Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

Al cinema e non solo.

 

DarkestHour_150L’ORA PIU’ BUIA di Joe Wright

 

Dopo il fallimento del suo predecessore, viene affidato a Winston Churchill il ruolo di Primo Ministro del governo britannico in un momento storico cruciale, con la minaccia nazista dilagante nel continente europeo. Solo la caparbieta’ e lo spirito di un personaggio destinato ad entrare a pieno diritto nella Storia,  riusciranno a cambiare le sorti del proprio paese e di tutta Europa.

Dopo il notevole Churchill interpretato da John Litghow nella pluripremiata serie The Crown, arriva sul grande schermo l’interpretazione dello stesso personaggio di Gary Oldman, nascosto ma non troppo dal trucco. Pur essendo un argomento cinematograficamente un po’ sfruttato dopo la suddetta serie e il recente film di Nolan,  Dunkirk, ambientato nello stesso periodo storico, la pellicola di Wright brilla certamente per l’interpretazione di Oldman, capace di restituire l’umanita’ del personaggio in tutte le sue eccentricita’ e sfumature. E se da un lato quello di Litghow era un Churchill ormai al crepuscolo della propria carriera, quello di Oldman e’ invece il ritratto di un uomo che, malgrado l’eta’ gia’ avanzata, mostra tutto il vigore e lo sdegno di un personaggio animato da incrollabili principi, per i quali e’ disposto a sfidare il mondo intero.

Non da meno e’ il cast che lo circonda, ovviamente all-british, con Lily James nel ruolo della fedele segretaria, Kristin Scott-Thomas nel ruolo della moglie,  insostituibile compagna di vita e sostenitrice nei momenti piu’ oscuri, e Stephen Dillan (lo Stannis Baratheon de Il trono di Spade) nel ruolo di Lord Halifax, temibile avversario politico di Churchill. Prevalentemente sviluppata in ambienti chiusi ed angusti come quelli delle stanze della guerra,  la pellicola di Wright occasionalmente si concede rapide “uscite” per mostrare la realta’ al di fuori dei giochi di potere del palazzo e dei momenti privati dello statista. E sono momenti quasi pittorici, con il popolo preso nella routine quotidiana, totalmente ignaro del destino che li attende, fino al momento cruciale in cui questi due percorsi coincidono, nell’incontro in metropolitana del primo Ministro con la gente comune. Un momento se vogliamo forse un po’ retorico ma che da’ sostegno e motivazione per uno dei discorsi piu’ famosi di Churchill, quello delle “lacrime e sangue”,  con cui convinse il parlamento precedentemente ostile a dargli completa fiducia nell’affrontare a viso aperto la minaccia nazista e a non sottostare ad umilianti trattati di pace.

GRADIMENTO KUSA 75%

.

Brevemente in sala.

.

themazerunnerMAZE RUNNER – LA RIVELAZIONE (Maze Runner: The Death Cure)
di Wes Ball

.
Terzo ed ultimo capitolo della saga di Maze Runner, di cui ho visto solo il primo, ma che almeno riesce a trovare la propria conclusione al cinema, a differenza di quella di Divergent rimasta sospesa nel limbo. Dei ragazzi del labirinto, immuni al virus che ha decimato l’umanità, ormai ci importa comunque poco e semmai recupereremo il tutto dal divano di casa.
ATTESA KUSA 0%
.
Ultima saga cinematografica teen-oriented ancora attiva che finalmente giunge alla sua conclusione. Speriamo che la moda sia passata perchè sono state, chi più chi meno, tutte abbastanza imbarazzanti.
ATTESA WELTALL 0%

.

slumberIldemonedelsonnoSLUMBER – IL DEMONE DEL SONNO (Slumber)
di Jonathan Hopkins

.
Una dottoressa specialista del sonno si trova ad abbandonare completamente la scienza quando deve affrontare un demone del sonno che perseguita una famiglia. Non ci perderemo il sonno.
ATTESA KUSA 0%
.
Tematica estremamente affascinante ma il film pare, stando al trailer, abbastanza banale con tanto di protagonista che nell’aiutare il prossimo a liberarsi dai suoi demoni deve pure affrontare i propri. Premesse che non ispirano grossa fiducia.
ATTESA WELTALL 0%

.

sonotornatoSONO TORNATO
di Luca Miniero

.
Remake italiano di Lui é Tornato in cui a Hitler si sostituisce Mussolini. Partendo dal presupposto che a me non era piaciuto neppure l’originale, secondo me questo si poteva tranquillamente evitare. Per un sacco di buoni motivi. Farlo uscire poi in piena campagna elettorale é di un opportunismo deprecabile.
ATTESA KUSA 0%
.
Se proprio uno non ha niente da fare meglio recuperare l’originale. Ma se uno non ha niente da fare la settimana in cui esce il nuovo film di Spielberg, beh, la cosa è grave.
ATTESA WELTALL 0%

.

thepostTHE POST
di Steven Spielberg

.
Meryl Streep e Tom Hanks sono solo i nomi di punta di un cast enorme, che per gli appassionati di serie comprende nomi ben noti come Sarah Paulson, Alison Brie, Bradley Whitford, Matthew Rhys e Carrie Coon. A questo punto potrebbero pure recitare l’elenco telefonico che andremmo lo stesso in sala. E invece c’é pure una classica storia americana di impegno civile e di giornalismo d’inchiesta. Film della settimana senza se e senza ma.
ATTESA KUSA 80%
.
In una settimana così Spielberg vince a mani basse. Ma avrebbe vinto comunque, non scherziamo.
ATTESA WELTALL 80%

.
.
.

1.052