Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Brevemente in sala.

.

GRAZIE A DIO (Grâce à Dieu)
di Francoise Ozon

.
Un film francese come film della settimana? Ebbene si, quando il tema e’ scottante come quello della pedofilia nella Chiesa Cattolica e il regista e’ Ozon, si puo’ anche pensare di vederlo. Anche perche’ l’approccio sara’ sicuramente diverso, piu’introspettivo ed intimista di Spotlight, bellissimo e snobbato qui da noi, ma il tema e’ ugualmente importante e degno della massima attenzione.
ATTESA KUSA 80%
.
Messa da parte l’ironia con la quale affrontiamo su questa rubrica l’invasione delle commedie francesi, tanto di cappello quando arriva in sala un film di un grande regista come Ozon che affronta un tema difficilissimo come la pedofilia nella Chiesa raccontata attraverso la difficile lotta di una vittima contro un muro di omertà.
ATTESA WELTALL 75%

.

JESUS ROLLS
di John Turturro

.
Per il suo nuovo film da regista, Turturro riesuma il personaggio di Quintana, giocatore di bowling professionista che nella meravigliosa pellicola dei fratelli Coen, Il Grande Lebowsky, si confrontava con la squadra del Drugo. Qui lo ritroviamo fresco di scarcerazione ed in fuga a tre dalla legge e da un parrucchiere assassino.
ATTESA WELTALL 70%
.
Unica valida alternativa al film di Ozon, completamente diverso come toni e come finalita’, il ritorno del mitico personaggio di Jesus potrebbe invitarci ad entrare in sala, anche se il genio dei Coen e’ difficile da imitare.
ATTESA KUSA 65%

.

MALEFICENT:SIGNORA DEL MALE (Maleficent: Mistress of Evil)
di Joachim Rønning

.
Martin Scorsee ha criticato di recente, secondo me fuori luogo, i cinecomics dicendo che non sono vero cinema. Etichetta molto discutibile che semmai secondo me si applica molto meglio a queste noiose e ripetitive versioni live di classici d’animazione. Per non parlare degli inevitabili sequel, come in questo caso. Poi ovviamente uno va a vedere quello che gli pare e la qualita’ si giudica sul prodotto finito,  e non dall’etichetta. Sempre che uno sia interessato, altrimenti non acquista nemmeno il prodotto.
ATTESA KUSA 0%
.
Al netto dei multimilionari franchise che la Disney ormai tiene saldamente sotto la sua ala (Marvel e Star Wars), quello dei classici e derivati riproposti in live action è ormai un trend inarrestabile. In questo caso abbiamo pure il seguito di Maleficent che, non avendo catturato la mia curiosità con il primo, non lo farà nemmeno con questo.
ATTESA WELTALL 0%

.

SCARY STORIES TO TELL IN THE DARK
di André Øvredal

.
Meno male che ogni tanto c’e’ un sano horror fatto alla vecchia maniera con un gruppo di ragazzi che entra in una casa abbandonata dove trova un libro capace di catapultarli nei loro peggiori incubi. Film ad episodi con una cornice a collegare il tutto, quindi un vero classico del genere e ispirato, a quanto dice il regista, alle Amazing Stories della Amblin Enterteinment di Spielbeg. Si spera che dopo il precedente Autopsy il regista e sceneggiatore norvegese abbia saputo trovare il tono giusto per questa vicenda, ambientata nel 1968, anno epocale sia per i moti studenteschi che per l’uscita di un capolavoro del genere come La Notte dei Morti Viventi di George Romero.
ATTESA KUSA 60%
.
Autopsy mi aveva convinto a metà ma le atmosfere inquietanti e disturbanti non si dimenticano facilmente. Bello quindi vedere il suo regista tornare con un nuovo progetto horror ad episodi che arriva quando anche qui da noi si sta entrando in pieno spirito da Halloween.
ATTESA WELTALL 70%

.

SE MI VUOI BENE
di Fausto Brizzi

.
Di Brizzi ho amato Notte prima degli Esami, il primo, per motivi nostalgici ed anagrafici. Ma la nostra storia e’ finita li’. Una botta e via insomma.
ATTESA KUSA 0%
.
Avvocato di successo ma depresso scopre un negozio che vende “chiacchere”, conversazioni amichevoli che aiutano il nostro protagonista a trovare un modo per risolvere i problemi che lo affliggono: aiutare gli altri…con risultati pessimi. La commedia italiana, che gira grosso modo sugli stessi argomenti e tematiche, ci parla ancora una volta di come la realizzazione personale non porta la felicità. E ancora una volta poco ci attira.
ATTESA WELTALL 0%

.

THE INFORMER – TRE SECONDI PER SOPRAVVIVERE (Three Seconds)
di Andrea Di Stefano

.
Pubblicizzato in locandina al grido di “dai produttori di…” e “dal regista di…”, The Informer raccolta le vicende di un ex soldato divenuto infomratore dell’FBI che, per smantellare un cartello della droga, si fa rinchiudere nel carcere dove scontò una pena di omicio per colpire l’organizzazione dall’interno.
ATTESA WELTALL 0%
.
Regista italiano per questo film inglese che si ispira come atmosfere ai poliziotteschi degli anni ’70. Ma neppure la presenza di Rosamunde Pike ci convincera’ ad entrare in sala.
ATTESA KUSA 0%

.

THE KILL TEAM
di Dan Krauss

.
L’orrore della guerra e l’orrore perpetrato da chi quella guerra la combatte con i colori della democrazia più grande del mondo. E’ il dilemma lacerante che vive il soldato Adam la cui squadra è addestrata, oltre a combattere con fermezza il terrorismo, a compiere le peggiori atrocità alle popolazioni locali.
ATTESA WELTALL 50%
.
Tratto da una storia vera, il racconto di Adam, giovane militare  americano che si ritrova suo malgrado in una sorta di squadra della morte, a cui fa capo il carismastico sergente Deeks, intepretato da Alexander Skarsgard. Deeks e i suoi sono dediti alla tortura e all’uccisione di civili nel mezzo della guerra in Afghanistan, e il giovane Adam si trovera’ di fronte ad un bivio morale.Interessante, anche se purtroppo superato come sempre dalla realta’.
ATTESA KUSA 50%

.
.
.

485