Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

duesottoilburqaDUE SOTTO IL BURQA (Cherchez la Femme!)
di Sou Abadi

.
Due studenti francesi vogliono partire per New York ma il fratello di lei, di ritorno da un viaggio in Yemen, le vuole imporre le strette regole della tradizione islamica e la confina in casa impendendole di vedere il suo ragazzo. Al fidanzato non resta quindi che nascondersi sotto a un burqa per continuare a frequentarla. Che i francesi, ripetute vittime del terrorismo islamico, riescano a far una commedia come questa dove ci si prende gioco della rigidita’ dell’integralismo di alcuni musulmani e’ certamente ammirevole, ma non mi convincera’ per questo ad entrare in sala.
ATTESA KUSA 0%
.
Anche se il mio interesse per questo film è nullo, trovo sia doveroso almeno un applauso ad un progetto che si fa beffe della paura instillata dai gesti criminali e vigliacchi del terrorismo, provando a scherzare,  a ironizzare sull’integralismo.
ATTESA WELTALL 0%

.

freefireFREE FIRE
di Ben Wheatley

.
Un magazzino abbandonato,uno scambio d’armi finito male. Comincia cosi’ una sparatoria lunga 90 minuti, tra scambi di battute e tradimenti vari. A me dopo dieci minuti sembravano gia’ troppi, anche se a Brie Larson e a Cillian Murphy si fa fatica a dire di no. L’ambientazione anni ’70 poi non aiuta affatto. SI l’ho gia’ visto e NO, non lo consiglio.
ATTESA KUSA 30%
.
Ben Wheatley, ci piace. In modo alterno, è vero, ma è così. Quindi non si nasconde una curiosità abbastanza invadente per questo film che pare non solo si ambienti negli anni ’70, ma ne voglia ricalcare anche le atmosfere cinematografiche.
ATTES WELTALL 60%

.

ilpremioIL PREMIO
di Alessandro Gassman

.
Quando Giovanni vince il Nobel per la letteratura, a causa della paura di volare si imbarca in un lungo viaggio in automobile insieme al suo assistente e ai suoi due figli. Ovviamente ne capiteranno di cotte e di crude, ma noi restiamo a casa. Con Gigi Proietti nel ruolo di Giovanni, Rocco Papaleo in quello dell’assistente e Alessandro Gassman e Anna Foglietta nel ruolo dei due figli.
ATTESA KUSA 0%
.
Non basta certo una leggera venatura autobiografica a convincerci che il film di Gassman merita la nostra attenzione soprattutto se le alternative ci sono eccome.
ATTESA WELTALL 0%

.

suburbiconSUBURBICON
di George Clooney

.
Da una sceneggiatura dei Coen, ritratto idilliaco dei Lodge, famiglia bianca che vive in uno dei quei  sobborghi del dopoguerra in USA dove tutto apparentemente e’ perfetto ma in realta’ basta l’arrivo di una famiglia di afroamericani per sovvertire il tutto e portare a galla il peggio dell’umanita’.
ATTESA KUSA 65%
.
Ci interessa Clooney, che come regista ha già dimostrato di saperci fare, e ci interessa capire se è riuscito a tirar fuori qualcosa di buono da questa sceneggiatura dei Coen. L’accoglienza generale è stata tiepidina ma poco importa.
ATTESA WELTALL 65%

.

thevoidTHE VOID – IL VUOTO (The Void)
di Jeremy Gillespie, Steven Kostanski

.
Settimana dei film fuori tempo massimo, qua siamo in un horror dalle parti di Lovecraft che e’ sempre un piacere, con citazioni e atmosfere dal cinema di genere anni ’70 e ’80, quindi la curiosita’ c’e’ tutta.
ATTESA KUSA 60%
.
C’è sempre grande curiosità per nuovi horror da queste parti anche se, piuttosto che guardare al futuro, si butta un occhio al passato…quel passato quando il genere godeva di ottima salute
ATTESA WELTALL 65%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
641