Aperitivo a Grado
facebook

cine20

Cine20 lo potete leggere tutti i venerdì ed è curata da un ragazzo cagliaritano ed uno genovese. Matteo “Weltall” Soi, dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com, e Mattia “Tob Waylan” Meirana, da tobwaylan.tumblr.com , mettono insieme la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazi da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Perché mettersi in due per gestire la rubrica? Semplicemente perché il “pensiero unico” è noioso e due voci, due opinioni, sia che convergano o che vadano in direzioni opposte, possono essere decisamente più interessanti e stimolanti per chi scrive e per chi legge. Detto questo, andiamo a cominciare.

.
Al cinema e non solo.

.
ATTACK THE BLOCK di Joe Carnish

Anno 2011. Mentre negli Stati Uniti J.J. Abrams fa riemergere dal passato un cinema (sopratutto di matrice “spielberghiana”) che sembrava scomparso da tempo, dall’ altra parte dell’ Oceano, più precisamente in Inghilterra, Joe Carnish porta in sala un progetto concettualmente molto simile ma per certi versi diametralmente opposto. Teenager e alieni fanno da filo conduttore, ma dove Abrams racconta di un gruppo si aspiranti filmmaker alle prese con un alieno desideroso di tornare a casa, Carnish si concentra su di una banda di teppistelli prima cacciatori e poi prede per un branco di alieni feroci. Da una parte lo sfondo di una cittadina della provincia americana fine anni ’70, dall’altra un quanto mai attuale quartiere periferico londinese. Insomma, anche Attack the Block, come Super 8, sembra un omaggio a quel cinema che ha segnato le generazioni degli anni ’80 (forse più quello di Joe Dante che di Spielberg) ma le atmosfere magiche che Abrams ha voluto resuscitare, qui lasciano il posto ad un approccio molto più concreto fatto di palazzoni e cemento all’ interno del quale si muovono i giovani protagonisti, dediti a furtarelli e spaccio prima di diventare “eroi” loro malgrado. Pur non risparmiando frecciatine parecchio mirate verso un certo perbenismo spesso intriso profondamente di ipocrisia, il contesto non vuole essere veicolo per approfondite riflessioni sociali anche perchè il film ha ben altri obiettivi: il gigantesco complesso di appartamenti, i vicoli bui, i ragazzini incappucciati, lo slang quasi incomprensibile, rendono Attack the Block un film davvero cool, diretto ed efficace anche grazie ad una sceneggiatura che con molta semplicità punta al suo obiettivo senza mancarlo. Quello di Carnish è l’ ennesimo esempio di cinema inglese che, pur non potendo contare su grossi budget, grandi nomi ed effetti speciali all’ avanguardia, non ha niente da invidiare ai cugini americani e forse non è un caso che tra i produttori esecutivi spicchi il nome di Edgar Wright.
GRADIMENTO WELTALL E TOB WAYLAN 80%

.
KILLER ELITE di Gary McKendry

Quello di Killer Elite è un caso un po’ particolare. L’ interesse che si potrebbe nutrire verso il film nasce dalla presenza di Jason Statham. Non di Robert De Niro, che il suo tempo è già passato da un pezzo. Non di Clive Owen, che il suo tempo non è mai arrivato. E neanche di Dominic Purcell, che se non fugge di prigione non se lo fila nessuno. No, Killer Elite ha un unico biglietto da visita che è anche l’ unica figura rappresentativa del cinema action di oggi, Jason Statham appunto. E’ un film che promette delle cose insomma, partendo proprio dal suo attore principale che il suo mestiere lo sa fare anche quando è costretto in un film con dei confini precisi. Killer Elite infatti è “basato su di una storia vera”, dove per storia vera si intende un libro scritto da un ex S.A.S. nel quale racconta le cose sporche fatte dalle forze speciali britanniche durante la guerra nei paesi arabi a cavallo tra gli anni ’70 e ’80. Quindi in realtà il film di Gary McKendry è basato su di un libro che si prefigge di raccontare la verità, romanzandola, dietro un gruppo scelto di assassini che presero di mira alcuni soldati delle S.A.S. per conto di uno sceicco desideroso di vendicarsi per la morte dei suoi figli. Per farlo cerca di coniugare il contesto storico / politico con le necessità del film di genere, due aspetti che si dimostrano però incompatibili sopratutto quando la scrittura non riesce ad andare oltre il clichè e la retorica sia nelle svolte narrative che nella definizione del protagonista. Aspetti che in un comune film d’ azione non pesano più di tanto ma che, spalmati su due ore di visione, diventano fin troppo evidenti. C’è del buono comunque, non ultima la scelta di lasciare la violenza fuori dall’ inquadratura (come nel primo omicidio), ed è tutto riconducibile alle sequenze dove Statham è protagonista che sembrano quasi piazzate ad arte per aumentare il livello di coinvolgimento prima che lo si perda irrimediabilmente.
GRADIMENTO WELTALL 55%

