Aperitivo a Grado

Epifania 2018 in Friuli Venezia Giulia: tutti i pignarui e i falò – la Guida

EPIFANIA_VENERANDO Epifania 2018: i falò ardono in tutto i borghi e paesi del Friuli Venezia Giulia il 5 e 6 gennaio 2018.
I falò di inizio anno sono una tradizione popolare dell’Italia nord-orientale consistente nel bruciare delle grandi cataste di legno e frasche nei primi giorni di gennaio, solitamente la vigilia dell’Epifania. Data la sua larga diffusione, ne esistono moltissime versioni e denominazioni: in Friuli è detto pignarûl (o, in alcune zone della Bassa friulana, cabossa), in Bisiacaria seima, nelle provincie di Treviso, Pordenone e Venezia panevìn o panaìn (da pan e vin “pane e vino”, in segno di augurio per un anno di abbondanza), ma anche pìro?a-pàro?a, vècia (“vecchia”: le pire possono assumere la forma di un fantoccio), fogherada e bubarata, nel basso Friuli e nel Veneto Orientale foghèra o casèra, nel Veronese e nel Polesine briolo, buriolo, brugnèlo, brujèo, bruja e simili.

 

 

5 gennaio

  • Forni di Sopra: Befana cul firal – Insolita discesa della befana, che si calerà dal campanile di Cella, per distribuire i suoi doni a tutti i bambini. Dopo la S. Messa delle 18.00.
  • Nimis – il risveglio del Pust LINK – Anche quest’anno Cergneu diventa protagonista del Risveglio del Pust (carnevale, nel dialetto sloveno), che dopo il suo lungo anno di letargo viene liberato e da inizio al Carnevale.
  • Sauris – il sedere della belin – dalle 17:30 – Manifestazione suggestiva ispirata al magico mondo delle superstizioni e della fantasia, in particolare legata in questo caso al personaggio della “Bélin”, una vecchia donna che costringeva i saurani a baciarle il sedere per poter oltrepassare il confine della località e uscire dal proprio paese.
  • Grado – arrivo delle varvuole – dalle 17:00 -Le Varvuole, streghe di mare, arrivano puntuali a Grado ogni 5 gennaio e per sempre arriveranno…Giungono a Grado con le barche di vetro per rapire i bambini e saccheggiare le case. L’unica difesa dei Gradesi casoneri è pregare e ungere le maniglie con l’aglio e cospargere le porte di acquasanta. Le Varvuole simboleggiano l’eterna paura del mare (che rappresenta sempre l’incognito) e le scorribande dei pirati Uscocchi, i feroci pirati dalmati.
  • Arta terme – la femenate – Festa tradizionale in onore dell’arrivo dei Magi e della stella. Programma:
    Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 Dimostrazione lavorazione del maiale da parte dei norcini di Piano d’Arta. Distribuzione dei prodotti lavorati e degustazione panino con bistecca fresca alla griglia. Ore 18.00 Apertura festeggiamenti con degustazione di vin brulè, grigliata e “sopes indorades”. Ore 20.30 Arrivo dei Re Magi e della Stella Ore 21.00 Accensione del falò
  • Paularo – la femenate – La Fèmenate è una tradizione molto sentita nella Val d’Incarojo. Vi partecipano quasi tutte le frazioni del comune e rappresenta uno degli spettacoli più suggestivi legati ad antiche ritualità.
    Il nome “Fèmenate” (donnaccia o strega) si riferisce alle caratteristiche negative idealmente racchiuse nel grande fantoccio bruciato il giorno precedente l’Epifania. dalle 10:00 – accensione femenate ore 20:00
  • Malborghetto – Pechtra Baba – Passeggiata /Cjaspolata e degustazione organizzata dalla Scuola di Sci Fondo Valcanale – Info e prenotazioni :+393395056861 o +39 338 8920414
  • Tarvisio – befane in piazza  -Intrattenimento con le Befane dalle 17:30
  • Lignano – Foghera – Accensione della Foghera dalle 16:45 – – Pignarûl a cura del Gruppo Alpini e della Pro Loco di Lignano Sabbiadoro. – dalle 18:30
  • Latisana – Foghera Accensione del falò, piatti e bevande e tanta buona musica. Naturalmente anche per i più piccoli, la befana porterà i tradizionali dolciumi!
  • Latisana – Arriva la befana – Arriva la Befana in centro a Latisana!  Animazioni per bambini, pignarùl in miniatura, bevande calde per tutti e distribuzione delle calzette da parte della Befana. – dalle 16:30
  • Tapogliano – Festa del Zuf – La vigilia dell’Epifania vede l’intera comunità di Tapogliano festeggiare insieme la “Festa del zuf”. Dalle 7:00 mercatino delle pulci e dalle 10 apertura chioschi. Alle 17:30 zuf grande per tutti e accensione del pignarûl alle 19. Musica dalle 19.30.
  • Visco – Pignarul – Il Gruppo Alpini continua a mantenere viva  la tradizione del falò con l’accensione del pignarul e con cioccolata, the e vin brulè per tutti. Seguirà pastasciutta offerta dal gruppo Alpini presso la sede sociale.
  • Aiello – Pignarul – Tradizionale Pignarul con l’arrivo delle befane. dalle 20:00
  • Jalmicco – Pignarul dell’Epifania – dalle 19:00
  • Cervignano – Pignarul a Strassoldo presso Parco Villa Vitas ore 19,00
  • Sacile – Panevin – Serata di tradizione con l’accensione del falò epifanico. dalle 17:30 – Serata di tradizione con l’accensione del falò epifanico.
  • Piancavallo – Accensione falò –  Epifania a Piancavallo Fiaccolata a cura dei maestri di sci delle scuole Aviano-Piancavallo e Piancavallo A seguire accensione del falò e fuochi d’artificio sulle piste – dalle 17:00
  • Pordenone – Falò epifanici  – 20.00 Parcheggio via Buozzi Viale Treviso   20.00 area verde campo di rugby di via Mantegna   20.00 Parrocchia San Francesco d’Assisi Borgo Capuccini    20.00 Villaggio del Fanciullo  20.30 Centro Armando Lupieri di Villanova
  • Spilimbergo – accensione dei falò – Tradizionale appuntamento con l’accensione della pira epifanica. – dalle 20:30
  • Valvasone – zir pai arborars – Tradizionale accensione dei fuochi epifanici attraverso un itinerario in bicicletta tra le località di Valvasone Arzene. Ad ogni tappa buffet e intrattenimenti.
  • Sesto al Reghena – luci e fuochi sul lago Paker –  Immersione dei subacquei nelle acque del lago Paker con accensione di alcuni simboli beneauguranti al centro dell’invaso dalle 20:30
  • Zoppola: falò epifanico – dalle ore 18.30: Falò epifanico nelle varie frazioni del comune ore 20 Zoppola Via Meduna ore 19.30 Orcenico Inferiore ore 20.30 Ovoledo ore 20.30 Castions ore 19 Poincicco
  • Barcis – Falò epifanico –  Dalle ore 20, “Falò Epifanico” sul lungolago con Vin Brulè per tutti

