Aperitivo a Grado

Cividale del Friuli: 22 marzo, il porgramma della Giornata Mondiale della Marionetta

facebook

Sono oltre cento i Paesi che in tutto il mondo celebrano il 21 marzo la Giornata Mondiale della Marionetta. A promuoverla è UNIMA, Union Internationale de la Marionnette, la più antica associazione di teatro esistente essendo stata fondata a Praga giusto novant’anni fa, nel 1929.

A rappresentare l’Italia, in questa straordinaria festa di fratellanza senza confini, l’UNIMA Italia ha scelto Cividale del Friuli: una delle capitali europee del teatro di figura grazie all’apertura del CIPS Centro Internazionale “Vittorio Podrecca – Teatro delle meraviglie di Maria Signorelli” dedicato a due tra i maggiori rifondatori del teatro di marionette e burattini del Novecento.

Nutrito il programma di venerdì 22 marzo.

Ore 15,30 – Palazzo De Nordis

Pomeriggio di studi

Carnevali, maschere e marionette friulane

Introduzione – Aldo de Martino (presidente UNIMA Italia)

Storie di maschere, carnevali e teatro. Radici e resistenze di pratiche rituali fra sacro e profano – Valter Colle (an­tropologo)

Marionette e marionettisti friulani tra Otto e Novecento – Alfonso Cipolla (Istituto per i Beni Marionettistici e il Te­atro Popolare)

Le marionette triestine della Collezione “Maria Signo­relli” al CIPS – Giuseppina Volpicelli (Collezione Maria Signorelli)

A seguire

Il teatro di Gaetano Greco, incontro con Valentina Ven­turini (Università Roma Tre)

Di Gaetano Greco, della sua arte, che la storiografia col­loca alle origini del teatro dei pupi siciliani, sembrava es­sere rimasta solo la leggenda. Quella del puparo morto pazzo perché, dopo aver inventato i pupi paladini e averli dotati di occhi e bocca (apparentemente) semoventi, non riuscì a dar loro la parola. Invece…

Ore 17,30 – Teatrino delle Orsoline

CTA – Centro Teatro Animazione e figure di Gorizia, Il pesciolino d’oro, fiaba popolare tratta da Aleksandr Puškin e dai Fratelli Grimm, con Alice Melloni, sceno­grafia e oggetti di Elisa Iacuzzo, regia di Roberto Piaggio

Sulla riva del mare, in una vecchia piccola capanna, vive­va un pescatore assieme a sua moglie. Vivevano in grande povertà, ma un giorno…

Ore 20,30 – Teatro Ristori

Teatro del Drago – Famiglia d’Arte Monticelli, Fagiolino asino d’oro, spettacolo di

burattini, cantastorie, giocoleria e musica dal vivo, di Francesco Niccolini e Mauro

Monticelli, con Mauro Monticelli e Fabio Pignatta. Scene, costumi e pupazzi

di Arianna Maritan e Michela Bellagamba, regia di Renato Bandoli.

La terribile maga Saturnina trasforma Fagiolino da burattino ad asino. Questo, disperato, chiede

aiuto al Mago Ermete Trismegisto che però, senza pietà, lo manda all’inferno dove si troverà ad

affrontare Caronte e Cerbero, il cane a tre teste. Grazie all’intervento della Dea Venere la situazione

si risolverà nel migliore dei modi.

Ore 22 – Teatrino delle Orsoline

Video testimonianze, baluginii e burattini, a cura di Unima/Italia:

– La grande guerra secondo Ceronetti. Poeti ed eroi sul fronte della memoria (2011) di Felice

Cappa

– Maria Signorelli. I fantocci 1920-1930 (2006) a cura di Roberta Romani, testi Patrizia Veroli,

fotografie Vincenzo Recchia e Maristella Campolunghi, ricerche iconografiche Giuseppina

Volpicelli

Viva viva il burattino (1973) di Teresa Bianchi

Il mio Pinocchio di Gionata Francesconi

Aperte le mostre al De Nordis: Tesori Ritrovati e Burattini postali di Albert Bagno e la mostra di fotografie di Gianni Biccari al CIPS.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito. Non necessita prenotazione.

747