Aperitivo a Grado
facebook

Cine20_1

Cine20 lo potete leggere tutti i giovedì ed è curata da Matteo “Weltall” Soi dalle pagine del blog weltallsworld.blogspot.com e dal blogger-seriale Kusa direttamente da lavitaenientaltro.wordpress.com. Una coppia inedita disposta a tutto pur di mettere la loro esperienza di cine-blogger e cinefili non professionisti per una rubrica alla portata di tutti, libera e accessibile, che spazia da brevi recensioni fino alle uscite home-video, senza dimenticare le doverose segnalazioni sui film in sala, il tutto corredato da un sistema di valutazione facile ed immediato. Detto questo, andiamo a cominciare.

.

Al cinema e non solo.

.

inherentviceVIZIO DI FORMA di Paul Thomas Anderson

.
Il detective privato Doc “Larry” Sportello riceve la visita della sua ex che lo invita ad indagare sulla moglie del suo attuale compagno, la quale pare intenzionata a far rinchiudere il marito in un istituto di igiene mentale per mettere le mani sul patrimonio. Paul Thomas Anderson si riconferma ancora una volta uno dei nomi fondamentali del cinema d’autore americano, riuscendo questa volta ad adattare e portare sullo schermo un romanzo considerato “inadattabile” come Vizio di Forma di Thomas Pynchon. Nel contempo lo inserisce in un percorso coerente che da There Will Be Blood, passando per The Master, continua a raccontare l’America in un ritratto nel quale a spiccare sono soprattutto le sue contraddizioni. Siamo negli anni ’70 e gli Stati Uniti cominciavano a svegliarsi dal torpore del “sogno americano” nel quale si crogiolavano da troppo tempo. Vizio di Forma, giocando con il genere noir (la voce narrante, la femme fatale, l’accumulo narrativo) e allo stesso negandolo (non esiste soluzione all’enigma nè una verità univoca), traccia soprattutto uno spaccato socio politico di quegli anni, trovando in Doc Sportello un testimone degli eventi, spesso inconsapevole, che come un anti-eroe tragicomico e perennemente sotto l’effetto degli stupefacenti, cerca di fare la cosa giusta mentre tutto intorno a lui appare profondamente sbagliato. Paul Thomas Anderson, sempre impeccabile dietro la macchina da presa, si circonda di un cast in stato di grazia e trova per la seconda volta consecutiva in Joaquin Phoenix il protagonista ideale affiancato da nomi del calibro di Josh Brolin, Owen Wilson, Katherine Waterstone, Benicio Del Toro e Jena Malone. Il comparto musicale, fondamentale per ricreare l’atmosfera del decennio nel quale è ambientato il film, riconferma il sodalizio con Jonny Greenwood che con le sue note accompagna in maniera quanto mai calzante le immagini del regista americano fin da There Will Be Blood.
GRADIMENTO WELTALL 85%

.

Brevemente in sala.

.

blackandwhite_2014BLACK OR WHITE di Mike Binder

.
Kevin Costner e Octavia Spencer coinvolti in una battaglia legale tra nonno bianco e nonna afro-americana per l’affidamento della nipotina afro-americana. Buoni sentimenti e tensioni razziali all’insegna del politicamente corretto. Sbadigli.
ATTESA KUSA 0%

Kevin Costner che interpreta un nonno mi sembra comunque un buon primo passo verso l’accettazione della propria età anagrafica. Che il prossimo passo sia il pensionamento?
ATTESA WELTALL 0%

.

focusFOCUS – NIENTE E’ COME SEMBRA di Glenn Ficarra, John Requa

.
Will Smith e’ un artista della truffa che prende come allieva Margot Robbie, ed inevitabilmente si innamorano, anche perche’ l’avete vista tutti Margot Robbie in Wolf of Wall Street, no? Persino io che non ho visto il film l’ho vista… e io me la ricordo pure dai tempi di Pan Am, quando ancora non era nessuno. Comunque pare che dopo due buoni film come I Love You Philip Morris e Crazy Stupid Love, il duo Ficarra e Requa stavolta abbia floppato di brutto, ma tanto qui da noi tutti correranno a vedere Will Smith, perche’ qui da noi tutti adorano Will Smith… e forse un occhiata gliela potrei pure dare, anche io per Will Smith, mica per Margot Robbie, chiaramente…
ATTESA KUSA 50%

