Aperitivo a Grado

skate_B
Approvato progetto definitivo ed esecutivo della nuova pista di Skateboard. Entro questo autunno Udine avrà finalmente una sua pista per skateboard. La giunta comunale, infatti, ha dato oggi il via libera al progetto definitivo ed esecutivo per l’impianto che sorgerà nel parco Ardito Desio. “Un impianto – commenta soddisfatta l’assessore alla Gestione Urbana, Gianna Malisani – fortemente sollecitato dagli sportivi udinesi che da anni l’attendevano”. I primi passi verso la realizzazione della struttura risalgono al 2007 quando era iniziato l’iter progettuale. Fino all’approvazione, oggi, da parte della giunta Honsell, che ha dato il via libera anche l’impegno di spesa per un costo complessivo di 100 mila euro. “Così come richiesto durante i numerosi incontri avuti con le associazioni sportive – prosegue l’assessore – abbiamo optato per una costruzione in calcestruzzo armato invece dell’utilizzo di moduli componibili”.
Nello specifico, l’opera, il cui progetto è stato realizzato dall’architetto Roberto Nazzi di Udine, sarà costituita da due elementi complementari, ma indipendenti: una grande vasca (pool) e una platea a piani sfalsati e rampe (bank) di circa 450 mq. La vasca sarà completamente interrata e con pareti ricurve, mentre la platea sarà suddivisa in tre blocchi in ognuno dei quali troveranno posto le varie strutture normalmente utilizzate dagli skater (bank, muretto, passamano, bump to bump e piramidi).

Richiesta di contributi regionali per l’incrocio tra via Bariglaria e la provinciale 15. Il Comune di Udine chiederà alla Regione un finanziamento per il progetto di messa in sicurezza dell’incrocio tra via Bariglaria e la strada provinciale 15 in base alla legge regionale 25 del 2004 sui contributi per interventi a favore della sicurezza stradale. Lo ha stabilito la giunta comunale autorizzando l’inoltro della domanda di finanziamento. Posta al confine nord del territorio comunale l’intersezione si trova lungo un’importante arteria di accesso alla città, posta in posizione strategica rispetto alla direttrice nord-est (Povoletto, Faedis, Attimis, ecc.) agli scambi est-ovest tra le frazioni settentrionali del Comune di Udine e di comunicazione con i comuni di Reana del Rojale e Tavagnacco, anche in relazione con gli svincoli sulla tangenziale nord. Questa intersezione, indicata in base a uno studio condotto dall’ufficio comunale Viabilità tra i punti maggiormente pericolosi con 18 incidenti rilevati tra il 2004 e il 2008, sarà sostituita da una rotatoria da realizzare entro il 2012. Con questa soluzione si prevede di ridurre drasticamente le cause più frequenti di incidente: nell’86% dei casi, infatti, i sinistri sono causati dal mancato rispetto dello stop e il 72% degli incidenti determina uno scontro frontale-laterale. Quest’opera, che oltre ad avere una valenza sovracomunale fa parte del piano provinciale della Viabilità 2001, richiederà una spesa di circa 200 mila euro. In base alla legge regionale 25 del 2004, la Regione eroga dei contributi per interventi a favore della sicurezza stradale con una quota percentuale del contributo pari al 40% e un importo massimo contribuibile di 150 mila euro.

Acquisita gratuitamente dal Comune una porzione stradale di via San Rocco. La giunta comunale, su proposta dell’assessore alla Pianificazione Territoriale, Mariagrazia Santoro, ha deciso l’acquisizione di una porzione stradale in un tratto di via San Rocco. “Si tratta – spiega l’assessore – di una piccola area all’incrocio tra le due chiese di via San Rocco. Una parte di strada che, seppur di proprietà della parrocchia, è da sempre utilizzata come pubblico transito”. L’operazione che trasferisce gratuitamente il tratto di strada al Comune, consentirà di realizzare una riqualificazione dell’incrocio tra via San Rocco e via della Roggia con un progetto per il quale sono stati stanziati da palazzo D’Aronco 164 mila euro. “Un intervento – conclude l’assessore – fortemente sollecitato da tempo dai residenti della zona”.

Confermato il servizio di vigilanza interna. La giunta ha deciso di confermare l’affidamento sperimentale del servizio di vigilanza notturna degli immobili comunali al personale dipendente. Partita da ottobre 2009, la sperimentazione ha dimostrato di funzionare permettendo al Comune di risparmiare sulle spese di affidamento all’esterno dell’incarico agli istituti di vigilanza. Il servizio, che per l’anno in corso comporterà una spesa di 18.200 euro, prevede l’impiego di due squadre in forza al servizio Acquisti del Comune, per un numero complessivo di 14 dipendenti, e procedure operative di raccordo con la polizia municipale e le altre forze dell’ordine. Gli addetti coinvolti dalla sperimentazione, che svolgono queste mansioni in aggiunta alle funzioni ordinarie, continueranno a garantire la reperibilità e il servizio di pronto intervento notturno dalle ore 23 alle 7.30.
Rinnovata la convenzione con l’associazione Scuole Autonome dell’Infanzia. La giunta ha deliberato l’approvazione dello schema di convenzione che legherà il Comune di Udine e la Fism – associazione Scuole Autonome dell’Infanzia per i prossimi cinque anni. In base all’accordo che verrà sottoscritto dalle parti l’amministrazione comunale si impegna erogare un contributo annuale a favore della Fism di 340 mila euro per il funzionamento delle scuole e il miglioramento dello standard qualitativi del servizio. L’importo del contributo verrà ripartito tra le singole scuole sulla base dei seguenti criteri: il 50% in base al numero degli alunni residenti nel Comune di Udine e il 50% in base al numero delle sezioni attivate per gli alunni udinesi. Questo l’elenco delle 13 scuole autonome dell’infanzia: “E. Linda” in via Mistruzzi, “F. Marzano” in via Montebello, “Maria Immacolata” in via P. L. Scrosoppi, “Mons. D. Cattarossi” in via Stuparich, “Maria al Tempio” in via Magrini, “N. S. dell’Orto” in via Maniaco, “Paola di Rosa” in via Molin Nuovo, “Paulini” in via Cisis, “Papa Giovanni XXIII” in via Cividale, “S. Marco” via Monte Ortigara, “S. Osvaldo” in via Tre Novembre, “S. Martino Vescovo” in via Padova, “G. Bretoni” in viale Cadore.

