Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

Edgeof1717 ANNI (E COME USCIRNE VIVI ) (The Edge of Seventeen)
di Kelly Fremon Craig

 Storia di Nadine, adolescente come tanti a cui  improvvisamente crolla il mondo addosso quando si realizza uno dei suoi incubi, ovvero la sua migliore amica si mette insieme al suo odiatissimo fratello, colpevole  di esser simpatico a tutti e di avere successo, nonche’ di essere il preferito della madre.

The Edge of Seventeen si accoda ad una serie di felici esempi recenti, come Easy Girl e Noi Siamo Infinito,  che prendendo un argomento gia’ visto mille volte al cinema come il problematico periodo adoloscenziale,  riesce comunque ad essere originale e fresco. Merito senza dubbio di una protagonista non convenzionale, e di una interprete, Hailee Steinfeld, che a soli venti anni si merita tutti gli elogi che ha ricevuto per questo ruolo, giustamente coronato da una nomination ai recenti Golden Globes.

Indispensabile alla riuscita del film anche una sceneggiatura intelligente e ironica, e  un cast di supporto all’altezza: basta citare solo il sarcastico ma sempre presente professore,  interpretato da un sardonico Woody Harrelson, capace di aiutare la giovane nei suoi travagli con sferzante ironia e solo apparente distacco. Una pellicola quella della Craig che ha, tra gli altri, il pregio e il coraggio di saper rendere la propria protagonista anche antipatica quando necessario, tanto   concentrata a combattere con il mondo esterno,  che a suo avviso non riesce a comprenderla, al punto da farne una vera e propria ossessione.

Prendendo il meglio del recente cinema indie in stile Juno o il citato Noi Siamo Infinito  e delle commedie anni ’80 di John Hughes come Bella in Rosa o Sixteen Candles, The Edge of Seventeen si ritaglia cosi’ un meritato posto nella lunga lista di film che ritraggono quel periodo dolce-amaro e tragicomico che chiamiamo adolescenza.

GRADIMENTO KUSA 75%

.

Brevemente in sala.

.

ipuffi3I PUFFI: VIAGGIO NELLA FORESTA SEGRETA (Smurfs: The Lost Village)
di Kelly Asbury

.
Terzo (?!?!?) lungometraggio dedicato ai Puffi, ma primo interamente d’animazione, in cui si cerchera’ di rispondere alle molte domande sui piccoli esserini blu. Una su tutte, perche’ sto sprecando tante parole per una pellicola del genere? Non avendo figli da accompagnare, pellicola comunque lontana anni luce dal mio target generazionale.
ATTESA KUSA 0%
.
Il fatto che, giunti al terzo lungometraggio cinematografico dei puffi, si sia deciso di puntare tutto sull’animazione evitando il coinvolgimento di attori “in carne e ossa”, può voler forse dire che si è trovata una formula più comoda per far sopravvivere questo sfortunato franchise? O che è talmente monnezza che è pure difficile trovare attori di richiamo che vogliano parteciparvi?
ATTESA WELTALL 0%

.

thesecretscriptureIL SEGRETO (The Secret Scripture)
di Jim Sheridan

.
Probabilmente l’unica possibile alternativa della settimana ad una bella gita fuori porta, la pellicola di Sheridan ha come protagonisti Rooney Mara, Eric Bana e Vanessa Redgrave. La tormentata vita di un’anziana signora, rinchiusa in un ospedale psichiatrico da piu’ di cinquant’anni,  rivive grazie alle pagine del suo diario segreto, scoperto dallla dottoressa che la prende in cura quando la struttura sta per essere smantellata.  Romanticismo e tragedia con l’ambientazione irlandese tipica del regista di Il mio piede sinisto e Nel nome del padre.
ATTESA KUSA 65%

“Romanticismo e tragedia” è esattamente la stessa considerazione che ho fatto anche io,  e che generalmente porta anche a tanta banalità e ho paura che Il Segreto non ne sia immune.
ATTESA WELTALL 40%

.

lameccanicadelleombreLA MECCANICA DELLE OMBRE (La mécanique de l’ombre)
di Thomas Kruithof

