Aperitivo a Grado

Confartigianato Udine: Open Factory 27 novembre 2016

facebook

foto-open-factory

Porte aperte anche nelle piccole e medie aziende artigiane del Friuli per Open Factory, il più grande evento di cultura industriale e manifatturiera del Nordest che si prepara ad accogliere i visitatori, domenica 27 novembre, laddove i prodotti prendono forma. Nel cuore della bottega. A contatto diretto con chi ogni giorno contribuisce, con sapienti mani e grandi idee, a tener alto il nome del Made in Italy. Meccanica, design, logistica, food&wine, musei d’impresa, laboratori artigiani, benessere, servizi: 70 aziende tra Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige saranno aperte per un giorno allo scopo di accompagnare turisti, curiosi e semplici cittadini alla scoperta di cosa si nasconde dentro i laboratori di produzione. “E’ la risposta della manifattura – ha spiegato in conferenza stampa l’ideatore di VeneziePost, organizzatore del progetto, Filiberto Zovico – a Cantine aperte. Siamo convinti che il turismo manifatturiero sia uno dei settori nel nostro Paese sul quale si può lavorare ottenendo grandi soddisfazioni. Per tre ragioni almeno: in altri Paesi è molto sviluppato e ciò significa che c’è spazio, valorizza le nostre produzioni e si interfaccia, agendo in modo complementare, al turismo “classico”. I dati statistici raccolti e presentati dal segretario di Confartigianato Udine, Gian Luca Gortani, dicono che l’Italia e ancor più il Fvg hanno molta strada da fare. “Ma li vogliamo leggere in modo positivo. Come uno sprone a far meglio”. Nel Belpaese su 1,3 milioni di aziende, appena 213 mila solo le realtà artigiane interessate dal turismo, il 15,6%, che scende al 12,1% zoomando sul Fvg dove le imprese a vocazione turistica sono poco meno di 3 mila 500. Poche ma in aumento. Se si va infatti a guardare la variazione messa a segno nell’ultimo anno ci s’imbatte in un +0,6% a livello regionale (+2,2% in provincia di Udine) che al Fvg vale il terzo gradino del podio in Italia, dietro a Toscana e Friuli Alto Adige.
Open Factory si propone di aprire il sipario su questa realtà. “Sarà possibile visitare le aziende e capire in presa diretta quali sentimenti, passioni, abilità si celano dentro le nostre botteghe. In quel mondo del fare nel quale noi crediamo con convinzione e facciamo ogni giorno di tutto per proteggere e far crescere” ha aggiunto il presidente di Confartigianato Fvg, Graziano Tilatti.
Confartigianato-Imprese Udine partecipa quest’anno a Open Factory con ben otto aziende associate. Esempi, nei rispettivi settori, di altrettante eccellenze.
Come Marmi Vrech, azienda di Cervignano che in oltre cinquant’anni di esperienza ha conquistato la leadership nell’arredo in marmo e granito nel settore navale e nell’edilizia di prestigio. Il 27, oltre ad aprire i battenti della propria sede, darà vita al workshop “Dalla pietra al progetto” e al seminario di scultura “Il futuro fatto a mano” a cura dell’artista Stefano Comelli, offrendo ai partecipanti l’occasione di apprezzare la trasformazione della materia prima in oggetto finito. Dal design al food. Come la sandanielese Adelia di Fant che punterà a stuzzicare il palato dei visitatori con i suoi cioccolatini e distillati, coinvolgendoli in prelibati laboratori e in una visita guidata al suggestivo centro storico della città. Visita realizzata in collaborazione con L’Oca bianca ed altre storie, altra bottega con sede a San Daniele che il 27 sarà protagonista di Open Factory mostrando come nascono i suoi famosi angeli, oggetti di culto che ormai arrivano in oltre 150 punti vendita tra l’Italia e l’estero, fino in Russia e Australia. Restando in zona collinare, poco lontano dalla città del prosciutto, a Flaibano si potrà invece visitare Michelangelo Ricami, che alla tradizionale attività di personalizzazione delle magliette ha saputo accostare la creazione di oggetti da regalo e per la casa di straordinaria fattura. Proseguendo sul filo si arriva in Carnia, a Forni di Sopra, regno delle dolomiti friulane ma anche delle stoffe e dei bottoni che sono la materia prima de Il Ricamificio, dove il pubblico potrà cimentarsi a realizzare il suo personale cuor di lavanda profumato.
Infine, Udine e il suo hinterland apriranno il sipario sull’arte della legatura. In città si potrà visitare la Legatoria Moderna che proporrà un laboratorio in cui creare il corpo di un blocco a pagine bianche rilegato a mano mentre per la copertina basterà raggiungere a pochi passi di distanza Craftabile, laboratorio con tecnologia di taglio laser, applicata anche alla creazione di oggetti personalizzati e di design, in particolare nel campo dell’educazione montessoriana. Dalla Moderna alla Legatoria Ciani di Tavagnacco, che con la terza generazione di artisti ha affiancato all’attività tradizionale la creazione di quaderni e album da regalo e che per l’occasione spiegherà con alcune dimostrazioni le diverse fasi di realizzazione di un quaderno.
Open Factory è promossa da VeneziePost e curata da Goodnet, con la direzione scientifica della Fondazione NordEst, il patrocinio di Confartigianato Friuli Venezia Giulia e Veneto.

