Aperitivo a Grado

CUS Udine: 5 medaglie ai nazionali universitari

facebook

cusudine-cnu2010-calcioa5-2Più di 2000 chilometri complessivi di trasferta per 5 splendide medaglie: è questo l’onorevole bottino della rappresentativa del Centro Universitario Sportivo di Udine ai Campionati Nazionali Universitari Molise 2010.
I CNU rappresentano la massima espressione del movimento sportivo agonistico universitario e quest’anno hanno avuto come teatro le città di Campobasso, Isernia e Termoli in Molise, location per le competizioni delle 20 discipline sportive previste.
Il CUS Udine ha affrontato l’impegnativa trasferta con una rappresentativa complessiva di 16 atleti e le rappresentative di basket e calcio a 5, brillantemente qualificatesi alle final eight. Sono arrivate 5 medaglie, di cui due d’oro, più qualche medaglia di… legno!
La settimana dei CNU è cominciata con le arti marziali sabato 22 e domenica 23 maggio: portacolori del CUS Udine e dell’Università udinese nelle competizioni di Judo si sono presentati Raffaele Arca, Marco Ciannavei, Alessandro Cugini e Andrea Posocco. Risultati onorevoli per tutti, con un pizzico di rammarico in più per il piazzamento ai margini del podio di Alessandro Cugini nella categoria -66kg e di Marco Ciannavei nella categoria -90kg.
Da lunedì 24 maggio è stata la volta delle competizioni di squadra: prima a scendere in campo la rappresentativa di calcio a 5, che risulterà la squadra con l’età media tra le più giovani dell’intero CNU, allenatore compreso (il ventitreenne Alessandro Barile).

Alla fine il piazzamento è ancora una volta ai margini del podio (5° posto finale): nel girone preliminare infatti gli udinesi sono stati piegati dal CUS Caserta 4-7 (cinque minuti di distrazione pagati caramente, con il primo tempo concluso 1-5 e la rimonta che si è fermata sul 4-5), hanno poi superato il CUS Cosenza 3-1 e hanno dovuto cedere nel match decisivo contro il CUS Viterbo 2-3 dopo una partita comunque strepitosa di grinta, cuore e qualità. Resta l’amaro in bocca visto che la squadra laziale, che poi si laureerà campione nazionale universitario, era composta da un mix interraziale con giocatori provenienti anche dalla nazionale spagnola di beach soccer, dalla perlomeno dubbia estrazione universitaria. Questa la rappresentativa comunque protagonista: Davide Cantoni, Dorino Canciani, Marco Mancini (capitano), Andrea Mattei, Daniele Cernetti, Davide Collevati, Mattia Quaino, Simone Picciotto, Davide Biondini, Matteo Lalli, Stefano Tomasino, allenatore Alessandro Barile, team manager Marco Grossi.
A partire da martedì 25 è entrata in campo anche la rappresentativa di basket, che alla fine conquista una pesantissima medaglia di bronzo, in un match degno della finale per il titolo assoluto. La sfida “infinita” è infatti quella con il CUS Bologna: è stata il match di apertura, con gli udinesi avanti per lunghi tratti con sprazzi di bel basket, ma poi costretti a cedere 57-62; è stata anche la sfida per il terzo posto, conclusasi dopo due supplementari di tensione e spettacolo 109-107 per il CUS Udine, con canestro a fil di sirena di Bosio che evita il terzo overtime.

In mezzo i ragazzi di coach Melloni avevano saputo annientare nel girone di qualificazione prima il CUS Perugia 85-53 e poi il CUS Torino 65-48. Il rammarico di questa edizione resta per la sciagurata semifinale, in cui capitan Antena e compagni contro il CUS Brescia dilapidano un vantaggio di +18 e cedono dopo un supplementare 89-90. Anche in questo caso, comunque, un risultato assolutamente di prestigio per una rappresentativa anch’essa tra le più giovani e capace di dimostrare grandi qualità ed affiatamento. I protagonisti della spedizione molisana: Mauro Vesco, Claudio Cotrufo, Stefano Antena (capitano), Andrea Piazza, Lorenzo Fantoni, Massimiliano Bosio, Larry Trevisan, Alberto Sandrini, Luca Piccini, Alberto Ellero, Davide Bozzetto, coach Andrea Melloni, team manager Enrico Tion.

Chiusura classica dei CNU nell’ultimo weekend del 28 e 29 maggio con la regina degli sport, l’atletica leggera, nella quale il CUS Udine ha schierato a Campobasso 11 portacolori: Fabio Bortolotti, Jenny Capotorto, Giulia Cargnelli, Giulia Chessa, Fabio Cuberli, Ruben Di Filippo, Alessandro Minen, Francesca Paiero, Eleonora Paro, Elen Tomadin, Elisabetta Vesnaver, oltre alla team manager Federica Minatelli. Sono arrivate ben 4 medaglie, tra cui due titoli nazionali universitari: portano al collo la medaglia d’oro Fabio Cuberli (lancio del disco) e Fabio Bortolotti (800 metri), medaglie di bronzo, invece, per Giulia Cargnelli (salto con l’asta) e Giulia Chessa (400 metri). Resta l’amaro in bocca per i quarti posti della staffetta 4×100 femminile e per quello di Eleonora Paro nei 100 ostacoli, fuori dal podio per un solo centesimo.

in foto: Bortolotti sul podio tra Guidotti Icardi e Picello
L’INTERA SPEDIZIONE CON I RISULTATI
JUDO
Raffaele Arca (categoria -73 kg) 18° posto
Marco Ciannavei (categoria -90 kg) 5° posto
Alessandro Cugini (categoria -66 kg) 5° posto
Andrea Posocco (categoria -73 kg) 11° posto
CALCIO A 5
Davide Cantoni, Dorino Canciani, Marco Mancini (capitano), Andrea Mattei, Daniele Cernetti, Davide Collevati, Mattia Quaino, Simone Picciotto, Davide Biondini, Matteo Lalli, Stefano Tomasino, allenatore Alessandro Barile, team manager Marco Grossi.
girone: CUS Udine – CUS Caserta 4-7
CUS Cosenza – CUS Udine 1-3
CUS Viterbo – CUS Udine 2-3

606