Aperitivo a Grado

Far East Film 11 ed Eave il 26 27 28 aprile

facebook

feff11.jpgFar East Film ed Eave (European Audiovisual Entrepreneurs) firmano un’importante collaborazione che in aprile porterà a Udine i PRODUTTORI CINEMATOGRAFICI DEL FUTURO.Il 26, 27 e 28 aprile all’interno dell’ 11 edizione del Festival udinese si svolgerà, presso il Cinema Visionario, il primo workshop di formazione intercontinentale per il cinema e l’audiovisivo.Nel 2008 il Far East Film, festeggiando il suo decimo anniversario, inaugurò un nuovo capitolo dedicato all’Asia: il convegno TIES THAT BIND (Legami che uniscono), nuovo terreno di dialogo, confronto e collaborazione fra le industrie cinematografiche orientali e occidentali. Sulla scia del successo del primo anno Far East Film e Friuli Venezia Giulia Film Commission – Fondo Regionale per l’Audiovisivo (partner dell’iniziativa) hanno deciso di sviluppare e arricchire l’edizione 2009, siglando un nuovo accordo con Eave, strumento chiave del programma MEDIA dell’Unione Europea.Nel corso di oltre vent’anni quest’Ente ha istituito programmi di formazione e sviluppo in collaborazione con i principali festival e mercati del panorama internazionale: Berlino, Cannes, Locarno, Buenos Aires, San Sebastian e Rotterdam. A cui si aggiunge ora il Far East Film di Udine.Il programma europeo EAVE ideato per Udine, dal titolo Europe/Asia Co–Production Forum, coinvolgerà professionisti del settore cinematografico provenienti da Oriente e Occidente, al fine di favorire ed intensificare i rapporti di produzione tra i due continenti. Ties That Bind, riservato il prossimo aprile a un numero chiuso di addetti ai lavori precedentemente selezionati, sarà realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.Tra gli esperti confermati possiamo già segnalare Marco Müller, Direttore della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia; Youngjoo Suh, amministratore delegato della Finecut, una delle principali case di produzione della Corea del Sud; o ancora Roberto Olla, Executive Secretary di Euroimages.Il workshop permetterà ai produttori di lungometraggi provenienti da entrambi i continenti di lavorare assieme per tre giorni, all’interno di un forum che offrirà una panoramica sulle risorse e le strutture finanziarie, sulle strategie di marketing, vendita e distribuzione, e sul quadro normativo vigente sia in Europa che in Asia.Il programma prevede inoltre sessioni dedicate allo sviluppo della sceneggiatura, presentazioni di mercati e fondi di co-produzione, un’analisi delle tendenze e delle prospettive nel cinema Europeo e in quello Asiatico, e un case study di una recente co-produzione tra Europa ed Asia.FONTE:  Press Office/Udine Far East Film 11 Gianmatteo Pellizzari e Federica Manaigo

257