Sito internet – www.open-factory.it – è possibile consultare le schede di tutte le aziende aderenti, gli eventi che vi si svolgeranno, e scoprire la mappa interattiva con cui è possibile costruire il proprio itinerario personalizzato
Come partecipare – Tutti gli eventi di Open Factory sono a ingresso libero. Per ragioni organizzative è richiesta solo la prenotazione (gratuita) delle visite e degli eventi sul sito internet www.open-factory.it
Per info
Maura Delle Case – 3478794338
mauradellecase@gmail.com

Legatoria Ciani
Piazza G. Garibaldi 7 | Colugna di Tavagnacco (UD)
www.legatoriaciani.com
La Legatoria Ciani nasce nel 1942 a Udine; specializzata nella rilegatura artigiana e artistica si occupa di libri fino a metà degli anni Novanta. Con l’arrivo della terza generazione, affianca alla rilegatura classica una linea di quaderni ed album da regalo caratterizzati da forme e materiali sempre diversi con una particolare attenzione al riutilizzo. Riconosciuta Bottega Scuola dalla Regione Fvg, spesso collabora con altri Maestri Artigiani rendendo le sue creazioni sempre ricercate e preziose.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, Legatoria Ciani propone di assistere alla realizzazione di un quaderno della linea “Ritagli di nuova Vita”. Ogni partecipante potrà assistere alle diverse fasi di creazione, dal taglio alla composizione della copertina grezza e al rivestimento della stessa utilizzando strisce di carta multicolori riciclate da precedenti lavori – in una chiave personale di riciclo etico e creativo – fino al completamento con chiusura a bottone e matita inserita.

Michelangelo Ricami Personalizzati
Via Cesare Battisti 35 | Flaibano (UD)
www.michelangeloricami.com
25 anni di esperienza nel mondo del ricamo, sempre alla ricerca delle tradizioni, degli usi e costumi di un tempo, per poterli riprodurre, reinventando così un ricamo con un valore aggiunto inimitabile. Quella di Michelangelo è una storia che cresce giorno dopo giorno, fra le mani di chi lavora, controlla e ne ricerca le qualità migliori, per creare un lavoro unico. Immersi nel mondo dell’arte e della creatività l’azienda rende reali sogni e desideri dei nostri clienti seguendo il filo della loro immaginazione.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, Michelangelo Ricami Personalizzati aprirà il suo laboratorio ai visitatori, offrendo la possibilità di assistere alla creazione dei ricami e di visitare l’azienda. Per tutta la durata dell’evento saranno presenti stuzzichini e bevande.

Il Ricamificio
Via Vittorio Veneto 7 | Forni di Sopra (UD)
www.ilricamificio.net
Il Ricamificio è un piccolo laboratorio nel centro di un grazioso paesino accoccolato tra le Dolomiti Friulane. Pieno di stoffe, nastrini, bottoni e fili colorati ma, all’occorrenza, anche di attrezzi da falegnameria, attrezzatura di montagna e chi ne ha più ne metta!
Regno del disordine fantasioso, é un porto sicuro per tutti quelli che vogliono respirare un po’ di aria creativa e rilassata. Qui, caldi e soffici tessuti di mille colori, si trasformano in nuovi oggetti intrisi di emozioni che potrete trovare nello spaccio aziendale annesso.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, Cam Il Ricamificio permetterà ai propri visitatori di assistere alla dimostrazione dei passaggi produttivi delle proprie opere. Ci sarà la possibilità di partecipare a un piccolo laboratorio creativo che permetterà a ciascun partecipante la possibilità di realizzare con le proprie mani un cuor di lavanda ricamato.

Adelia Di Fant
Via Garibaldi 27 | San Daniele del Friuli (UD)
www.adeliadifant.it.
Adelia Di Fant inizia la sua avventura nel mondo dei distillati negli anni Ottanta, perseguendo l’obiettivo di proporre sempre dei prodotti di alta qualità mantenendo salde le radici della tradizione friulana. Dalla passione per il cioccolato, è poi nata la produzione di eccezionali Praline alla Grappa. L’accurata selezione delle migliori materie prime, e la ricerca di nuovi sapori hanno dato vita a una linea completa di praline, tavolette, creme: un mondo di cioccolato ricco di tentazioni per il palato. Il laboratorio artigiano e il punto vendita si trovano nel centro storico di San Daniele del Friuli.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Gli ospiti di Adelia di Fant parteciperanno a un laboratorio di cioccolato dove verranno illustrate le varie tipologie di lavorazione, dalle tavolette alle praline, dai bicchierini alle creme spalmabili. Seguirà una degustazione dei vari prodotti accompagnata da una selezione di Distillati e Liquori. In collaborazione con L’Oca bianca, alle ore 15.30 è previsto un tour alla scoperta dei tesori di San Daniele con un itinerario guidato nel centro storico, dove ci sarà il tradizionale Mercatino dell’Antiquariato e pure l’accensione dell’Albero di Natale.

