Aperitivo a Grado

Esplode fabbrica di fuochi d’artificio

facebook

Si è sfiorata la tragedia a Vissandone in comune di Basiliano (ud) dove una fabbrica di fuochi d’artificio è stata investita da due esplosioni che hanno provocato il ferimento del contitolare dell’azienda stessa e 5 vigili del fuoco intervenuti sul uogo dopo il primo scoppiofonte ansa

09:43 – scoppio in azienda friuli: messa in sicurezza area

(ANSA) – UDINE, 2 MAG – I Vigili del fuoco di Udine hanno ultimato in queste ore le operazioni di messa in sicurezza dell’area della ditta ‘Epm’ di Vissandone di Blessano, in comune di Basiliano, teatro, ieri pomeriggio, di due esplosioni in rapida successione nelle quali sono rimasti feriti un contitolare dell’azienda, Alberto Persello, di 37 anni, e cinque vigili del fuoco. Gli uomini del comando provinciale hanno lavorato praticamente tutta la notte per disinnescare tutti i possibili focolai ed evitare altre esplosioni. L’area circostante l’azienda – teatro alcuni anni fa di un’altra esplosione che causo’ la morte di due dipendenti – era stata disseminata di detriti, materiale vario, pezzi di muratura che erano letteralmente volati in aria con la deflagrazione. L’area e’ stata posta sotto sequestro dalla Procura della Repubblica di Udine che ha aperto un fascicolo. Le condizioni di Persello, ricoverato ieri pomeriggio al Centro grandi ustionati di Padova, sono gravi, ma l’uomo, secondo quanto si e’ appreso, non e’ in pericolo di vita. I cinque Vigili del fuoco, invece, sono stati ricoverati all’ospedale di Udine solo per alcuni accertamenti e sono stati subito dimessi.

UDINE, 1 MAG – Alberto Persello, contitolare della ‘Epm’, rimasto ferito nell’esplosione dell’azienda che produce fuochi d’artificio, è stato ricoverato nel pomeriggio al Centro grandi ustionati di Padova. Persello era stato trasportato all’ospedale di Udine per ustioni al volto e alle braccia. E’ stato medicato e, quindi, trasferito a Padova. L’uomo – secondo quanto si è appreso – non é in pericolo di vita. In rapida successione, distanziate poco più di mezz’ora una dall’altra, alla Epm di Vissandone di Blessano (Udine) ci sono state due eplosioni. Nella prima, verso le 13.00, è rimasto ferito il contitolare; nella seconda alcuni Vigili del fuoco che erano intervenuti per mettere in sicurezza la struttura. I Vigili, ricoverati per dei controlli all’ospedale di Udine, sono stati subito dimessi. (ANSA).

UDINE, 1 MAG – Cinque Vigili del fuoco, intervenuti subito dopo l’esplosione alla ‘Epm’ di Vissandone di Blessano, in comune di Basiliano (Udine), azienda che produce fuochi d’artificio, sono stati ricoverati in ospedale a Udine. Lo ha confermato Gaetano Vallefuoco, comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Udine. I cinque vigili sono stati investiti dalla seconda esplosione, mezz’ora dopo la prima, non venendone comunque coinvolti direttamente. Sono stati ricoverati per degli esami uditivi. Sulle cause della doppia esplosione – che è stata avvertita in quasi tutto il Friuli centrale – sta indagando la Procura della Repubblica di Udine che ha posto sotto sequestro l’intera area della ‘Epm’. Oltre ai Vigili del fuoco di Udine sul posto sono intervenute anche squadre da Pordenone e dai distaccamenti di Cividale e San Daniele. (ANSA).

Coinvolti nell’esplosione alla ‘Epm’ anche i vigili del fuoco di Udine. Intervenuti dopo la chiamata di soccorso erano appena entrati nelle ‘casematte’ quando si è verificato il secondo scoppio. Sono rimasti coinvolti cinque vigili del fuoco, ma sarebbero – secondo la protezione civile del Friuli Venezia Giulia – tutti fuori pericolo. (ANSA).

UDINE, 1 MAG – Lo scoppio è avvenuto alla ‘Epm’ di Vissandone di Blessano, in comune di Basiliano (Udine), azienda che produce fuochi d’artificio, già teatro, alcuni anni fa, di uno scoppio che causò la morte di due operai. Gli scoppi di oggi sono stati due. Il primo poco dopo le 13 e l’altro una mezz’ora dopo. La persona rimasta ferita è il contitolare della ‘Epm’, Alberto Persello. Trasportato all’ospedale di Udine è stato dichiarato fuori pericolo. (ANSA).

Un’esplosione, sulle cui cause stanno ancora indagando gli inquirenti, ha distrutto nella tarda mattinata una azienda di Vissandone di Blessano, in Friuli. Secondo quanto si è appreso un operaio è rimasto ferito. Non sarebbe in pericolo di vita. L’esplosione è stata avvertita fino ad alcune decine di chilometri di distanza. (ANSA).

1.298