Aperitivo a Grado
facebook

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.
.

Al cinema e non solo.

.

lagrandebellezzaLA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino

Impossibile ormai affrontare il discorso “Paolo Sorrentino” mantenendo una qualsiasi discussione su toni pacati e civili. La causa è da ricercarsi nella maniera in cui il regista italiano ha letteralmente diviso critici e cinefili, tra chi adora incondizionatamente il suo coerente percorso cinematografico e chi invece ne disprezza il manierismo sfacciato e quell’ insistere su di una forma ricercata ma vuota. Escludendo a priori la comodità di piazzarsi nel mezzo della contesa, si potrebbe provare ad analizzare il suo cinema, ed il suo ultimo film La Grande Bellezza, dal punto di vista di chi il cinema lo ama a prescindere, senza avere dietro un’ educazione precisa, senza conoscere i significati del linguaggio cinematografico. L’ approccio insomma, di chi percepisce a pelle una bella sequenza, dal modo in cui si muove la macchina da presa o dal modo in cui la musica si sposa con le immagini. Perchè, indipendentemente dall’ importanza della forma, la storia di Jep Gambardella (un sempre magistrale Toni Servillo), scrittore con all’ attivo un solo romanzo di successo scritto quarant’ anni prima ed ora protagonista assoluto della mondanità capitolina, arriva con forza implacabile: diverte, inquieta, rattrista e commuove nel suo raccontare un microcosmo imbalsamato nel kitsch di feste interminabili in cima a terrazze che dominano Roma, e che rimugina su tutte le occasioni perdute. Ma La Grande Bellezza, tra alcuni momenti surreali e altri grotteschi, è anche un film che traccia un ritratto implacabile di una società decadente che trova nella Capitale un punto di riferimento per parlare dell’ intero Paese, triste, annoiato, che in vent’ anni ha saputo solo tirare i remi in barca e vivere di rendita, aggrappandosi all’ arte, alla cultura e alla Fede, come avvoltoi su di un cadavere al quale è rimasto ben poco oltre alle ossa. Forse per questo una nave da crociera affondata diventa l’ immagine più rappresentativa di un’ Italia a cui non resta altro che trovare, come Jep, il coraggio di guardarsi indietro, ripercorrere i propri passi per trovare quel bandolo di una matassa che si è aggrovigliata su se stessa. Il punto preciso dove ci siamo persi e dove ricominciare, perchè “le radici sono importanti”.
GRADIMENTO WELTALL 80%
.

Brevemente in sala (a cura di Weltall).

.
Con il buon Kusa fermo ai box, anche questa settimana si conduce in solitaria. Perciò, mi sa tanto che dovrete accontentarvi unicamente dei miei  (pre)giudizi.
.

gliaristogattiGLI ARISTOGATTI di Wolfgang Reitherman

La riproposizione in sala dei grandi Classici Disney tocca, a questo giro, la tappa “Aristogatti”. Quale migliore occasione allora per guardare sul grande schermo le avventure di Duchessa, i suoi tre cuccioli e il randagio Romeo, considerata soprattutto la penuria di film d’ animazione “moderni” di un certo rilievo in questo particolare periodo. Ed il consiglio è sempre quello: portate i vostri bambini al cinema. Non avete tante scuse alle quali aggrapparvi! A meno che non li abbiate portati a vedere Akira. In quel caso siete troppo avanti. O dei folli, a seconda dei casi.
ATTESA WELTALL 70%

.

benvenutiasainttropezBENVENUTI A SAINT-TROPEZ di Daniele Thompson

Commedia francese della quale non ci importa nulla. Motivo per il quale non perderò tempo a documentarmi per scrivere di che cosa parla. Guardate la locandina e provate voi ad immaginarne la trama. Sicuramente vien fuori qualcosa di più interessante di quella che potreste vedere su schermo. Che poi non capisco questa marea di commedie francesi che invadono il nostro mercato quasi a rivaleggiare (in quantità e qualità) con le nostre. Scommetto che Kusa si mangerà le mani appena scoprirà quel che si è perso.
ATTESA WELTALL 0%

.

unanottedaleoni3UNA NOTTE DA LEONI 3 di Todd Phillips

Todd Phillips ha sorpreso tanti con la sua commedia Una Notte da Leoni (The Hangover) dove narrava le vicende di tre amici a Las Vegas per un addio al celibato, impegnati a trovare lo sposo scomparso ricostruendo gli eventi di una notte della quale non ricordano nulla. Narrativamente riuscitissimo ed incredibilmente divertente, il film riscuote un successo clamoroso tanto che Phillips viene ingaggiato per farne un seguito “fotocopia”, divertente ma già visto. Grande successo anche per il sequel comunque, ed ecco che arriva un terzo film a chiudere una trilogia voluta dai soldi ma che in fondo non ci dispiace.
ATTESA WELTALL 70%