No, no basta truffatori. Se proprio devo andare a vedere Will Smith e Margot Robbie aspetto il film sulla Suicide Squad che ha in cantiere la Warner.
ATTESA WELTALL 0%

.

nessunosisalvadasoloNESSUNO SI SALVA DA SOLO di Sergio Castellitto

.
Prosegue il sodalizio artistico tra Castellitto regista e la moglie e scrittrice Margaret Mazzantini, stavolta per raccontare la lunga e travagliata storia d’amore di Delia e Gaetano, interpretati da Jasmine Trinca e lo Scamarcio nazionale, tutta durante una lunga cena. Alla sola parola Scamarcio io fuggo nella direzione opposta a gambe levate.
ATTESA KUSA 0%

Dopo aver subito Venuto al Mondo, che ancora mi sveglio urlando nel cuore della notte, ho deciso che non avrei più preso in considerazione la coppia Castellitto / Mazzantini. Mai più.
ATTESA WELTALL 0%

.

superfastsuperfuriousSUPERFAST & SUPERFURIOUS di Jason Friedberg, Aaron Seltzer

.
E dopo sei capitoli, con un settimo in arrivo nelle sale, la tentazione di fare una parodia del franchise di Fast & Furious era troppo ghiotta per resistere. Ma come tutte le parodie, quelle dei film horror in primis, non mi attirano per nulla.
ATTESA KUSA 0%

Il problema è che queste parodie hanno perso davvero il piacere di far ridere come accadeva in quelle degli anni ’80 e ’90. Gli adattamenti italiani poi sono francamente imbarazzanti.
ATTESA WELTALL 0%

.

thesearchTHE SEARCH di Michel Hazanavicius

.
La tragedia del conflitto del 2000 in Cecenia vista attraverso gli occhi di un bambino di nove anni, di sua sorella creduta morta, di un attivista dei diritti umani della comumita’ europea, interpretata da Annette Bening, e di un soldato russo brutalizzato dagli orrori della guerra. Per non dimenticare, pellicola valida probabilmente piu’ come memento che per il suo valore in se’
ATTESA KUSA 50%

Dopo aver omaggiato (in maniera non esattamente convincente, almeno per il sottoscritto) il cinema muto con The Artist, Hazanavicius cambia rotta e guarda all’orrore della guerra, quella in Cecenia ancora tristemente vicinissima anche nella memoria.
ATTESA WELTALL 50%

.

senzalucioSENZA LUCIO di Mario Sesti

.
Commovente documentario in memoria di uno dei grandi cantautori della musica italiana, raccontata da Marco Alemanno, una delle persone piu’ vicine a Dalla, attraverso le testimonianze di personaggi celebri che lo conoscevano personalmente. Come dice il titolo, il racconto di un assenza che si sente.
ATTESA KUSA 65%

Ed è proprio per il peso del personaggio e della sua arte che per apprezzare questo omaggio sotto forma di documentario, bisognerebbe essere legati all’artista la cui musica, di cui non nego l’importanza, mi ha sempre appena sfiorato.
ATTESA WELTALL 0%

.

Consigli per gli acquisti.

.

sincity2SIN CITY – UNA DONNA PER CUI UCCIDERE (DVD e BD già disponibili)

.
Marzo non inizia nel migliore dei modi se il titolo di punta della settimana è il seguito di Sin City. Le idee mancano (o meglio, ci sono ma sono riciclate) ma in generale il film è parecchi passi indietro al primo. Confidiamo però che, per gli estimatori, le edizioni home video siano all’altezza.
* DVD * VIDEO: 1.85:1 anamorfico – AUDIO: Ita / Ing Dolby Digital 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Il green screen, I protagonisti, Effetti speciali, Stunt e controfigure, Trailer – REGIONE: 2
ACQUISTO: CONSIGLIATO
* BLURAY * VIDEO: 1.85:1 anamorfico 1080p – AUDIO: Ita / Ing DTS HD 5.1 – SOTT: Ita / Ita non udenti – EXTRA: Il green screen, I protagonisti, Effetti speciali, Stunt e controfigure, Trailer – ZONA: B
ACQUISTO: CONSIGLIATO
.
.
.

688