.
Brevemente in sala (a cura di Weltall).

.
7 DAYS IN HAVANA di R.R.V.V.

Sette giorni nella capitale cubana vista da sette differenti registi (tra i quali Benicio Del Toro, Emir Kusturica e Gaspar Noé) ognuno dei quali ne traccia il proprio personale ritratto, reale e lontano dall’ immagine turistica da cartolina.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 60%

.
LA CARICA DEI 101 di Clyde Geronimi, Hamilton Luske

Il classico Disney torna nei cinema in una veste aggiornata che ci permetterà di gustarlo (e perchè no, magari qualcuno avrà anche l’ occasione di scoprirlo) nella meraviglia della proiezione digitale. Fa specie notare come si vuole sottolineare il fatto che il film è in 2D rispetto a quella che sta diventando ormai una pessima consuetudine di rieditare ogni cosa in stereoscopia. Tiriamo un sospiro di sollievo.
ATTESA WELTALL 80%
ATTESA TOB WAYLAN 50%

.
.
.
W.E. EDWARD E WALLIS di Madonna

Non si cada nell’ equivoco di trovarsi di fronte ad “un film della madonna”. Perchè questo è un film di Madonna, che è ben diverso. La Vecchia, non paga di fare musica scadente e di aver provato a rovinare la carriera all’ ex marito Guy Ritchie, vuole dire la sua anche dietro la macchina da presa e questo W.E. è il suo secondo film (dopo l’ esordio nel 2008) sorta di commedia romantica che racconta il particolare legame tra due donne separate da decenni. Non se ne legge neanche tanto male in giro ma il mio interesse è pari a zero. Potere del pregiudizio.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 0%

.
LA MIA VITA E’ UNO ZOO di Cameron Crowe

Vediamo se ho capito bene: Matt Damon interpreta un giornalista e scrittore rimasto vedovo con due figli da crescere. Si licenzia e si trasferisce in una casa in campagna con zoo annesso che decide di riaprire. Nel pacchetto c’è pure la responsabile della struttura, Scarlett Johansson. Cioè tra tutte le persone di questo mondo, lei. E te la ritrovi inclusa nella tua proprietà. Quando si dice “il destino”. Anche se dalle mie parti lo chiamano culo.
ATTESA WELTALL 0%
ATTESA TOB WAYLAN 60%

.
.
PROJECT X – UNA FESTA CHE SPACCA di Nima Nourizadeh

Tre adolescenti organizzano la festa del secolo per uscire dall’ anonimato della non-popolarità. Perderanno però il controllo della situazione. Film inutile reso fastidioso da una campagna promozionale pessima.
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 0%

.
LA VITA NEGLI OCEANI di Jacques Perrin, Jacques Cluzaud

E’ un documentario il cui titolo non lascia spazio a dubbi su quale sia l’ argomento trattato. Lungi da me sminuire il valore di un lavoro che sarà costato fatica ai due registi, mi chiedo però che senso ha farlo uscire solo ora (è datato 2009). Per dar lavoro a Neri Marcorè?
ATTESA WELTALL E TOB WAYLAN 0%

.
Consigli per gli acquisti.

