Aperitivo a Grado

Cividale: Gubana Day, sfida col panforte di Siena – 19/21 feb 2016

facebook

gubana dayGubana contro Panforte di Siena, questo sarà il dolcissimo confronto dell’11° concorso Gubana day – premio Bepi Tosolini in programma dal 19 al 21 febbraio prossimi al Caffè San Marco di Cividale del Friuli. Annunciato come sempre la sera del 1° gennaio durante la degustazione della gubana più grande del mondo (87 kg raggiunti lo scorso capodanno), si tratta di un’altra edizione speciale del concorso poiché la disfida tra dolci tipici, dopo aver coinvolto specialità di confine e del centro Europa, ora chiama in causa per la prima volta un tipico dolce italico.
Dopo il confronto con presniz, putizza, reindling carinziano, orehnjaca istriana, strudel sappadino, tiramisù carnico e bisiaco, e sacher torte ora l’”avversario” giunge dalla Toscana con tutta la sua fama e carico aristocratico. Il panforte è un tipico dolce natalizio risalente all’anno Mille. A quel tempo veniva chiamato ‘Pan pepatus’ poiché veniva ricoperto di spezie, preziosissime nel Medioevo, ed era riservato alla classi alte. Fu dal 1879 che il panforte assunse l’attuale fisionomia: quando la Regina Margherita si recò in visita a Siena i senesi le offrirono il panforte ricoperto di zucchero vanigliato anziché di pepe nero. Da allora il panforte ‘bianco’, più delicato, viene commercializzato nel mondo. Una sfida ardua attende dunque la gubana, dolce di umili origini ma di natali antichi, tant’è che il primo documento scritto che la cita risale al 1409.
Gubanifici cividalesi e valligiani e pasticcerie senesi presenteranno i loro preparati e la sera di venerdì 19 febbraio, alle ore 19, presso lo storico Caffè S. Marco, promotore dell’iniziativa, s’insedierà un’autorevole giuria tecnica formata da cuochi, gastronomi e giornalisti di settore per valutare i dolci in concorso. Ecco i nomi dei giurati di questa edizione: i giornalisti Giuseppe Longo, Mariarosa Rigotti, Fabiana Romanutti, Gianni Pistrini il maestro pasticcere del Civiform Franco Pittia, la direttrice della scuola di cucina ‘Mestoli e Padelle’ Micol Pisa, il gastronauta triestino Sergio Nesich, Angelo Rossi presidente dell’Associazione Toscani in Friuli VG, e, di diritto, Lisa Tosolini in rappresentanza dello sponsor. Ecco i concorrenti della 11^ edizione: per le gubane ‘Giuditta Teresa’, ‘Dorbolò’, ‘Dall’Ava’, tutte di S. Pietro al Natisone, ‘Panificio Cattarossi’, ‘Vogrig’, ‘Panificio del Foro’ e panificio Del Fabbro di Cividale; per il panforte le pasticcerie senesi Nannini (quella della famiglia della nota rocker Gianna), la famosissima Sapori, e poi Sinatti, Peccati di Gola, Scacciapensieri, Gelatino Nocino e Bonci.
Fuori concorso verrà presentata per la prima volta in esclusiva al S. Marco la gubana senza glutine pensata per i celiaci.
La giuria procederà alla valutazione ‘alla cieca’ e a porte chiuse delle gubane e dei panforti in concorso sulla base di una serie di elementi che concorreranno a darne un giudizio complessivo; sabato e domenica successivi, invece, sempre nel medesimo locale, i dolci saranno serviti in degustazione gratuita e toccherà così agli avventori valutare e votare tramite un’apposita scheda quale delle due specialità preferiscono. I verdetti così raggiunti (quello della giuria tecnica e quello della ‘giuria popolare’) verranno resi noti la sera di lunedì 22 febbraio con la proclamazione del vincitore (o dei vincitori) e la premiazione da parte della distilleria Bepi Tosolini, sponsor del concorso.

516