contemporanea 20La città di Udine ospiterà dal 3 al 18 Ottobre 2009 la tredicesima edizione di CONTEMPORANEA, il festival di Nuova Musica dedicato alle più avanzate espressioni della musica di ricerca.
L’associazione culturale Delta Produzioni, in collaborazione con TEM – Taukay Edizioni Musicali e con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine e della Fondazione C.R.U.P., propone sette occasioni d’incontro con le diverse espressioni della cultura contemporanea.
La manifestazione, che annovera la prestigiosa adesione del Presidente della Repubblica, gode del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’UNESCO (Commissione Nazionale Italiana) e dell’Università degli Studi di Udine a testimonianza della considerazione ottenuta a livello nazionale in questi anni di lavoro.
La rassegna, inserita nel cartellone I Nuovi Suoni, che riunisce molti degli appuntamenti udinesi dedicati alla Nuova Musica (www.inuovisuoni.it), si svolgerà principalmente presso il Teatro San Giorgio di Udine, luogo particolarmente adeguato per dimensioni ed acustica ad accogliere gli spettacoli previsti.
Si inizierà il pomeriggio del 3 ottobre dalle ore 16.00 con Roundhouse, una installazione sonora in quadrifonia in uno degli spazi più belli della città di Udine: la Loggia del Lionello. Il progetto musicale è stato sviluppato da Arcana Strutture Sonore e si basa su un lavoro di ricerca sul suono spazializzato.
L’appuntamento successivo è previsto per il pomeriggio del 8 ottobre alle ore 16.00 presso la sala Florio di Palazzo Florio all’Università degli Studi di Udine con Musica ex Machina, incontro con il ricercatore Luca Cossettini che presenterà un affascinante excursus dedicato alla celebrazione dei cent’anni della presentazione del manifesto futurista (Parigi, 1909). Esempi musicali e immagini accompagneranno il racconto di ciò che ha rappresentato all’epoca la sfida futurista. Interverrà alla presentazione anche l’artista torinese Angelo Comino, in arte Motor, che con la sua Orchestra Meccanica Marinetti si esibirà la sera del 9 ottobre alle ore 21.00 presso il Teatro San Giorgio. Il progetto ad alto contenuto tecnologico, dal titolo Naghammadi, si riallaccia alle tematiche futuriste attraverso una speciale interazione tra musica e robotica.
Il 13 ottobre al Teatro San Giorgio andrà in scena Selvaggio cresce il fiore della mia ira, concerto teatrale per Thomas Bernhard. Ideato da Renato Miani (autore anche delle musiche) e Stefano Rizzardi (che ha curato la scrittura teatrale), lo spettacolo si avvale delle voci recitanti di Maria Ariis e Stefano Rizzardi e dell’apporto musicale del Quartetto d’archi del Teatro La Fenice.
Il 14 ottobre, sempre al Teatro San Giorgio, sarà la volta di Dialoghi e suoni, occasione di avvicinamento del compositore al pubblico, già sperimentata con successo negli anni passati con artisti come Giorgio Battistelli e Michele dall’Ongaro. La serata vedrà presente sul palco il maestro Azio Corghi, uno dei nomi più importanti del panorama musicale contemporaneo italiano. L’incontro sarà suddiviso in una prima parte, in cui il maestro racconterà la propria esperienza nell’ambito della composizione musicale affiancato nella presentazione dal critico e musicologo Marco Maria Tosolini, ed una seconda parte in cui verranno eseguite le musiche del personaggio ospite sotto la direzione del maestro Mauro Bonifacio.
Il festival di quest’anno nella data del 16 ottobre, riserverà uno spazio anche al mondo delle donne compositrici del panorama attuale con Musica InAudita, un concerto che racchiuderà il meglio della produzione contemporanea italiana al femminile; al pianoforte si esibirà Ilaria Baleani, apprezzata solista di grande talento, che eseguirà musiche di Bellino, Bo, Campodonico, Ciccaglioni, Gentile, Procaccini, Rebora e Silvestrini.
Il festival si chiuderà il 18 ottobre con zerOpera. L’ensemble L’arsenale attraverso l’utilizzo di strumenti come l’organo Hammond, tastiere, toy piano, sax e strumentini, fisarmonica, chitarra classica, elettrica, basso elettrico, porteranno l’ascoltatore a vivere senza filtri le molteplici dimensioni estetiche della Nuova Musica. Saranno eseguite, tra le altre, musiche di Andriessen, Buso, Kagel, Perocco, Tomio e Vaglini.
Nelle giornate del 9, 13, 14, 16 e 18 ottobre presso il Teatro San Giorgio sarà visibile una Scultura Sonora di Massimo Poldelmengo. La sera del 18 ottobre alle 20.30, prima del concerto dell’Ensemble Contemporanea duemilanove
Festival di Nuova Musica – tredicesima edizione
3 > 18 ottobre 2009
L’arsenale, sarà possibile ascoltare i suoni della scultura grazie al batterista/percussionista Ermes Ghirardini.
La serata è a cura del critico d’arte Francesca Agostinelli.
In occasione del festival verrà pubblicato il bando dell’ottava edizione del Concorso Internazionale di Composizione Città di Udine.

La competizione, che si avvale dell’importante collaborazione con RAI Radio 3, nella precedente edizione ha avuto uno straordinario successo ricevendo ben 348 composizioni da quaranta nazioni e diventando una delle iniziative più importanti, non solo in Italia, per numero di partecipanti nell’ambito della musica di ricerca.
Festival partner di Contemporanea 2009 sono: Share Festival (Torino), Ex Novo Musica (Venezia), Computer Art Festival (Padova) e L’arsenale 2009 (Treviso).
Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
10