.

unanotteaglistudiosUNA NOTTE AGLI STUDIOS di Claudio Insegno

A contrastare la potenza della commedia francese di poco sopra, ci pensa una sua controparte italiana girata addirittura in 3D (“e sti ca**i” direte voi, a ragione). Il film racconta di due comparse che partecipano ad un provino per un progetto cinematografico particolare che li vede coinvolti in un viaggio tra i generi cinematografici per salvare gli Studios da Mr Frames (ma per favore…) che vorrebbe farne un parco a tema. Faccio fatica anche a rileggere quello che ho scritto.
ATTESA WELTALL 0%

.

onlygodforgivesSOLO DIO PERDONA di Nicolas Winding Refn

Appena uscito dal Festival di Cannes, il nuovo film di Refn arriva a tempo di record (per fortuna) nelle nostre sale dopo aver decisamente diviso il pubblico festivaliero. Sta di fatto che l’ accoppiata Refn / Goslyng ci piace assai e le ambientazioni thailandesi danno al film quel tocco esotico che lo rende, dall ‘esterno, assolutamente irresistibile. Si parla poi di una storia di vendetta che promette violenza senza tanti fronzoli. Si scoprirà dopo la visione da che parte della barricata ci schiereremo.
ATTESA WELTALL 90%

.

vogliamovivereVOGLIAMO VIVERE di Ernst Lubitsch

E se Gli Aristogatti è un’ occasione (quasi) imperdibile per i più piccoli, per gli adulti e cinefili più o meno giovani, arriva nelle sale italiane, in versione restaurata, il capolavoro di Ernst Lubitsch Vogliamo Vivere. Datato 1942, il film racconta di una compagnia teatrale polacca che mette i suoi talenti al servizio di un complotto antinazista. Una di quelle occasioni da non perdere. E se lo fate, vuol dire che vi meritate le commedie francesi e italiane.
ATTESA WELTALL 80%

.
.

tuttipazziperroseTUTTI PAZZI PER ROSE di Régis Roinsard

A proposito di commedie francesi, indovinate un po’ che abbiamo qui? Esatto! Un’ altra commedia francese, dai risvolti romantici, incentrata su di una ragazza con una particolare inclinazione per la dattilografia. Certo, anche considerando gli altri titoli in calendario, non sembra particolarmente allettante ed io per primo sono qui a dire “naaaaaaaa”, ma se date un occhiata al trailer, quel look retrò che strizza l’ occhio al cinema americano, un po’ mi ha conquistato. Ma solo un po’.
ATTESA WELTALL 50%
.

Consigli per gli acquisti.

.

cloudatlasCLOUD ATLAS (DVD e BD combo già disponibili dal 27/05/13)

Il ritorno dei Wachowsky, questa volta accompagnati da Tom Tykwer, non peteva essere più rischioso e ambizioso allo stesso tempo. Ma il loro tentativo di riportare il complesso e stratificato romanzo Cloud Atlas può dirsi praticamente (a parte qualche sbavatura qua e la) riuscito. Lo stesso per le edizioni della Eagle che a quella in doppio DVD propongono anche quella con il film in Bluray e gli extra su di un supporto argenteo.
* DVD * VIDEO: 2.40:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Un film come nessun altro, Tutto è connesso, L’adattamento impossibile, L’essenza della recitazione, Astronavi, schiavi e sestetti, L’audace fantascienza di Cloud Atlas, L’eterno ritorno: amore, vita e desiderio in Cloud Atlas – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Ing DTS HD 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: (nel DVD) Un film come nessun altro, Tutto è connesso, L’adattamento impossibile, L’essenza della recitazione, Astronavi, schiavi e sestetti, L’audace fantascienza di Cloud Atlas, L’eterno ritorno: amore, vita e desiderio in Cloud – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO

.

maddetectiveMAD DETECTIVE (DVD già disponibile dal 28/05/13)

La fusione creativa tra Johnnie To e Wai Ka-fai non ha solo portato alla nascita della Milkyway ma anche ad interessanti collaborazioni registiche come in Mad Detective, poliziesco di Hong Kong che, dopo aver fatto capolino al Festival di Venezia e al Far East, arriva direttamente in home video grazie alla Ripley che allargherà a breve il suo catalogo anche con Trinagle, Sparrow e Election 2. Edizione completa ma priva di extra.
* DVD * VIDEO: 2.35:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Can Dolby Digital Stereo 2.0, Ita / Can Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: n.d. – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.

622