Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite heome-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Ma non possiamo più trascurare l’importanza delle serie TV alle quali dedichiamo Derive Seriali, una sezione apposita curata da :A:, scrittore, sceneggiatore e nerd impenitente. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

wonderwomanWONDER WOMAN
di Patty jenkins

.
Rispetto agli altri cinecomics DC/Warner (da Man of Steel fino all’infame Suicide Squad) Wonder Woman non fa schifo.
Non provoca neanche rabbia incontrollata e fastidio.
E’ un deciso passo in avanti soprattutto nel trovare il giusto equilibrio nei toni del film includendo anche un po’ di moderata ironia che non guasta di certo.
Mentre i precedenti puntavano tutto sulle atmosfere cupe, quasi a sottolineare i conflitti interiori dei personaggi (pesante eredità lasciata, ahinoi, dal Batman di Nolan), in Wonder Woman finalmente arriva il contrasto: il mondo degli uomini, lacerato dalla Prima Guerra Mondiale, è giustamente fotografato in maniera fredda. L’esatto contrario della luminosità ed esplosione di colori con la quale viene rappresentata l’Isola Paradiso, patria delle Amazzoni, dove si svolge il riuscito incipit del film di Patty Jenkins.
A lei anche il merito di aver diretto con mano sicura delle efficaci sequenze d’azione dove Gal Gadot dimostra di non essere solo bella ma di calzare a pennello i panni della principessa delle Amazzoni grazie alla sue doti atletiche. Peccato solo per i ralenty, impronta “snyderiana” che a quanto pare non si riesce a chiudere in un cassetto e a dimenticarcene per sempre.
Peccato solo che questo Wonder Woman si dimostri spesso incredibilmente ingenuo e inficiato da incongruenze fastidiose che rendono totalmente vano portare a compimento una riflessione sulla natura umana che avrebbe certamente dato alla pellicola un valore aggiunto non da poco.
Quel che sicuramente rimarrà di questo film è il fatto di essere riuscito ad anticipare la Marvel di almeno un paio di anni presentando il primo personaggio femminile protagonista in un cinecomic, annullando totalmente il concetto di “damigella in pericolo” e relegando per una volta i personaggi maschili a meri comprimari.
GRADIMENTO WELTALL 50%

.

Brevemente in sala.

.

aspettandoilreASPETTANDO IL RE (A Hologram for the King)
di Tom Tykwer

.
Un americano in crisi esistenziale e lavorativa durante la recessione del 2010 arriva in Arabia Saudita cercando fortuna e una soluzione ai suoi problemi. Entrera’ in contatto con un mondo ed una cultura totalmente differenti dalla sua e comincera’ a pensare ad un nuovo inizio per la sua vita. Film del 2016 che  esce solo ora, la cui unica attrattiva e’ il protagonista Tom Hanks, e in periodo di vacche magre e fondi di magazzino ci potrebbe pure bastare.
ATTESA KUSA 50%
.
Il fatto è che con Tom Hanks puoi vendere qualsiasi cosa, anche un film dell’anno scorso che fai uscire alle porte dell’estate e nel quale si parla dell’enorme gap culturare tra occidente e medio oriente. Non che riesci a venderlo a me nello specifico, ma ci siamo capiti.
ATTESA WELTALL 0%

.

ilcriminenonvainpensioneIL CRIMINE NON VA IN PENSIONE
di Fabio Fulco

.
Il tranquillo tran-tran di  un gruppo di pensionati ospiti di un centro anziani viene sconvolto dall’arrivo di una nuova ospite, che ha perso tutti i risparmi per una scommessa illegale fatta per aiutare la figlia in difficolta’ economiche. Insieme decideranno di vendicarla portando a termine un furto nella sala Bingo che sono soliti frequentare. Commedia Italiana dellla Terza Eta’, con tanti volti noti come Gianfranco D’Angelo, Franco Nero, Ivano Marescotti, Orso Maria Guerrini  e Stefania Sandrelli.
ATTESA KUSA 0%
.
Commedia italiana che ruota intorno ai soldi e alle conseguenze della crisi economica. Commedia italiana composta da attori redivivi e condannata ad uscire nel periodo meno allettante per le sale. E questo dice già tutto.
ATTESA WELTALL 0%

.

ladymacbethLADY MACBETH
di William Oldroyd

.
Nell’Inghilterra rurale del 1865 la diciassettenne Katherine viene data in sposa al quarantenne Alexander come parte di un accordo stipulato dal padre di lui ed e’ destinata ad una vita di solitudine e tristezza in una casa enorme ma austera e con pochi servitori. La monotonia della sua esistenza viene rivoluzionata quando il marito dovra’ assentarsi per un lungo periodo per gestire le aziende di famiglia e lei conoscera’ un giovane bracciante del posto. Da li’ in poi il suo desiderio di rivalsa nei confronti del marito e del suocero non conoscera’ limiti, con tutte le  tragiche conseguenze sottintese dal titolo. E’ forse il titolo piu’ interessante della settimana, sempre che vi piacciano questo genere di storie.
ATTESA KUSA 70%
.
In una settimana di tristezza infinita, non posso che concordare con il buon Kusa e fidarmi il più possibile della sua esperienza sul cinema del Regno Unito.
ATTESA WELTALL 50%

.

nerveNERVE
di Henry Joost, Ariel Schulman

.
Altro film del 2016 (ma non ultimo della settimana), Nerve e’ un thriller che mescola social media e vita reale in cui la protagonista si lascia coinvolgere in un gioco online all’apparenza innocuo ma che pian piano diventa sempre piu’ pericoloso. Tutto gia’ visto e sentito e rivisto e risentito.
ATTESA KUSA 0%
.
Ecco che ritorna la precisione chirurgica dei nostri distributori che portano in sala un film del 2016 la cui trama, guarda caso, sembra tanto simile a quel Blue Whale di cui giornali e telegiornali non hanno fatto altro che parlare (e pubblicizzare) nelle scorse settimane.
ATTESA WELTALL 0%

.

thewholetruthUNA DOPPIA VERITA’ (The Whole Truth)
di Courtney Hunt

.
Keanu Reeves, Renee Zellweger e Gugu Mbatha-Raw nell’ultima pellicola del 2016 della settimana. Un legal-thriller di media medieta’ in cui il diciassettenne Mike e’ accusato dell’omicidio del padre, e Reeves, nei panni dell’avvocato e amico di famiglia, promette alla vedova di occuparsi del caso. Dove, come acutamente suggerisce il titolo italiano, la verita’ non e’ mai una sola, anzi puo’ cambiare a seconda del testimone che la racconta. Sbadigli
ATTESA KUSA 0%
.
Quante speranze ci sono che nel mezzo del film Keanu Reeves smetta i panni dell’avvocato e in quelli di John Wick si metta a menare e a sparare a tutti? Poche dite? Peccato.
ATTESA WELTALL 0%

.
.
.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
473