.
Un thriller sulla falsariga di esempi illustri come La Conversazione  o Le Vite degli altri, il film di Kruithof racconta la storia di Duval, disoccupato che trova posto in un agenzia di vigilanza per cui deve trascrivere intercettazioni telefoniche. Finche’ non sentira’ qualcosa che non deve sentire e finira’ in un intrigo politico che mettera’ a rischio la sua vita. Non nuovo come tematica, potrebbe esser pure interessante ad averne voglia e soprattutto a trovare una sala che lo proietti.
ATTESA KUSA 40%
.
Non originalissimo ma in un’epoca di costante paranoia nella quale viviamo un film così non è davvero fuori tema.
ATTESA WELTALL 55%

.

inbetweenLIBERE, DISOBBEDIENTI, INNAMORATE – IN BETWEEN (Bar Bahar)
di Maysaloun Hamoud

.
E’ possibile per una giovane donna a Tel Aviv affermare la propria identità e ottenere la propria libertà con tutti i limiti imposti dalla propria cultura e religione? E’ quello che scopriremo nel film di Maysaloun Hamond dove la giovane Nour troverà nelle coinquiline Laila e Salma una strada per affermare se stessa.
ATTESA WELTALL 50%

Soprassediamo sul titolo italiano, e concentriamoci sul racconto di tre donne palestinesi che scelgono di vivere a Tel Aviv  ma si scontrano con la difficolta’ di liberarsi delle tradizioni e della cultura loro imposte. In tempi di intolleranza e diffidenza verso le culture diverse dalla nostra, e’ sempre interessante confrontarsi con sguardi non europei.
ATTESA KUSA 50%

.

piccolicriminiconiugaliPICCOLI CRIMINI CONIUGALI
di Alex Infascelli

.
Sergio Castellitto e Margherita Buy in un dramma da camera che vede come protagonisti un marito che perde la memoria e una moglie che nasconde dei segreti.  I due interpreti e il regista potrebbero spingere a tenerlo in considerazione, anche se il tema trattato non e’ proprio originalissimo.
ATTESA KUSA 0%
.
Drammatica dinamica di coppia, fatta di non detto e bugia, con due interpreti importanti del nostro cinema. Eppure, per me è un NO grande così.
ATTESA WELTALL 0%

.

powerrangersPOWER RANGERS
di Dean Israelite

.
Per ragioni anagrafiche sono stato del tutto estraneo al fenomeno Power Rangers nel passato. A maggior ragione,  mi guardo bene dal diventarne parte ora.
ATTESA KUSA 0%
.
Per quel che mi riguarda i Power Rangers sono arrivati quasi a tempo scaduto e le varie serie, realizzate davvero con due soldi, prendevano spunto dalle controparti giapponesi in maniera tale da strappare anche qualche sorriso. Il film pare prendersi più sul serio del previsto ma magari, in una settimana come questa, potrebbe pure essere un’alternativa divertente.
ATTESA WELTALL 40%

.

thestartupTHE STARTUP – ACCENDI IL TUO FUTURO
di Alessandro D’Alatri

.
Dal trailer sembra proprio che siamo dalle parti di The Social Network “De Noantri”. D’Alatri in passato ci e’ piaciuto anche parecchio, ma qui proprio no.
ATTESA KUSA 0%
.
Ecco, basta il trailer per lanciarsi giustamente con un paragone illustre che questa pellicola non credo meriti. The Startup appare povero nella realizzazione, nella recitazione e nei contenuti, riciclati se non proprio palesemente ricalcati.
ATTESA WELTALL 0%

.

underworld5UNDERWORLD: BLOOD WARS
di Anna Foerster

.
Come la saga di Resident Evil, anche quella di Underworld e’ diventata piu’ che altro un guadagno sicuro per la sua protagonista, in questo caso Kate Beckinsale. Solo che ormai non c’e’ piu’ neppure l’iniziale interesse nel vederla fasciata in pelle nera a spingerci ad entrare in sala.
ATTESA KUSA 0%
.
Ecco, qui credo di essermi perso decisamente qualche puntata. Com’è che siamo arrivati a cinque film, questo compreso? Va bene che Kate Beckinsale è sempre un bel vedere ma la saga di Underworld non ha alle spalle una fan base che arriva direttamente dai videogames come Resident Evil, ed è per questo che forse ne è rimasta sempre all’ombra.
ATTESA WELTALL 0%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
930