Aperitivo a Grado

Cividale: boom di presenze per International Music Masterclasses

Nella città ducale è boom di presenze per l’International Music Masterclasses, i corsi internazionali di perfezionamento musicale. La manifestazione richiama studenti provenienti da tutto il mondo. Gli iscritti sono più di 150, provenienti da tutta Europa ma anche dagli Stati Uniti e dall’Asia. Il fine è approfondire la conoscenza e la pratica musicale, sotto la guida di maestri di fama internazionale. E’ stata particolarmente potenziata la sezione concertistica, una serie di concerti serali tenuti dai maestri dei corsi e dai migliori studenti, spesso professionisti già in carriera. Gli incontri di musica da camera stanno confermando, come da tradizione, un grande successo, con un pubblico numeroso e appassionato. L’evento è organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Cividale, con la direzione artistica dell’Associazione Musicale “Sergio Gaggia” e la collaborazione di numerose realtà locali. L’edizione 2018 occuperà tutta la prima metà di agosto. A partire dal 9 agosto, ricominciano i grandi programmi cameristici. Nella chiesa San Francesco, alle 21, ci sarà un omaggio al Grand Tour, con il capolavoro di Tchaikowsky, il celebre sestetto d’archi “Souvenir de Florence”, cuore del programma. Il 10 agosto, centro San Francesco, sarà di nuovo a Cividale la violinista spagnola Raquel Castro, assieme al violinista Yuval Gotlibovich, con il quartetto di Ernest Dohnany. Attesa l’eccezionale pianista di Tbilisi, Nino Gvetadze, con il quartetto in do minore di Gabriel Faurè. Sabato 11 agosto sveglia con un preludio mattutino, alle 7, novità assoluta, nell’orto situato all’interno dell’ex monastero delle Orsoline, dove sarà proposto un breve concerto con musiche meditative di Bach, voluto dall’assessore alla cultura, Angela Zappulla. La serata sarà dedicata al repertorio del Tango, con il bandonenoista argentino Marcelo Nisinman, Daniel Rowland e tanti altri protagonisti. Domenica 12 agosto, alle 18, si tornerà a Palazzo de Nordis, con un concerto ricco di spunti jazz: si esibiranno Daniel Rowland, Nino Gvetadze, Anthony Hewitt e Julian Arp. Ancora grande musica classica, lunedì 13 agosto, Palazzo de Nordis, alle 21, con due capolavori cameristici di Antonin Dvorak, il trio Dumky e il Quintetto per pianoforte e archi, pervasi dai ritmi e inflessioni popolari della Boemia. Al pianoforte Nino Gvetadze. Chiusura il 14 agosto, alle 21, Palazzo de Nordis, con un altro omaggio beethoveniano. All’esecuzione della sonata “Al Chiaro di luna” da parte di Nino Gvetadze faranno eco più composizioni, che vedranno nel notturno e nel paesaggio la loro essenza musicale.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
486