all’occhiello del film. Il problema nasce quando si va a guardare oltre la confezione e ci si ritrova con una canonica quanto prevedibile e stra abusata storia di fantasmi: Del Toro ha per le mani del materiale ottimo, duttile e malleabile quanto l’argilla che incombe ingombrante e inquietante dalla seconda metà del film, ma si adagia in inutili premonizioni ed apparizioni quando è evidente che il film vive di vita propria negli ambienti decadenti della villa di Crimson Peak, nella neve che si tinge di rosso, nelle relazioni morbose che si consumano nelle sue mura marce, e per le quali troviamo una coppia d’attori d’eccezione come Tom Hiddleston e Jessica Chastain. Ed un guizzo c’è in quel senso, a conferma che non si tratta solo di una sensazione soggettiva, ma è troppo poco e arriva decisamente troppo tardi.
GRADIMENTO WELTALL 45%

.

Brevemente in sala.

.

bellidipapaBELLI DI PAPA’ di Guido Chiesa

.
Ricco imprenditore decide di dare una lezione di umiltà ai suoi tre figli, viziati e cresciuti nella bambagia, facendo credere loro che l’azienda di famiglia è in bancarotta. I ragazzi allora si danno alla fuga e si rifugiano in una casa di famiglia in Puglia dove per sopravvivere iniziano a fare quel che non avevano mai fatto prima di allora. Lavorare. Un film sui “bamboccioni” insomma. Bastava questo a farla breve.
ATTESA WELTALL 0%

I figli di papa’ scoprono quanto e’ duro guadagnarsi la pagnotta lavorando. Ah, che lezione di vita. Ah, che novita’. Ah, che noia.
ATTESA KUSA 0%

.

ghosthuntersGHOSTHUNTERS – GLI ACCHIAPPAFANTASMI di Tobi Baumann

.
Pellicola d’animazione e produzione europea divisa tra Austria ed Irlanda, questo Ghosthunters richiama, sia come assonanza del titolo che per il fantasma protagonista, il classico di Raitman anche se in realtà vuole essere un filmetto orientato ad un pubblico di giovanissimi che non se lo fileranno comunque.
ATTESA WELTALL 0%

Minuto di riflessione sul fatto che hanno fatto un remake/sequel di GhostBusters con equipaggio tutto al femminile. (che non c’entra niente con questo film).
Fine del minuto di riflessione.
ATTESA KUSA 0%

.

hitmanagent47HITMAN – AGENT 47 di Aleksander Bach

.
Nuova incarnazione cinematografica per il protagonista della serie videoludica Hitman che vede protagonista l’assassino perfetto, geneticamente modificato per esserlo. In attesa che l’Agente 47 approdi nelle console new gen con il nuovo titolo, perchè non ingannare l’attesa con una nuova pellicola a lui dedicata? Perchè non siamo mica scemi! Che domande!
ATTESA WELTALL 0%

E io non lo aspetto neppure sulla nuova console, percio’ chissene al quadrato!
ATTESA KUSA 0%

.

thelastwitchhunterTHE LAST WITCH HUNTER di Breck Heisner

.
Quando non è impegnato con la “famiglia” a organizzare colpi clamorosi a bardo di bolidi velocissimi, Vin Diesel si butta in progetti un po’ meno visibili ma che sembrano, ad una prima occhiata, piuttosto tamarri comunque. E’ il caso di The Last Witch Hunter dove il nostro veste i panni di un cacciatore di streghe maledetto con l’immortalità dalla sua acerrima nemica, la Regina delle Streghe. Nel corso dei secoli il cacciatore ha decimato la stirpe della Regina ma, giunto ai giorni nostri, la sua nemesi è pronta per tornare in vita in vista dello scontro definitivo.
ATTESA WELTALL 0%

Il buon vecchio Vin Diesel non lo seguo neppure nella saga di F&F, malgrado sia stato un suo grande fan ai bei tempi di Pitch Black, XXX, e il primo Fast & Furious. E ho pure sopportato quella mezza ciofeca di Riddick. Ma per questo con tutta la mia buona volonta’ passo.
ATTESA KUSA 0%

.

mustangMUSTANG di Deniz Gazme Erguven

.
In una settimana che ci appare povera e priva di stimoli alla visione, il film di Erguven pare potersi candidare al titolo più interessante in quanto sembra voler raccontare una storia che parla candidamente di libertà e del desiderio di scrollarsi di dosso il peso di una società oppressiva. E’ quello che accade a cinque giovani sorelle in un remoto villaggio turco, soprese a giocare con alcuni ragazzi al rientro da scuola e “punite” con una reclusione nella casa di famiglia.
ATTESA WELTALL 60%

Un film sulla difficile condizione della donna in Turchia e’ sempre interessante. Magari per qualcun altro. E poi e’ pure un film francese, quindi parliamone.
ATTESA KUSA 0%

.

tuttipazziacasamiaTUTTI PAZZI IN CASA MIA di Patrice Leconte

.
E non poteva mancare la commedia francese “con il protagonsita di” o “dai produttori di”, presenza immancabile nelle sale italiane da qualche anno a questa parte. Il protagonista questa volta è un appassionato di musica jazz che trova una rarità in vinile in un mercatino dell’ usato. Decide qundi di dedicare i lsuo giorno di riposo all’ascolto ma famiglia, amante e vicini non gli lasceranno un attimo di pace. E già qui ci si spancia proprio.
ATTESA WELTALL 0%

Ah, la Commedia Francese! Quanto mi e’ mancata! NOT.
ATTESA KUSA 0%

.

shesfunnythatwayTUTTO PUO’ ACCADERE A BROADWAY di Peter Bogdanovich

.
Puo’ un vecchio leone come Bogdanovich avere ancora frecce al suo arco? Pare proprio di si’,  a giudicare dalle reazioni della critica a  questa scatenata commedia in un cui un generoso benefattore,  Owen Wilson,  decide di regalare 30.000 dollari ad una bella squillo, Imogen Poots, affinche’ abbandoni il suo lavoro e segua la sua passione, ovvero recitare. Ma quando lei verra’ scelta per la parte di una squillo in una commedia da lui diretta, in cui ovviamente recita anche sua moglie, tutto si complichera’ a non finire. Pellicola pensata dal regista per il compianto John Ritter e portata sullo schermo anche grazie al contributo produttivo di gente come Wes Anderson e Noam Baumbach, She’s Funny That Way e’una commedia che piacerebbe a Lubitsch (di cui il titolo originale e’ una citazione) e a Woody Allen, con un ricco cast in cui oltre ai due protagonisti gia’ citati spiccano Jennifer Aniston e Rhys Ifans. In una settimana cosi’ fiacca decisamente il titolo da vedere.
ATTESA KUSA 70%

Fiducia totale al socio Kusa ma è proprio in una settimana così che, al massimo, si recupera qualcosa di accantonato nelle scorse settimane.
ATTESA WELTALL 0%

.

Consigli per gli acquisti.

.

quandoceramarnieQUANDO C’ERA MARNIE (DVD e BD già disponibili dal 28/10/15)

.
E’ con un po’ di tristezza che accogliamo l’uscita sul mercato home video di quello che potrebbe essere l’ultimo film prodotto dallo Studio Ghibli che, come sappiamo, vive un momento di “sospensione” dopo l’addio di Miyazaki. D’altro conto però abbiamo una pellicola molto valida, diversa, e forse per questo abbastanza particolare da poter catturare l’attenzione di molti.
* DVD * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Gia Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Storyboard, Trailer, Spot – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Gia DTS HD 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Storyboard, Dietro le quinte, Trailer, Spot – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.
.

705