Opera di Guarana in prestito per la mostra di Illegio. Il Comune concederà in prestito l’olio “Daniele nella fossa dei leoni” di Jacopo Guarana, del 1757, conservata ai Civici musei al Comitato di San Floriano, per la mostra “Angeli. I volti dell’invisibile”, che si terrà a Illegio presso la Casa delle Esposizioni, dal 23 aprile al 3 ottobre 2010.

Giocagin 2010. Il Comune di Udine concederà il palasport Carnera a canone ridotto per la realizzazione della manifestazione “Giocagin 2010”. L’evento sportivo si svolgerà al palasport “Primo Carnera” di Udine il 6 marzo e sarà organizzato dal Comitato Provinciale di Udine della Uisp, Unione Italiana Sport per Tutti.

Finale regionale giochi sportivi studenteschi. Il comune di Udine concederà a titolo gratuito il palazzotto dello sport “Benedetti” di via Marangoni e una coppa grande per le premiazioni in occasione della realizzazione della manifestazione “Finale Regionale Giochi Sportivi Studenteschi”. L’evento sportivo si svolgerà sabato 13 marzo e sarà organizzato dall’Associazione Pesistica Udinese Asd.

Protocollo per il sostegno a distanza. Il Comune di Udine aderisce al protocollo per la costituzione del Coordinamento nazionale enti locali sostegno a distanza (Elsad). L’adesione, a costo zero, vuole promuovere la pratica del sostegno a distanza, facilitare un interscambio tra le istituzioni, sostenere le diverse realtà che operano sul campo, favorire la trasparenza degli interventi e operare per la messa in rete delle diverse esperienze. Elsad riunisce le Province e i Comuni italiani impegnati a promuovere il sostegno a distanza, inteso come strumento di solidarietà, di riequilibrio delle ingiustizie sociali, di educazione allo sviluppo, di cooperazione internazionale e quale misura di accompagnamento allo sviluppo di interventi di cooperazione decentrata. in Italia sono oltre un milione e mezzo le persone coinvolte e centinaia le realtà di diversa natura impegnate in progetti di sostegno a distanza a favore di bambini, famiglie e comunità in situazioni di povertà e difficoltà. Anche in Friuli esiste un forte impegno da parte di associazioni, organizzazioni non governative, onlus, parrocchie e istituti scolastici per il sostegno a distanza e che questa attività può essere favorita anche con l’appoggio delle istituzioni.

Ex macello, parte la verifica di Vas. Parte la valutazione degli effetti ambientali circa la variante al Piano regolatore generale relativa ai lavori per il recupero architettonico e funzionale del complesso edilizio ex macello. La giunta ha deciso di chiedere ai quattro uffici comunali competenti in materia ambientale (il servizio Patrimonio e ambiente e le unità organizzative Viabilità e fognature, Gestione verde pubblico e vivibilità, Mobilità) un parere in merito al documento preliminare attinente la verifica di assoggettabilità alla Valutazione ambientale strategica (Vas) della variante urbanistica della variante n. 7 al vigente Piano regolatore particolareggiato comunale n.8 Udine Sud-Ovest approvata dal Consiglio comunale lo scorso novembre. Era stato lo stesso Consiglio, data la modesta entità della variazione urbanistica e il mero coinvolgimento di superfici pertinenziali della esistente struttura, a suggerire alla Giunta che non era necessario coinvolgere autorità ambientali esterne al Comune, ma che era sufficiente chiedere il parere agli uffici comunali competenti.

Cantiere di palazzo Mantica, prorogata la riduzione del canone Osap. Durante i lavori di restauro di palazzo Mantica, sede della società Filologica friulana, sono venuti alla luce importanti resti archeologici di epoca protostotrica di un “Castelliere di Udine”, il terrapieno difensivo dell’abitato databile all’età del bronzo, nonché alcune ceramiche risalenti al 1700 avanti Cristo. L’importante scoperta archeologica ha dunque comportato un rallentamento dei lavori di restauro e di manutenzione straordinaria. Per questo motivo, la giunta ha prorogato la riduzione del 90% della misura del canone Osap, dovuto per l’occupazione del suolo pubblico da parte del cantiere e del ponteggio. La riduzione è limitata al periodo di occupazione fino al 10 aprile 2010.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
456