Aperitivo a Grado

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

SENZA LASCIARE TRACCIA
di Debra Granik

Will vive con sua figlia adolescente Tom nelle foreste vicino a Portland, Oregon, all’interno di un parco nazionale. Quando le autorita’ li scoprono, riassegnano entrambi in una comunita’ isolata ma con le comodita’ e le “intrusioni” della societa’ moderna. Il padre, veterano traumatizzato dalla guerra in Iraq, trascinera’ la ragazzina di nuovo nei boschi fino ad incontrare una comunita’ di emarginati in cui poter vivere finalmente tranquilli.

Otto anni dopo il bel Un gelido Inverno, film che rivelo’ al grande pubblico il talento di Jennifer Lawrence, la Granik torna su terreni a lei familiari per raccontare gli Stati Uniti di coloro che vivono, piu’ o meno volontariamente, ai margini della civilta’ urbana. Persone che scelgono di rinunciare alle comodita’ e ai conseguenti ricatti del mondo moderno per condurre un esistenza piu’ vicina al mondo naturale, ma non necessariamente completamente isolata da qualsiasi comunita’. Il cuore della pellicola e’ il rapporto tra padre e figlia, inizialmente di completa subordinazione della giovane ai desideri e alle regole del genitore, ma destinato inesorabilmente ad evolvere al punto di un sofferto ma inevitabile distacco. I traumi e i demoni del padre, sofferente di PTSD per l’esperienza in guerra, finiranno infatti per avere il sopravvento sull’uomo, e lo spingeranno a scegliere la completa solitudine

Le domande poste dal film sono semplici ma fondamentali, e la situazione estrema in cui si trovano a vivere i due protagonisti non fa altro che drammatizzare situazioni riconducibili alla nostra vita quotidiana. Fino a che punto, da parte di un  genitore,  e’ giusto imporre al proprio figlio il proprio stile di vita e le proprie scelte, radicali o “normali” che siano? Quanto siamo disposti a scendere a compromessi, quando si tratta di persone che amiamo? Quale ruolo svolge la comunita’ in cui viviamo nella crescita dei figli e nei rapporti familiari? Tutte domande e spunti di riflessione importanti,  che fanno da corollario all’intenso rapporto tra padre e figlia, vissuto piu’ su silenzi e gesti che esplicitato a parole.  Va dato merito ad entrambi gli interpreti per la tenuta del film, anche se non mancano i momenti di lentezza, eccessivi anche per una pellicola cosi’ riflessiva ed intimista.
Rimane nella memoria lo straziante distacco finale,  con padre e figlia che prendono direzioni diverse ma senza conflitti, all’insegna della dolorosa comprensione delle proprie differenze, e dell’intima inconciliabilita’ dei propri desideri.

GRADIMENTO KUSA 70%

.

Brevemente in sala.

.

ANIMALI FANTASTICI: I CRIMINI DI GRINDELWALD
(Fantastic Beasts 2:The Crimes of Grindelwald)
di David Yates

.
La nuova saga cinematografica concepita da J.K. Rowling ed ambientata nel mondo di Harry Potter arriva al suo secondo capitolo. anche qui ritroviamo Newt Scamander questa volta direttamente alle prese con il malvagio Grindelwald, intenzionato a radunare un esercito con cui governare su tutti i Non-Magici. Immagino sia un film molto atteso dai fan ma personalmente sono decisamente indietro anche con il recupero della saga originale.
ATTESA WELTALL 0%
.
Non avendo visto il primo capitolo e non avendo alcuna intenzione di recuperarlo, non mi pongo nemmeno il problema di prendere in considerazione questo.
ATTESA KUSA 0%

.

CHESIL BEACH – IL SEGRETO DI UNA NOTTE (On Chesil Beach)
di Dominic Cooke

.
Una storia d’amore tormentata tra una violinista ed il suo compagno, ambientata nell’Inghilterra dei primi anni ’60 in una società ancora vincolata a dei tabù pre- rivoluzione sessuale. Film del 2017 che arriva in grande ritardo ma che forse interesserà agli amanti del cinema britannico. Se già non l’hano recuperato per altre vie.
ATTESA WELTALL 0%
.
La presenza di Saoirse Ronan da sola giustifica per me la visione della pellicola di Cooke, ma probabilmente non in sala
ATTESA KUSA 0%

.

COSA FAI A CAPODANNO?
di Filippo Bologna

.
Catalogato come thriller, il film di Filippo Bologna pare, dal trailer, più una commedia nera ambientata in uno chalet di montagna per l’ultimo dell’anno dove i padroni di casa hanno deciso di lasciarsi alle spalle i trascorsi dodici mesi con una serata tra scambisti. Non tutto andrà come previsto.
ATTESA WELTALL 0%

Film di gruppo in location isolata, con misteri e segreti, potrebbe appunto essere interessante se non sfociasse in commedia. Forse un occhiata gliela si puo’ anche dare,  ma comunque non in sala
ATTESA KUSA 30%

.

RED ZONE – 22 MIGLIA DI FUOCO (Mile 22)
di Peter Berg

.
Trama molto semplice: un ufficiale dell’intelligence americana deve portare in salvo un agente compromesso con l’aiuto di un’unità tattica. Spy movie con lato action annesso interpretato da Mark Wahlberg assolutamente trascurabile. Se non fosse che nel cast troviamo pure Iwo Kuwais, star assoluta dei due capolavori di menare indonesiani The Raid e The Raid 2. Si spera solo che gli abbiano lasciato il giusto spazio.
ATTESA WELTALL 50%
.
Peter Berg è un solido mestierante (suo il notevole e sottovalutato The Kingdom) , così come lo è Mark Wahlberg. Quindi non possiamo che attenderci un solido film medio, a cui per coerenza non possiamo che dare un solido voto medio.
ATTESA KUSA 50%

.

WIDOWS – EREDITA’ CRIMINALE (Widows)
di Steve McQueen

.
Esce un po’ in sordina il nuovo film di Steve McQueen, a cinque anni da 12 Anni Schiavo, per raccontare la storia di quattro vedove con nulla in comune tra loro se non le attività criminali dei mariti e il grosso debito lasciato da loro dopo un colpo andato male. Si vedranno costrette ad allearsi per non soccombere.
ATTESA WELTALL 70%
.
Ancora prima di sapere che la regia era di Steve Mc Queen, ad attirami mi era bastato il nutrito  cast femminile, composto da Viola Davis, Michelle Rodriguez, Elizabeth Debicki, vista in The Night Manager e in Guardiani della Galassia II,  e   Cynthia Erivo, rivelazione di 7 Sconosciuti a El Royale. Film della settimana senz’altro, poi si vedra’
ATTESA KUSA 70%

.

PENGUIN  HIGHWAY
di Hiroyasu Ishida
(solo il 20/21 Novembre in sale selezionate)

.
Prosegue la rassegna anime promossa da Dynit e Nexo Digital con la pellicola di Ishida, che vede come protagonista il giovanissimo Aoyama, alle prese con l’improvvisa  comparsa di  una colonia di pinguini nella sua citta’. Con i suoi amici cerchera’ di capire da dove provengono e cosa vogliono.
ATTESA KUSA 80%

.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
839