L’oca Bianca ed altre storie
Via Fagagna, 1 | San Daniele del Friuli (UD)
www.ocabianca.com.
L’Oca Bianca ed altre storie nasce 18 anni fa dalla passione e dalla ricerca di materiali diversi, vecchi e nuovi, da trasformare in oggetti di decorazione con un’anima. Sono quindi nate legioni di angeli dalle forme stilizzate, mediate dal design nord europeo, contaminate dai colori polverosi ed accennati del vintage francese ed accompagnate da piccole poesie che solo un cuore friulano poteva pensare. Dal laboratorio di Corte San Martino a San Daniele del Friuli, le mani esperte dell’agguerrita squadra tutta al femminile tagliano, dipingono, vestono ogni anno più di 15.000 angeli, completamente fatti a mano in Friuli che vanno in più di 150 punti vendita in Italia, Germania, Austria, Svizzera, Francia… fino in Russia ed Australia.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, i visitatori de L’oca Bianca, potranno vedere dove si producono i famosi Angeli, prodotto di punta e vero marchio di fabbrica dell’azienda. Si potrà assistere al processo di produzione, che prevede una prima fase di pittura a pennello e matite per realizzare i visi degli angeli, una fase di taglio e preparazione degli abiti, una fase di montaggio, rifinitura e predisposizione del packaging. Durante le visite verrà spiegato perché e da quando l’azienda ha iniziato la produzione e la storia che si cela dietro gli Angeli.

Craftabile
Via Artico di Prampero 7 | Udine (UD)
www.linosandco.com
Craftabile è un progetto imprenditoriale per la creazione di materiali educativi con macchine a taglio laser e stampa 3d. Una produzione tutta italiana, artigianale e personalizzata, progettata secondo le regole dell’ergonomia, del graphic e dell’interaction design.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, i visitatori di Craftabile apprenderanno come la tecnologia lasercut/engrave consenta di produrre e personalizzare componenti da assemblare con diverse tecniche, per ottenere oggetti personalizzati. In particolare assisteranno alla realizzazione di una copertina morbida e originale che rivestirà un blocco a pagine bianche rilegato a mano; quest’ultima fase verrà condotta e illustrata a cura di Legatoria Moderna.

Legatoria Moderna
Via Zanon 16/a | Udine (UD)
www.legatoriamoderna.it
La rilegatura è un mestiere antico, che nasce dalla necessità di tenere uniti i testi scritti e che si è evoluta in modi diversi nel corso dei secoli a seconda del territorio in cui veniva praticata. Legatoria Moderna si prende cura dei libri eseguendo esclusivamente “legature a mano”, ripara e ripristina i volumi riproponendo lo stile e la tecnica originale.
La Legatoria Moderna prende parte a mostre e rassegne create per promuovere l’artigianato artistico di eccellenza e nell’agosto 2014 è stata riconosciuta dalla Regione F.V.G. Scuola Bottega Artigiana. Nel 2016 è stata inserita tra gli atelier selezionati da ITALIA SU MISURA, il portale delle eccellenze dell’Artigianato Artistico italiano.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, Legatoria Moderna aprirà le porte del suo laboratorio durante il quale i partecipanti realizzeranno il corpo di un blocco a pagine bianche rilegato a mano, che verrà poi rivestito con la copertina che gli iscritti avranno creato presso Craftabile.

Marmi Vrech
Via degli Onez 42 | Cervignano del Friuli (UD)
www.marmivrech.it
Gusto del bello, innovazione tecnologica e cura artigianale del prodotto: questi i principi che accompagnano Marmi Vrech fin dal 1961 e che hanno permesso nel tempo di conquistare la leadership nell’arredo in marmo e granito nel settore navale. Forte di questa esperienza, Marmi Vrech ha esteso il campo di attività all’edilizia di prestigio, lavorando per hotel di lusso, centri benessere e residenze esclusive. Con competenza, passione e tecnologie all’avanguardia viene offerto ad architetti e interior designer un sistema completo di servizi “chiavi in mano”.
In collaborazione con Confartigianato Udine
Il programma di domenica 27 novembre
Domenica 27 novembre, Marmi Vrech consentirà ai visitatori di accedere all’esposizione stabile all’interno dell’azienda; ciascun partecipante, potrà assistere al workshop: “Dalla pietra al progetto”, un caso pratico di trasformazione della materia prima in oggetto eccellente e particolare. Dalle 16.30 alle 17.00 è inoltre previsto un seminario di scultura a cura dell’artista Stefano Comelli dal titolo “Il futuro fatto a mano”.

969