.
JOHN CARTER
(DVD, BD e BD TRIPLE PLAY già disponibili dal 06/06/12)

Esordio al live action per il regista Pixar Andrew Stanton, piuttosto riuscito. Il film è stato sottovalutato un po’ ovunque eppure ha delle frecce importanti al suo arco e le usa bene. Il film esce in tre versioni ma quella con il Bluray 3D e forse quella da lasciare in negozio senza pentimento alcuno. Entrambe le versioni su disco blu includono la copia per il download digitale.
* DVD * VIDEO: 2.35:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing / Rus / Ucr Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ing / Ing non udenti / Rus / Let / Lit / Ser / Cro / Slo / Est / Ucr – EXTRA: 100 anni di preparazione, Commenti Audio – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Rus / Ucr Dolby Digital 5.1, Ita / Ing DTS HR 7.1 – SOTT: Ita / Ing / Ing non udenti / Rus / Ucr / Let / Lit / Est / Ser / Cro / Slo – EXTRA: 100 anni di preparazione, Scene eliminate con commento audio regista, John Carter a 360 gradi, Errori di Barsoom – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY 3D *
ACQUISTO: SCONSIGLIATO

.
MOSSE VINCENTI (DVD già disponibile dall’ 08/06/12)

Film che racconta la crisi economica attraverso la storia di un avvocato sull’ orlo della bancarotta che allena una squadra scolastica di Wrestling. Sembra assurdo a leggerlo così ma Mosse Vincenti si è dimostrato una delle piacevoli sorprese indie della stagione.
* DVD * VIDEO: 1.85.1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing / Fra / Ted Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ing / Fra / Ted / Ara / Ola / Tur – EXTRA: Scene tagliate, Interviste, Famiglia, Video musicale, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO

.
.
ONG BAK 3 (DVD e BD già disponibili dal 06/06/12)

Il punto più basso delle trilogia, c’è poco da fare. Per salvare e riutilizzare tutto il girato di Ong Bak 2, che si concludeva con un finale aperto inaccettabile, Tony Jaa e Panna Rittikrai mettono insieme un film al limite del noioso insopportabile. Peccato perchè il secondo capitolo ci era piaciuto non poco. Edizione nella norma quella di One Movie (esce anche il cofanetto con tutta la trilogia)
* DVD * VIDEO: 1.78:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Tai Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Dietro le quinte – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO (ma solo se avete visto il film e vi è piaciuto)
* BLURAY * VIDEO: 1.78:1 anamorfico 1080p – AUDIO: ITa / Tai Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Dietro le quinte, Trailer – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO CON RISERVA

.
PARADISO AMARO (DVD e BD già disponibili dall’ 08/06/12)

A dispetto dell’ inadeguato titolo italiano, quello di Alexander Payne è un film dove del paradiso hawaiano restano solo camicie sgargianti ed infradito e dove anche Clooney si scrolla di dosso tutta la sua gigioneria per interpretare un padre che, con la moglie in fin di vita, deve ricostruire il suo ruolo all’ interno della famiglia. La versione Bluray include l’ E-copy per il download digitale e molti più extra
* DVD * VIDEO: 2.40:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing / Fra Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ing / Fra / Dan / Ola / Nor / Sve / Fin / Ara – EXTRA: Tutti amano George, Lavorare con Alexander, Il casting – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.40:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Spa Lat Am / Por Dolby Digital 5.1, Ita / Fra / Ted / Spa DTS 5.1, Ing DTS HD 5.1 – SOTT: Ita / Ing non udenti / Fra / Spa / Ted / Ara / Dan / Fin / Nor / Ola / Por / Sve / Tur – EXTRA: Tutti amano George, Lavorare con Alexander, Il casting, Conversazione, Lo stile hawaiano, I veri discendenti, Scene tagliate – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO

.
SHAME (DVD e BD già disponibili dal 06/06/12)

Se ci leggete già da un po’ di tempo saprete bene che Shame di Steve McQueen ci ha diviso e pertanto, l’ interesse o meno che potreste avere per questo film con un grandissimo Fassbender, dipende unicamente da che parte della barricata vi trovate.
* DVD * VIDEO: 2.35:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Interviste, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 2.35:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Ing DTS HD 5.1 – SOTT: Ita – EXTRA: Interviste, Trailer – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO CON RISERVA
.
.

631