Aperitivo a Grado

Cividale del Friuli: conferenze aperte per la chiusura del II anno di attività

facebook

dsc_1841.JPGLa fortuna della pittura veneziana nella Francia del Seicento, la scultura di Camillo Mariani, i problemi della tutela delle opere d’arte tra Settecento e Ottocento e la figura di Luigi Pio Tessitori: sono questi i temi che saranno affrontati nel corso dei seminari aperti al pubblico organizzati dal dottorato di ricerca in Storia dell’arte in collaborazione con la Scuola di specializzazine in beni Storico-artistici dell’università di Udine.L’appuntamento è per giovedì 12 e venerdì 13 giugno dalle 15, nell’auditorium dell’ex monastero di Santa Maria in Valle, in via del Monastero Maggiore 38 a Cividale del Friuli (Ud).

Giovedì 12 dalle 15 alle 16 Laura De Fuccia terrà un seminario intitolato “Per la fortuna della pittura veneziana in Francia nel Seicento”. Dalle 16 alle 17 Fausto Freschi tratterà di “Luigi Pio Tessitori in Rajasthan, 1914-1919”. Alle 18 un incontro con il direttore della Scuola di specializzazione in beni Storico-artistici, Stefania Mason, il coordinatore del dottorato in Storia dell’arte, Vittoria Romani, e il sindaco di Cividale del Friuli, Attilio Vuga, in occasione del quale sarà tracciato un bilancio delle attività svolte dalla Scuola e dal Dottorato dell’ateneo di Udine nei due anni di permanenza nella sede della cittadina ducale.

Venerdì 13 dalle 15 alle 16 Maria Teresa De Lotto introdurrà “La scultura di Camillo Mariani dal Veneto palladiano alla Roma barocca”. Dalle 16 alle 17 Silvia Pognante si occuperà di “Conoscere per conservare. La Sottocommissione per la scelta e catalogazione dei monumenti nazionali. Definizioni teoriche e strumenti operativi”. Dalle 17 alle 18 Sandra Vendramin chiuderà con “La conservazione e la tutela delle opere d’arte a Venezia durante i primi anni della II dominazione austriaca”.

412