Aperitivo a Grado
facebook

erri_de_lucaPartirà martedì 1° giugno la prevendita per i biglietti di “In viaggio con Aurora”, l’atteso spettacolo di e con Erri De Luca che, in prima nazionale, sarà nel capoluogo friulano il 6 giugno alle 21 nell’ex chiesa di San Francesco per UdinEstate. Il poliedrico scrittore, giornalista, poeta, traduttore e intellettuale napoletano, infatti,  proporrà il debutto del suo ultimo lavoro, un viaggio-racconto sul Novecento dove c’entra Napoli, come punto di partenza, ma c’entra anche la musica, con una chitarra lenta in mano e un violino veloce, quello di Olek Mincer, attore che ha studiato nella scuola del teatro yiddish di Varsavia e ha collaborato con Moni Ovadia.
“Il tempo non è una spina dorsale – spiega lo stesso De Luca –  e le generazioni non sono vertebre attaccate una dopo l’altra a una colonna. Le generazioni sono pietre che affiorano in mezzo a un guado, a volte distanti un solo passo, a volte lontane da raggiungere. La mia generazione fu molto vicina a quella precedente. Nato in dopoguerra, sono stato coetaneo di rivoluzioni e migrazioni. Quella di Aurora, nipotina ventenne, è invece remota dalla mia. Bisogna attraversare una corrente  per collegare il mio tempo col suo. Le racconto il tempo precedente, che qui sta tutto dentro uno zaino da viaggio”.
Dopo il via, il 1° giugno, con il “Festival internazionale di chitarra”, la nave di UdinEstate dunque parte subito a vele spiegate, grazie al gradito ritorno di De Luca in città, da dove il cantastorie ha voluto far partire il suo nuovo lavoro. Sul palco della chiesa di San Francesco, Erri sarà insieme con la “nipote d’arte” Aurora, con Olek Mincer e Micaela Zanotti (violino), oltre ovviamente alla sua chitarra, compagna-amica di tanti viaggi sul palcoscenico.
De Luca, classe 1950, 18 anni raggiunge Roma dove entra nel movimento politico Lotta Continua, divenendone uno dei dirigenti attivi durante gli anni Settanta. In seguito svolge numerosi mestieri in Italia e all’estero, come operaio qualificato, camionista, magazziniere, muratore.
Durante la guerra in ex-Jugoslavia è autista di convogli umanitari destinati alle popolazioni. Studia da autodidatta diverse lingue, tra cui l’ebraico antico dal quale traduce alcuni libri della Bibbia. Pubblica il primo libro nel 1989, a quasi quarant’anni: “Non ora, non qui”, una rievocazione della sua infanzia a Napoli.
I biglietti per lo spettacolo (15 euro) potranno essere acquistati in prevendita al PuntoInforma del Comune di Udine (via Savorgnana 12) a partire dal 1° giugno dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18.30 e il sabato dalle 10 alle 12 (festivi escluso). Info: 0432 414717/718, puntoinforma@comune.udine.it

712