Aperitivo a Grado

Come le criptovalute stanno abbattendo i confini nazionali

facebook

L’avvento delle criptovalute degli ultimi due anni ha sicuramente richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica e delle grandi imprese. Nonostante il crollo del 2018, le criptovalute continuano ad avere un seguito interessante e una capitalizzazione di mercato ben oltre i 200 miliardi di euro.

Il motivo per cui questa tecnologia non si sia eclissata dopo lo scoppio della bolla è semplice: funziona.

I vantaggi di questo innovativo metodo di pagamento sono moltissimi e non sono passati inosservati davanti agli occhi delle grandi aziende e dei singoli cittadini. Sebbene la tecnologia blockchain stia trovando utilizzo in vari ambiti, anche al di fuori della finanza, e nonostante il trading cripto sia una delle maggiori cause della sua fama, è bene ricordare che Bitcoin e affini hanno stupito il mondo prima di tutto come metodi di pagamento. Un sistema che funziona ovunque ci si trovi è che ha la stessa valenza in ogni parte del mondo, rappresenta una svolta importante per un sistema finanziario globale. Circa 2 miliardi di persone nel mondo non hanno accesso al sistema bancario, ma con uno smartphone potrebbero accedere a questo universo parallelo delle criptovalute.

Andiamo a vedere i 5 vantaggi di pagare con le criptovalute.

1. Pagamenti veloci, economici, ovunque ti trovi

Uno dei vantaggi in assoluto più apprezzati delle criptovalute è la velocità delle transazioni. Abituati ai bonifici SEPA che portano via giorni, soprattutto se parliamo di periodi festivi, si riconosce subito il vantaggio di poter ricevere denaro in pochi minuti, nel caso di una transazione Bitcoin, o addirittura secondi. Se dovessimo estendere il discorso a bonifici esteri la differenza sarebbe ancora più grande, sia in termini di tempi di attesa che di commissioni. Le commissioni e i tempi di attesa delle singole criptovalute non variano a seconda della posizione geografica degli utenti. Se i tempi si assestano tra secondi e minuti, le commissioni sono anch’esse irrisorie, pochi centesimi per transazione.

2. Le criptovalute sono tue e di nessun altro

Una delle innovazioni più sorprendenti della tecnologia blockchain è l’eliminazione dell’ente fiduciario/intermediario. La blockchain di una criptovaluta non appartiene a nessuno e non può essere alterata da un singolo utente. Le banche hanno accesso ai nostri dati bancari e ai nostri risparmi e, in alcuni casi, potrebbero congelarne i fondi. Legalmente parlando, la banca possiede i nostri soldi e noi siamo dei creditori che possono richiedere indietro il denaro sotto alcune limitazioni. Con le criptovalute il discorso è diverso: siamo noi gli unici proprietari dei nostri beni e nessuno può bloccare i nostri fondi perché nessuno gestisce il sistema dall’alto.

3. Un sistema bancario per tutti

Oltre due miliardi di persone al mondo non hanno accesso al sistema bancario. Se la situazione di questi paesi, principalmente in Africa, è già disastrosa, la loro esclusione dall’economia mondiale non dà sbocchi per una prosperità futura. Senza un conto in banca, ad esempio non è possibile richiedere un prestito per avviare la propria attività. La blockchain potrebbe rappresentare un aiuto immenso per queste persone, garantendo loro un sistema di pagamento differente dal contante nonché un luogo sicuro dove conservare i propri risparmi.

4. Lo stesso valore, ovunque

Le criptovalute valgono lo stesso in qualsiasi parte del mondo. Oltre al chiaro vantaggio nel momento in cui si viaggi in paesi con valute diverse, se si pensa ad alcuni stati in cui la situazione politico-finanziaria non è degna di fiducia allora si capisce quanto le criptovalute possano essere importanti. Un cittadino di uno stato come il Venezuela, con un’inflazione oltre il 400%, non ha mezzi per difendersi nel vedere i propri risparmi svalutarsi di ora in ora. Una volta che il valore di Bitcoin, o di un’altra criptovaluta, sarà ben assestato questo potrebbe rappresentare un salvadanaio di sicurezza per le persone intorno al mondo che non possono fidarsi delle proprie istituzioni.

5. Privacy

Come detto, le banche hanno accesso a tutte le nostre transazioni. La nostra persona sarà sempre associata a ciò che visualizziamo online, a ciò che compriamo, e quanto spendiamo. Le criptovalute potranno presto cambiare la situazione in questo senso. Tutte garantiscono un certo livello di anonimia nelle transazioni, il che garantisce anche che non ci siano limitazioni e controlli su come e dove spendiamo i nostri soldi.

Come abbiamo visto, il valore delle criptovalute va ben oltre quello di uno strumento per speculatori. Il potenziale per rendere il nostro mondo più connesso c’è tutto e solo il tempo potrà dirci quanto importante questa tecnologia sarà per il nostro sistema finanziario. Al momento, la ridotta adozione del metodo di pagamento non permette di stabilire effettivamente i benefici che si potrebbero avere globalmente con utilizzo su larga scala, presto però la situazione potrebbe cambiare. L’interesse di Facebook e l’annuncio di Libra potrebbero stravolgere l’economia come la conosciamo e proiettarci in una nuova era dell’economia.

544