Aperitivo a Grado

Diamo un taglio alla sete, nella cantina I Comelli festa dell’imbottigliamento. 7 maggio

facebook

diamo_un_taglio_alla_sete
Torna domenica 7 maggio nella cantina “I Comelli” in via Valle a Nimis (Udine) l’atteso appuntamento con la solidarietà di “Diamo un taglio alla sete”. L’evento richiama ormai centinaia di persone ogni anno per un incontro che unisce beneficenza e buona tavola.

080516153044
Domenica 7 maggio si parte alle 10 con la “Festa dell’imbottigliamento” che è resa possibile dalla grande solidarietà di aziende vinicole, produttori e fornitori, pronti a offrire gratuitamente il proprio contributo per il risultato dell’evento. L’assaggio del Vitae Bianco 20017 e del Vitae Rosso 2017 sarà accompagnato da salumi Wolf di Sauris, formaggi del territorio, pizza dell’Osteria Dal Borc di Tricesimo e dal cosciotto di maiale preparato dal Civiform di Cividale. Seguirà alle 12.30 il tradizionale pranzo che prevede un ricco menù: pastasciutta degli Alpini gruppo ANA di Tricesimo; SpiedOne con costa, pollo e salsiccia della Macelleria Boschetti; polenta di Nico di Braulins; pane del panificio Alpe Adria di Tricesimo; gelato di Fiordilatte (Giancarlo Timballo) di Udine; lamponi e mirtilli caldi della Pro Loco di Avasinis; frittelle di mele della Pro Loco di Sutrio; IllyCaffè e Grappa di Ramandolo della Distilleria Ceschia. Colonna sonora ad alto contenuto di allegria con il gruppo di ottoni Gli Splumats, il coro Sand of Gospel, le sonorità del Tryo Yerba e degli Estaciòn Sur, il dj Gabri Freewind Selecta con musica etnica dal mondo.
Per i più piccoli ci sarà come di consueto un attrezzato parco giochi con gonfiabili e intrattenimento, mentre la sicurezza sarà garantita dalla Croce Rossa Italiana (sezione di Tarcento) che sarà presente con i suoi mezzi e volontari.
Dal 2007 gli enologi del gruppo “Fuori di sesta” – provenienti dalla sesta classe di enologia dell’istituto agrario di Cividale, diplomati nel 1994 – organizzano la festa dell’imbottigliamento del “Vitae”, un vino speciale proposto dal 2013 nelle due versioni “bianco” e “rosso” che non si trova in commercio, ma viene distribuito in cambio di un’offerta. “Vitae” è il risultato di una grande gara di generosità dove gli enologi di Fuori di Sesta e altri vignaioli offrono la materia prima, mentre i loro fornitori forniscono gratuitamente bottiglie, tappi, etichette, imballaggi. L’imbottigliamento viene garantito dalla storica collaborazione con il laboratorio mobile del Centro di riferimento enologico di Giuseppe Lipari.
I fondi raccolti sono destinati alle attività del missionario fratel Dario Laurencig (originario delle Valli del Natisone) per le opere che da 40 anni realizza nell’arida regione del Turkana (Kenya) e in altri paesi africani (Uganda, Sud Sudan), dove ha costruito finora oltre 400 pozzi di acqua potabile e sviluppato progetti di solidarietà nel settore della sanità e dell’educazione scolastica. La partecipazione alla manifestazione è libera, ma visto l’alto numero di partecipanti è gradita la prenotazione per motivi organizzativi (contatti sul sito www.diamountaglioallasete.org).

984