Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

ammoreemalavitaAMMORE E MALAVITA
di Manetti Bros

.
Presentato in concorso all’ultimo Festival di Venezia, il nuovo film dei Manetti Bros. miscela musical e gangster movie. Ambientato nella Napoli dei giorni nostri, i protagonisti sono Ciro, giovane malavitoso e Fatima,  un’infermiera. Il primo viene incaricato di uccidere la seconda diventata uno scomodo testimone. Ma l’amore di Ciro per Fatima, porterà il giovane a tradire il proprio boss.
ATTESA WELTALL 0%

I Manetti Bros sono (pare) una bella realta’ del cinema italiano con cui non ho dimestichezza, ovvero non ho mai visto un loro film. E non comincero’ certo questo anche se la miscela tra film di gangster e musical non mi lascia affatto indifferente.
ATTESA KUSA 0%

.

120battitialminuto120 BATTITI AL MINUTO (120 Battements par minute)
di Robin Campillo

.
Ambientato a Parigi negli anni ’90, la pellicola di Campillo racconta della lotta dell’associazione Act Up per portare sotto l’attenzione dell’opinione pubblica la piaga dell’AIDS e delle vittime che stava mietendo. E’ qui che Nathan incontra Sean, attivista radicale, con il quale inizia una relazione.
ATTESA WELTALL 0%

Tutto molto nobile e impegnato, ma non mi da’ gli stimoli giusti per entrare in sala
ATTESA KUSA 0%

.

bladerunner2049_usBLADE RUNNER 2049
di Dennis Villeneuve

.
Lo aspettate trepidanti o sinceramente spaventati? Non ve ne può fregare di meno? Comunque la pensiate, il seguito di Blade Runner è realtà e sbarca nelle nostre sale portandosi dietro un carico preoccupante di dubbi e aspettative. Dopotutto non gioca a favore del film l’altro titolone di Ridley Scott (Alien, per capirci) che si è voluto riproporre al pubblico di oggi. Il buon Scott qui fa da produttore e la regia è affidata al bravo (pur se non convintissimi del suo Arrival) Dennis Villeneuve.
Staremo a vedere
ATTESA WELTALL 60%

Condivido completamente la perplessita’ sulla pellicola di Villeneuve, perche’ Blade Runner e’ una tale pietra miliare cinematografica che anche solo immaginare l’IDEA di un seguito sfiora il reato di lesa maesta’. E c’e’ anche il fatto che l’ultimo film di fantascienza del regista, Arrival, malgrado il consenso generale con cui era stato accolto, a me non aveva convinto affatto. Quindi anche i primi commenti su Blade Runner 2049, tutti positivi, mi lasciano perplesso. Il dubbio se entrare in sala o no e’ enorme, ma la certezza e’ che il paragone con il precedente e’ impossibile.
ATTESA KUSA 50%

.

cometiammazzoilbodyguardCOME TI AMMAZZO IL BODYGUARD (The Hitman’s Bodyguard)
di Patrick Hughes

.
Il più bravo bodyguard sulla piazza è costretto a proteggere un pericoloso assassino testimone di un processo. Le differenze tra i due daranno luogo, almeno nelle speranza di regista/sceneggiatore/produttori, a esilaranti situazioni. Noi non ci crediamo più di tanto anche se la promozione che fa il verso al film con Kevin Costner e Whitney Houston è piuttosto azzeccata. Magari ce lo recupereremo comodamente a casa.
ATTESA WELTALL 0%

I due protagonisti ci sono simpatici entrambi, ma come il mio illustre collega non sono molto convinto sulla  riuscita della pellicola. Optero’ anche io per una eventuale visione casalinga.
ATTESA KUSA 0%

.

renegadesRENEGADES: COMMANDO D’ASSALTO (Renegades)
di Steve Quale

.
Un tesoro nazista rimasto sommerso sul fondo di un lago per decenni ed un gruppo di Navy Seals di buon cuore decisi a recuperarlo per restituirlo alla popolazione di un piccolo villaggio bosniaco, sono gli ingredienti di questo apparentemente insipido film di guerra che ci attira come una manciata di vespe nelle mutande.
ATTESA WELTALL 0%

Senza ricorrere alla colorita metafora del mio collega, mi accodo a lui per quanto concerne il mio interesse…
ATTESA KUSA 0%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
454