Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

IL BENE MIO
di Pippo Mezzapesa

.
Film sulla memoria ambientato in uno dei tanti centri abitati distrutti dal terremoto nel centro Italia, Il Bene Mio racconta di Elia, ultimo abitante di Provvidenza. Mentre tutti i suoi concittadini si sono trasferiti nel nuovo paese lui preferisce rimanere in quei luoghi per conservarne il ricordo, affinchè qualcuno ne conservi memoria.
ATTESA WELTALL 50%

In un paese come il nostro, in cui la memoria storica sembra essere alquanto lacunosa per non dire del tutto assente, qualsiasi pellicola che vada in quella direzione è bene accetta. Certo di qui ad entrare in sala la strada è tanta.
ATTESA KUSA 40%

.

SMALLFOOT
di Karey Kirkpatrick, Jason Reisig

.
Film d’animazione Made in USA (con il solito cast di nomi importanti a doppiare i protagonisti) dove tutto ruota intorno al ribaltamento della leggenda del Bigfoot. E se queste mitiche creature esistessero? E se fossero anche una comunità numerosa organizzata? E se uno di loro volesse provare a dimostrare l’esistenza di un’altra mitica e glabra creatura? Si parla dell’essere umano naturalmente. Ecco, Smallfoot è tutto qui.
ATTESA WELTALL 0%

Tematica del ribaltamento della prospettiva a parte, questo film d’animazione sembra rivolto ad un pubblico decisamente lontano dal mio gruppo demografico. Quindi non avendo figli mi ritengo decisamente esonerato dall’entrare in sala.
ATTESA KUSA 0%

.

THE DOMESTICS
di Mike P. Nelson

.
Una sorta di Guerrieri della Notte post-apocalittico con una coppia che cerca di sopravvivere attraversando gli USA in cui la popolazione sopravvissuta si e’ divisa in bande, ognuna a rappresentare il peggio delle societa’ statunitense. Spunto magari interessante, ma entusiasmo pressoche’ nullo
ATTESA KUSA 0%
.
Tipico esempio di film che prova a raccontare la lotta per la sopravvivenza in un’America post apocalittica, di chi vuole mantenere in piedi una parvenza di società civile mentre il resto del Paese, privato di qualsiasi regola o controllo, sprofonda nell’anarchia. Tutto bello sulla carta ma a giudicare dal trailer è una cosuccia che possiamo tranquillamente aspettare di vedere a casa.
ATTESA WELTALL 0%

.

VENOM
di Robert Fleisher

.
Per quanto ci faccia piacere vedere Spider-Man inserito nel Marvel Cinematic Universe, è bene sempre ricordare che tutto il pacchetto riguardante l’Amichevole Arrampicamuri di Quartiere è ancora saldamente nelle mani di Sony. Ecco perchè ci troviamo qui a parlare di Venom, primo di una probabile serie di pellicole stand alone dedicate ai villain dell’alter ego di Peter Parker. Qui, come si evince bene dai trailer, le origini della fusione tra il simbionte alieno ed il giornalista Eddie Brock sono narrate in maniera inedita togliendo dall’equazione proprio l’elemento che sui fumetti ha portato alla nascita di Venom, l’ Uomo Ragno. Francamente la cosa mi interessa poco. Anzi proprio per niente.
ATTESA WELTALL 0%
.
Pur condividendo il punto di vista del mio collega, essendo protagonista un buon attore come Tom Hardy la tentazione di entrare in sala c’è, quindi ci farò un pensiero.
ATTESA KUSA 60%

.

THE WIFE – VIVERE ALL’OMBRA (The Wife)
di Bjorn Runge

.
Joan ha sacrificato la sua vita ed il suo talento per amore del marito Joe. E’ lui infatti che ha beneficiato del talento di scrittrice della moglie attribuendosi la paternità delle opere con il benestare di lei. Ma quando Joe riceve l’annuncio di aver vinto il Nobel per la letteratura, quell’equilibrio durato quarant’anni sembra incrinarsi. Dramma familiare e umano con due grandi protagonisti quali Glenn Close e Jonathan Pryce.
ATTESA WELTALL 60%
.
Visti i due protagonisti, i dubbi sul fatto di trovarsi di fronte alla pellicola della settimana non ci sono. Anche se non è che l’entusiasmo sia proprio alle stelle.
ATTESA KUSA 70%

.

UN NEMICO CHE TI VUOLE BENE
di Denis Rabaglia

.
Un professore di astronomia ritirato nella sua villa di campagna, tradito dalla moglie e con una madre che lo disprezza, salva per caso la vita ad un killer di professione. Per contraccambiare, l’assassino gli propone un patto: uccidere il suo peggior nemico gratuitamente. Commedia nera con Diego Abatantuono, che in ruoli seri ha sempre riservato piacevoli sorprese.
ATTESA KUSA 50%
.
Tentativo tutto italiano di portare al cinema un interessante esempio di commedia nera affidandosi ad un attore che in carriera si è sempre diviso tra ruoli comici e drammatici. Non una piena approvazione ma un po’ di interesse c’è, non lo si può negare.
ATTESA WELTALL 50%

.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
339