6 gennaio 

  •  Tarcento – Pignarul grant  – LINK –  I fuochi di questa antichissima tradizione, l’Epifania, si riaccendono ogni anno con particolare letizia e solennità a Tarcento.
  • AQUILEIA – Festa della Cabossa – LINK –   I falò di inizio anno sono una tradizione popolare del Nordest consistente nel bruciare delle grandi cataste di legno e frasche nei primi giorni di gennaio, solitamente il 6 gennaio il giorno dell’Epifania.
  • Marano Lagunare – La befana vien dal mare – Arriva BEFANE con tante calzette per i più piccolini.Vin brulè, thè e panettone per tutti – dalle 15:30
  • Latisana  -Foghera – Accensione del falò epifanico accompagnato da mescita di vin brulè e pinza tradizionale. Cena a base di petanze della tradizione all’interno di un tendone riscaldato.   Luogo: Argine del Fiume Tagliamento, Latisanotta
  • Trieste – Befana in grotta gigante – Gli speleologi della Commissione Grotte E. Boegan della Società Alpina delle Giulie indosseranno per l’occasione i panni di Befane, Re Magi e Stella Cometa e si caleranno appesi ad una corda dalla volta della caverna per ben 100 metri fino a raggiungere il fondo, trasportando sacchi colmi di caramelle e dolciumi. Prevendita dal 2 al 5 Gennaio dalle 10 alle 16
  • Pasian di Prato -Pan e vin de pifanie – Anche quest’anno a Pasian di Prato torna il tradizionale appuntamento del 6 gennaio con il 45° “Pan e Vin de Pifanie”, organizzato dal Gruppo Folcloristico Pasian di Prato con la collaborazione dell’A.F.D.S. di Pasian di Prato e dell’Udinese Club
  • Sella Nevea – Fiaccolata della befana sul monte Canin – Partenza dal Rifugio Gilberti ore 18.00 e intrattenimento all’arrivo.
  • Tarvisio – Perchta baba – Dalle 18.00 sulla Piana dell’Angelo Fiaccolata di Perchta Baba, spettacolo pirotecnico
  • Tarvisio arrivo della befana – Fiaccolata della Befana a Fusine Val Romana dalle ore 17.00 presso il piazzale della Chiesa di Fusine in Val Romana. Tanto divertimento per i bambini e ricca pesca di beneficenza.
  • Bagnaria Arsa – PIgnarul della solidarietà  -L’Associazione “Le Vile” di Bagnaria Arsa organizza alle ore 18.00 il “Pignarul de solidarietat”.
  • Palmanova-  festa della befana – Ore 19 in via Vallaresso (Porta Cividale)  Festa della Befana con il Pignarul a cura del Gruppo Alpini di Palmanova e del Gruppo Bastioni Bike e Estrazione “Lotteria della Befana” a cura della Proloco di Palmanova
  • Gemona – Medili epifanico -Medili epifanico con la rappresentazione vivente dell’arrivo dei Re Magi e l’adorazione al Bambin Gesù.
  • Buttrio – Fugarele – L’associazione Iniziative Locali “Sagre dai Ucei e de Viscje” propone la 33° Edizione della “Fugarele”, tradizionale fuoco epifanico.  Evento che tradizionalmente simboleggia la fine delle festività natalizie, anche quest’anno sarà accompagnato dall’arrivo delle Befane e dei Re Magi.
  • Cervignano – Pignarul di Scodovacca ore 17,00
  • Muzzana – Pignarul – Accensione del tradizionale falò epifanico con intrattenimento dei bambini a cura del Mago Arturo e dell’arrivo delle befane
  • Precenicco  -Lucciolata  e Pignarul – Lucciolata seguita dall’accensione del tradizionale falò epifanico.
    Programma:  – ore 17.30: apertura iscrizioni lucciolata – ore 18.00: partenza – ore 19.00: accensione del pignarul
  • Terzo d’Aquileia – Festa del pignarul – Gli amici del folklore, l’Associazione Cacciatori Terzo di Aquileia insieme a delle scatenare befane vi aspettano per l’accensione del Falò epifanico
  • Montenars – Pignarul – Accensione del Pignarùl degustazioni e bevande calde per tutti

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
10.676