Aperitivo a Grado

Debora Serracchiani si candida segretario regionale del PD

facebook

IMG_3588Debora Serracchiani si candida a guidare il Partito Democratico regionale.  E’ questo il succo della tanto attesa conferenza stampa di oggi a UdinedeboraUna candidatura che deve preparare alla vittoria nel 2013. La Serrachiani che si presenterà alle prossime primarie regionali del PD ha le idee chiarissime. La neo europarlamentare appoggerà la mozione Franceschini mentre il suo avversario il vicesindaco del comune Enzo Martines appoggerà la mozione Bersani. Alla conferenza stampa, svoltasi in uno dei locali più chic di Udine, il Contarena, erano presenti il promotore della candidatura Serracchiani, il sindaco di Pordenone Bolzonello che tuttavia era nascosto ben dietro le prime file, i parlamentari in quota margherita Pertoldi e Strizzolo ma anche Ettore Rosato. Presente anche l’assessore comunale Coppola e l’ex presidente del consiglio regionale Tesini e il presidente della provincia di Gorizia Gherghetta.  Tutti con Debora a quanto pare. L’appoggio alla mozione Franceschini rende quindi la Serracchiani più vicina alla matrice margheritina del PD anche se lei rpeferisce definirsi “semplicemente democratica”.

Difficile che il duello con il vicesindaco si trasformi in una sanguinosa battaglia politica. Inutile dire che le chances di Martines sembrano piuttosto risicate e che sarebbe stato più logico vederli affiancati che divisi. Ma si tratta di elezioni primarie: la strada che poi i due potranno percorrere insieme sarà molto lunga ma anche (come direbbe qualcuno) piena di trabocchetti: innanzitutto la ricomparsa, questa volta nel centrosinistra, di Alessandra Guerra: difficile pensare che sia tornata per fare il consigliere comunale di Tricesimo. Ci saranno poi le figure dei sindaci come Honsell e Bolzonello. La Serracchiani ha lanciato la sua sfida non tanto a Martines quanto direttamente al centrodestra parlando apertamente di coinvolgimento dei primi cittadini nel costruire l’alternativa di governo della regione.

Quindi sono state queste le mosse comunicative della Serracchiani in questo primo appuntamento: 1) conferenza stampa in un locale e non in una muffosa sede di partito, 2) costruire l’alternativa di governo, e non l’opposizione, all’attuale maggioranza regionale e 3) coinvolgimento degli amministratori locali

in tutto questo di programmi non si è parlato

1.344