Aperitivo a Grado

Cividale-Castelmonte 2018: poker per Federico Liber

facebook

Poker, vittoria e record per Federico Liber alla 41° edizione della Cividale Castelmonte cronoscalata automobilistica, valida per il Trofeo Italiano, il Cez Coppa Europa Centrale ed il Campionato austriaco, andata in scena domenica 14 Ottobre nella città ducale.

Il pilota veronese al volante della Gloria C8P EVO spinta da un motore di derivazione motociclistica Suzuki Hayabusa 1600 cc conquista la gara cividalese realizzando il nuovo record del tracciato in 3:08.56. Liber vince con il tempo totale di 6:19.66 e non avendo avversari che potevano impensierirlo per la conquista del gradino più alto ha puntato tutto sulla conquista del record del tracciato centrando l’obiettivo.

Secondo gradino del podio per l’austriaco Andreas Stollenberger che già dalla prove del sabato aveva mostrato di andare forte, il pilota al volante della Dallara Formula 3 ferma il crono con un tempo totale di 6:47.43

Terzo posto per il bresciano Mauro Soretti che schierava una performante Subaro Impreza WRX appositamente preparata per le cronoscalate, con il tempo di 6:51.13.

Gara da incorniciare per il friulano Gianni di Fant sul Lamborghini Huracan capace di domare la potenza della sua vettura in un tracciato stretto e tortuoso, il fagagnese chiude con un tempo totale di 6.54.70

Quinto posto per Gino Pedrotti al volante di una Formula Renault, sesto posto per Paolo Venturi che schierava una Elia Avrio ST09 Evo 18.

Il friulano Michele Buiatti già pluricampione italiano della specialità si conferma mattatore vincendo la Racing Start piazzando la sua Mini Cooper S JCW davanti a un numeroso gruppo di pretendenti alla vittoria.

Sugli scudi anche Denis Molinari con la Renault R5 GT Turbo, il più veloce nel gruppo Produzione S.

L’ottimo potenziale della Subaru Impreza WRX, consente ad Adriano Pilotto di

siglare il miglior crono nel Gruppo N.

Per il gruppo E1 il miglior tempo è del terzo classificato Mauro Soretti.

Luca Venturini nel Gruppo Produzione E alla guida di una Peugeot 106 S16 segna il miglior tempo.

Reinhold Taus sulla Subaru Impreza WRX-3000 mette dietro gli avversari nel Gruppo A.

Test positivo per la Hyundai i30 WTCR pilotata da Claudio de Cecco all’esordio mondiale nella velocità in salita.

Trionfo nella gara valida per le auto storiche per Rino Muradore che nella gara di casa schierava una Ford Escort RS 1600. Il cividalese conquista la gara con il tempo totale di 7:50.78 precedendo l’austriaco Gerald Glinzner alla guida della sua Porsche 911 Carrera in 8:04.05.

Terzo gradino del podio per Michele Massaro con la sua BMW M3 con il tempo totale di 8:04.89.

Alla Cividale Castelmonte si è chiusa la formidabile carriera di Gianni Marchiol con la Renalt 5GT Turbo, il pilota udinese iniziò la sua fortunata carriera proprio da Cividale negli anni ’60 vincendo un Campionato Italiano rally e titoli tricolori in pista e nella velocità in salita in oltre 50 anni di carriera dando l’esempio sia dentro che fuori dall’abitacolo.

Test positivo per la Hyundai i30 WTCR pilotata da Claudio de Cecco all’esordio mondiale nella velocità in salita.

Tra i quasi 200 piloti partecipanti alla 41° edizione della Cividale Castelmonte, grande la partecipazione dei driver esteri a rappresentare numerose nazioni del centro ed est Europa, grazie alla validità della competizione cividalese, per il Campionato Europa Centrale CEZ,  il campionato Austriaco e la validità nazionale del trofeo Velocità in montagna.

Un sole estivo e temperature miti, hanno favorito laffluenza di un numeroso

pubblico di appassionati con famiglie al seguito con numerosi austriaci con un grande tifo profuso a bordo tracciato.

Grande soddisfazione per gli organizzatori della Scuderia Red White del presidente Mauro Zamparutti, per la grande partecipazione di piloti e pubblico, per essere riusciti ad organizzare un evento motoristico di livello.

1.180